MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
gf-straducale-3-jpg
GF STRADUCALE 3

GF STRADUCALE



Tre percorsi, tutti validi anche da un punto di vista paesaggistico. Salite e sudore non mancano neppure nel corto.

 

 

INBICI STORE BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

 

Ancora novità in casa Ciclo Ducale, la società che domenica 28 giugno a Urbino mette in strada l’edizione numero 12 della Granfondo Straducale. Che avrà anche un accento particolare, posto proprio nel ventesimo anno dalla scomparsa di Domenico “Bibi” Pazzaglia. Era, Domenico, un personaggio di spicco del ciclismo dell’entroterra urbinate, nonchè fondatore dell’Audax Piobbico. Per volontà della sua famiglia è stato creato un premio a lui intitolato, che andrà al ciclista che transiterà per primo al GPM del Monte Nerone, quest’anno Cima Coppi della manifestazione urbinate. Il passaggio preciso sarà posto davanti al monumento commemorativo del Giro d’Italia, poco prima della vetta. Riconfermato anche il premio “Raniero Giannotti”, con il quale viene ricordato questo tesserato della Ciclo Ducale scomparso nel 2012 in occasione di un’uscita in bicicletta. Il premio, istituito in collaborazione con l’Aido di Urbino e con la famiglia Giannotti, viene tradizionalmente consegnato prima della partenza a chi si è contraddistinto sia nell’attività sportiva che nella promozione e nella tutela dei valori dello sport. Tra l’altro, Raniero è stato un preparatore atletico che nel corso della sua attività ha seguito piloti come Vettel, Barrichello e Fisichella.

La novità, quella della “promozione al buio”. Già terminata, ma vale la pena ricordarla; in tanti la copieranno, forse già nell’organizzazione di granfondo nella stagione 2015. fino al 31 marzo le squadre potevano iscrivere a quote agevolate cinque, dieci o venti ciclisti senza dover fornire i loro nominativi, che dovranno essere comunicati entro il 14 giugno. Ora, invece, si dovrà comunicare subito i nomi degli iscritti e ci saranno quote lievemente più alte rispetto alle precedenti.

Un focus sui percorsi, allora. Quello corto, 81 km, è breve ma “intenso”, paesaggisticamente valido e impegnativo per chi vuole fare classifica, con i primi 10 km fino all’inizio della discesa dei Gualdi costellati da brevi rampette, curve, semicurve e almeno due tornanti. Insomma una partenza molto tecnica e impegnativa, i più bravi sapranno risalire il gruppo nei punti giusti per poter affrontare la discesa verso Urbinia. Una volta arrivati alla base dei Gualdi, si affronterà la prima delle numerose novità della Straducale 2015: la salita del Peglio.

 

Il percorso medio, di 125 km, quest’anno diventa molto più veloce e abbordabile rispetto agli anni scorsi: oltre al Peglio, la grande novità è la sostituzione della salita del Nerone con quella di Serravalle di Carda,  più breve e pedalabile.

Il bivio del percorso medio e lungo è sempre situato ai piedi della salita di Rocca Leonella, 2,3 km al 10% medio. Chi vorrà affrontare questo percorso dovrà necessariamente risparmiare gas sia sul Peglio che su Rocca Leonella, le pendenze arcigne di queste due salite possono rimanere nelle gambe sulla salita di Serravalle o lungo il rientro a Urbino.

 

Non poteva mancare nel lungo 2015, 186 km, almeno uno dei classici monti del territorio: in questo caso il comitato organizzatore ha optato per il classico e celeberrimo Monte Nerone da Pianello. Ciò che cambia è l’approccio a tale salita: infatti, mentre il percorso medio svolterà a destra alla fine della discesa di Rocca Leonella, il lungo volterà a sinistra per entrare a Cagli.

 

 

straducale-pronta-alla-partenza
     

Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *