SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GIANNI SAVIO E L’AMARCORD DELLA ZG MOBILI BOTTECCHIA

GIANNI SAVIO E L’AMARCORD DELLA ZG MOBILI BOTTECCHIA

Una domenica pomeriggio di emozioni e ricordi. È quella che Gianni Savio ha vissuto ieri a Cavaso del Tomba in provincia di Treviso. Perché li si è ritrovata la vecchia Zg Mobili con corridori e patron, direttori sportivi e massaggiatori, meccanici e tifosi. E Gianni Savio di quella bella squadra di inizio anni novanta, che pedalava su biciclette Bottecchia, era il team manager.

Merito del revival è stato tutto di Franco Rizzetto, “capo-tifoso” di quel gruppo correva sotto le insegne del marchio della famiglia Gregolon. E proprio patron Mario e il figlio Davide, con tutta la famiglia Gregolon, sono stati, a venti e più anni di distanza, i destinatari di applausi e ringraziamenti, abbracci e saluti affettuosi.

 

VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Con le immagini delle vittorie che scorrevano sullo schermo, collegamenti via Facebook dal Sudamerica, racconti e storie, il pomeriggio all’Asolo Golf Club è stato una sequenza di ricordi, cui volentieri non si è sottratto Gianni Savio, ospite d’onore e premiato di giornata. Il team manager dell’Androni Giocattoli Sidermec ha ricordato i suoi bellissimi quattro anni, dal 1992 al 1995, alla Zg Mobili, figli di un ciclismo ancora romantico e certo diverso dall’attuale, snocciolando episodi ed emozioni, corse e vittorie. Su tutte Savio ha voluto recuperare quelle di Colagè alla Tirreno-Adriatico, quelle di Ghirotto e Ferrigato al Giro d’Italia e di Cacaito Rodriguez al Tour de France. Con tanti suoi ex corridori presenti all’appuntamento, a cominciare dallo stesso Colagè, passando per Perini, Faresin, Citterio, Menegotto e così via, Savio ha ricordato e “festeggiato” quegli anni fantastici. Corsi e ricorsi storici per il team manager torinese che allora vedeva correre i suoi corridori su biciclette Bottecchia (una ieri faceva bella mostra nella sala della festa), proprio come vede oggi i suoi campioni d’Italia dell’Androni Giocattoli Sidermec in sella alle fiammanti Emme 4 Squadra sempre della casa di Cavarzere.

Le ultime sentite parole della festa Zg Mobili, che ha raccontato anche gli anni in cui la squadra furoreggiava tra i dilettanti, Savio le ha dedicate alla famiglia Gregolon «cui va il sentito ringraziamento per anni stupendi».

Condividi
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG

Ti potrebbero Interessare

AL GIRO ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC LEADER DELLE FUGHE CON MARCO FRAPPORTI

È sempre più leader delle fughe al Giro d’Italia Marco Frapporti. Questo ha detto in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *