SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GIRO. ANALISI DELLA QUINTA TAPPA: AGRIGENTO – SANTA NINFA

GIRO. ANALISI DELLA QUINTA TAPPA: AGRIGENTO – SANTA NINFA

La Quinta tappa partirà dalla stupenda Agrigento e arriverà a Santa Ninfa dopo 153 km.

Il tracciato è molto vario e questo potrebbe facilitare una fuga da lontano. Il finale molto insidioso darà spazio a un possibile colpo di mano. Gli scattisti dovrebbero esser i protagonisti.

 

Percorso – Tappa pianeggiante lungo la costa nella prima parte, salvo l’attraversamento cittadino di Sciacca. La seconda parte, interamente nella valle del Belice, è invece molto articolata e caratterizzata da alcune salite lunghe ma non eccessivamente impegnative. Finale in leggera discesa fino ai 2 km, dove svoltato a destra, si percorre uno strappo di poco superiore al chilometro, con pendenze fino al 12%. Conclusione sempre in leggera salita.

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Storia e curiosità – Agrigento, l’antica Akragas greca, è stata fondata nel 580 a.C. Conosciuta nel mondo come “Città dei Templi”, per via dei numerosi templi dorici posti nella nota “valle dei Templi”, è una ricca risorsa monumentale e storica, tanto da essere stata inserita tra i Patrimoni dell’Umanità UNESCO nel 1997. Le peculiarità monumentali e ambientali di Agrigento, la sua atmosfera, il suo paesaggio, hanno sempre ispirato e colpito scrittori e intellettuali di ogni dove. Nel 1994 Agrigento è stata la sede del Mondiale professionisti su strada nel circuito tracciato nella Valle dei Templi con il successo di Luc Leblanc davanti a Claudio Chiappucci. Santa Ninfa, nuova località nella particolare geografia del Giro d’Italia, è il traguardo di questa frazione che, a cinquant’anni di distanza, propone alla memoria il terremoto del 1968 che colpì duramente il territorio circostante.

Possibili favoriti – Un arrivo per certi versi simile a quello della giornata precedente. Il finale sarà un continuo salire e, anche se non ci sarà uno strappo lungo, ci sarà spazio per colpi di mano. Per via della conformazione del percorso, con i GPM nella parte finale, questa frazione potrebbe essere la prima veramente adatta all’arrivo di una fuga. Rimane tuttavia di difficile interpretazione poiché potrà essere terreno di caccia per molti. Vista la prestazione e la condizione dimostrata nella quarta frazione, potrà cercare di inventarsi qualcosa proprio Enrico Battaglin, a caccia anche del suo terzo successo al Giro. I favoriti, per la seconda volta in questa Corsa Rosa, rimangono ancora gli scattisti capaci di resistere alle salite.  Alcuni nomi caldi: Tim Wellens – Enrico Battaglin – Francesco Gavazzi – Diego Ulissi – Simon Yates – Luis Leon Sanchez – Giovanni Visconti.

a cura di Davide Pegurri – iNBiCi magazine

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Ti potrebbero Interessare

ELITE/UNDER23. MATTEO SOBRERO CONQUISTA UNA SPETTACOLARE STRADE BIANCHE DI ROMAGNA

La terza edizione della Strade Bianche di Romagna, gara in linea per ciclisti Elite e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *