LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
Sfondo Assos
SFONDO COSMOBIKE
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO ASSOS
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GIRO. ANALISI DELLA VENTUNESIMA TAPPA: ROMA – ROMA

GIRO. ANALISI DELLA VENTUNESIMA TAPPA: ROMA – ROMA

Il ponte ideale, che unisce la partenza e l’arrivo del Giro d’Italia 2018, nel nome di due straordinarie città per valenze storiche, culturali, monumentali, religiose, ci porta a Roma, la “città eterna”. Una passerella finale di 115 km. La ciliegina sulla torta per i velocisti.

 

Percorso – Tappa interamente all’interno della Capitale. Il circuito di 11,5 km da ripetere 10 volte si sviluppa interamente lungo le vie cittadine (ampie e talvolta con alcuni spartitraffico). Si alternano brevi salite e discese e lunghi rettilinei raccordati da curve a volte impegnative. Il fondo stradale è prevalentemente asfaltato con alcuni tratti in pavé (“sanpietrini”). Ultimi chilometri sostanzialmente pianeggianti su strade larghe e rettilinee. Le curve degli ultimi tre chilometri sono ampie. Rettilineo di arrivo di 700 metri, in leggerissima ascesa.

Storia e curiosità – Roma ha una lunghissima tradizione con la corsa rosa che qui ha vissuto, nel dipanarsi della sua ultracentenaria vita, molteplici episodi come sede di partenza e d’arrivo finali: il primo già nell’edizione iniziale del 1909 vinta da Luigi Ganna, l’ultimo nel 2009, cronometro individuale tracciato nel cuore della città vinto dal lituano Ignatas Konovalovas, atto conclusivo del Giro d’Italia di quell’anno vinto dal russo Denis Menchov. In mezzo si contano 55 partenze e 46 arrivi di tappa, con vincitori che, in molti casi, hanno fatto la storia del ciclismo. E varie volte il Giro d’Italia a Roma è stato ospitato e festeggiato in Città del Vaticano, con diversi Pontefici che hanno benedetto corridori e seguito. Nel 1974 le operazioni di partenza e il via ufficiale avvennero proprio da Città del Vaticano, simbolo della cristianità cattolica, Stato interamente compreso in un’enclave della città di Roma.

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Possibili favoriti – Poco da dire. La tappa conclusiva di questo Giro 101 sarà un’occasione per le ruote veloci. Quasi impossibile l’arrivo di una fuga. Il favorito d’obbligo sarà Elia Viviani, in cerca del pokerissimo. A cercar di guastargli la festa ci sarà sicuramente Sam Bennett, il suo vero rivale in questa Corsa Rosa. Proveranno a dire anche la loro Sacha Modolo e Niccolò Bonifazio. Alcuni nomi caldi: Elia Viviani – Niccolò Bonifazio – Sacha Modolo – Sam Bennett – J.P. Drucker – Danny Van Poppel – Kristian Sbaragli – Manuel Belletti.

A cura di Davide Pegurri – iNBiCi magazine

Condividi
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Ti potrebbero Interessare

HAUT-VAR: CICCONE PIGLIATUTTO VINCE A MONS, SI PRENDE TAPPA E MAGLIA DI LEADER

Splendida vittoria di Giulio Ciccone nella seconda tappa del Tour du Haut-Var 2019. Nell’arrivo in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *