SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER TOP
Home > Tutti gli Articoli > GIRO DEI PAESI BASCHI
giro-dei-paesi-baschi-jpg
GIRO DEI PAESI BASCHI

GIRO DEI PAESI BASCHI



Grande prestazone da parte di Mikel Landa (Astana) nella penultima fatica del Giro dei Paesi Baschi 2015, con arrivo in salita ad Aia (155,5 km).

 

Il corridore basco ha finalizzato una lunga fuga partita nelle prime battute di questa tappa bruciando sulle dure rampe finali i compagni di fuga Tim Wellens (Lotto Soudal) e Tom Danielson (Cannondale-Garmin). Tra gli uomini di classifica il primo a tagliare il traguardo è stato Simon Yates (Orica GreenEDGE) che è riuscito a staccare di tre secondi la maglia gialla Sergio Henao (Sky) e Joaquim Rodriguez (Katusha).

SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

 

La situazione oggi è stata movimentata fin dall’inizio con Tim Wellens (Lotto Soudal) e Amets Txurruka (Caja Rural – RGA) che sono stati i primi ad andare in fuga nelle battute iniziali. Dopo 25 chilometri di corsa i due battistrata sono stati poi raggiunti da Chris Anker Sorensen (Tinkoff – Saxo), Rohan Dennis (BMC), Carlos Betancur, Matteo Montaguti (Ag2r), Tony Martin, David De La Cruz (Etixx – QuickStep), Daryl Impey (Orica GreenEDGE), Sebastian Reichenbach (IAM Cycling), Nick Van der Lijke (LottoNL – Jumbo), Valerio Agnoli, Rein Taaramae (Astana), André Cardoso (Cannondale – Garmin), Omar Fraile, Antonio Molina (Caja Rural – RGA) e Yohan Bagot (Cofidis). Successivamente si uniscono alla testa della corsa anche Bruno Pires (Tinkoff – Saxo), Igor Anton, Giovanni Visconti (Movistar), Mickael Cherel (Ag2r La Mondiale), Mikel Landa (Astana), Tony Gallopin, Louis Vervaeke (Lotto Soudal), Tom-Jelte Slagter, Tom Danielson (Cannondale-Garmin), Matteo Bono, Valerio Conti (Lampre – Merida), Romain Hardy, Rudy Molard (Cofidis) e Julian Arredondo (Trek) a formare un totale di ben 31 uomini in avanscoperta.

 

Fatto salvo un timido attacco di Philippe Gilbert (BMC) a 35 chilometri dal traguardo, la situazione rimane sostanzialmente invariata con i fuggitivi che proseguono con un buon accordo fino al primo passaggio dall’Alto de Aia dove Taaramae rompe gli indugi sulle dure rampe della salita portandosi poi via in discesa altri quattro ex compagni di fuga: Landa, Gallopin, Wellens e Danielson. In questo frangente in gruppo non succede nulla di rilevante, se non uno scatto da parte di Michal Kwiatkowski che nella successiva riesce a raggiungere il compagno di squadra Tony Martin per farsi trainare il più possibile al fine di recuperare secondi sulla maglia gialla.

 

Il secondo passaggio dall’Alto de Aia è fatale per Gallopin che si stacca dalla testa della corsa, mentre Kwiatkowski non viene lasciato fare dal gruppo inseguitori venendo ripreso poi inesorabilmente nel finale. Sono quindi i quattro superstiti della fuga del mattino a giocarsi la vittoria con Taaramae, molto generoso fino a quel momento, primo a staccarsi nel corso dell’ultimo chilometro lasciando da solo il compagno Landa, bravo dal canto suo a partire al momento giusto per andare a conquistare la vittoria di tappa davanti al pubblico amico. Ovviamente le pendenze finali si fanno sentire anche nelle gambe del gruppo della maglia gialla, con il solo Simon Yates (Orica GreenEDGE) in grado di anticipare proprio Henao e Joaquim Rodriguez, che si giocheranno la vittoria con la cronometro di domani, dovendo prestare però molta attenzione a chi li segue in classifica. Impalpabile anche oggi Nairo Quintana (Movistar) che, pur ben figurando, non è mai entrato nel vivo della corsa.

 

Ordine d’arrivo

1    91    LANDA, Mikel    AST    04h 06′ 01″   

2    108    WELLENS, Tim    LTS    04h 06′ 04″    + 00′ 03″

3    156    DANIELSON, Tom    TCG    04h 06′ 17″    + 00′ 16″

4    97    TAARAMAE, Rein    AST    04h 06′ 29″    + 00′ 28″

5    101    GALLOPIN, Tony    LTS    04h 06′ 39″    + 00′ 38″

6    68    YATES, Simon    OGE    04h 06′ 54″    + 00′ 53″

7    22    HENAO, Sergio Luis    SKY    04h 06′ 57″    + 00′ 56″

8    121    RODRIGUEZ, Joaquim    KAT    04h 06′ 57″    + 00′ 56″

9    152    SLAGTER, Tom Jelte    TCG    04h 07′ 06″    + 01′ 05″

10    58    VUILLERMOZ, Alexis    ALM    04h 07′ 07″    + 01′ 06″

 

Classifica generale

1    22    HENAO, Sergio Luis    SKY    21h 20′ 48″   

2    121    RODRIGUEZ, Joaquim    KAT    21h 20′ 48″    + 00′ 00″

3    68    YATES, Simon    OGE    21h 20′ 55″    + 00′ 07″

4    31    QUINTANA, Nairo    MOV    21h 21′ 00″    + 00′ 12″

5    92    SCARPONI, Michele    AST    21h 21′ 10″    + 00′ 22″

6    122    SPILAK, Simon    KAT    21h 21′ 10″    + 00′ 22″

7    128    ZAKARIN, Ilnur    KAT    21h 21′ 16″    + 00′ 28″

8    38    IZAGIRRE, Ion    MOV    21h 21′ 16″    + 00′ 28″

9    11    VAN GARDEREN, Tejay    BMC    21h 21′ 24″    + 00′ 36″

10    141    PINOT, Thibaut    FDJ    21h 21′ 24″    + 00′ 36″

 

Fonte www.cyclingpro.net

Foto Bettiniphoto

bettiniphoto
     

Condividi
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Ti potrebbero Interessare

IN CASO DI EMERGENZA ECCO I KIT DI UTENSILI LEZYNE

Qualità dei materiali e buona praticità d’uso: questi i segni distintivi dei prodotti Lezyne, azienda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *