SFONDO ASSOS
martedì , 22 Ottobre 2019
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
Home > Tutti gli Articoli > GIRO DELLA ROMAGNA
giro-della-romagna-2-jpg

GIRO DELLA ROMAGNA



Sono stati oltre 3600i ciclisti che hanno partecipato al 36° Giro della Romagna, granfondo cicloturistica non competitiva valida come 3° appuntamento del calendario Romagna Sprint 2015 e per il Criterium Individuale UISP.

 

Il numero dei partecipanti, seppure inferiore rispetto all’edizione 2014 quando la manifestazione era valida come prova unica del Campionato Italiano di Cicloturismo per Società UISP, rappresenta comunque un indubbio successo che conferma il Giro della Romagna come una delle Gran Fondo più partecipate a livello nazionale.

VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
ISTRIA Granfondo banner blog
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
Banner archivio Blog - Shimano

E’ quindi più che legittima la soddisfazione dei dirigenti della Cicloturistica Baracca che ha organizzato questa manifestazione, nonchè dei livelli istituzionali locali e regionali che hanno dato il loro patrocinio come già nelle precedenti edizioni e in particolare del Comune di Lugo che, anche con la collaborazione dell’Associazione AnimaLugo, si è attivato con concrete iniziative per far conoscere la città e le sue bellezze ai cicloturisti e ai loro accompagnatori.

I primi a partire, sabato alle 18:00 dal centro di Lugo, sono stati i randonneurs che si sono messi alla prova con il brevetto da 400 chilometri. Chi invece ha scelto quello da 300 ha preso il via quattro ore dopo, a sera inoltrata, accompagnato dai tamburi e dalle bandiere del Palio della Contesa Estense e salutato da un nutrito pubblico di appassionati e semplici curiosi. In totale sono stati 77 i randagi. Alle 6:30 della domenica è invece partito il serpentone variopinto dei 3575 fra cicloturisti e biker, che hanno pedalato insieme per i primi 18 chilometri di pianura quando poi i percorsi su strada e fuori strada si sono separati e i larghi e pianeggianti rettilinei hanno lasciato spazio alle stradine ondulate e sinuose e ai sentieri che sempre più si inerpicavano. Infine – partiti con la dovuta calma – sono poi  stati una cinquantina i partecipanti alla pedalata per tutti organizzata in collaborazione con la FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta del Tondo di Lugo.

Tanti gli amici illustri di questa edizione Giro della Romagna. Sulle strade del brevetto da 300 chilometri ha pedalato Luigi Barilari, che nel 2012 è entrato nel novero dei tredici italiani che hanno portato a termine la RAAM, la più nota e lunga ultra-maratona in bici al mondo. E poi Ausilia Vistarini, che nel 2013 ha stabilito il nuovo record femminile della Iditarod Trail – una gara in mountainbike di quasi 1800 chilometri attraverso la tundra dell’Alaska – vincendola poi nel 2014. E dopo le nevi e le fat bike, Ausilia ha pedalato la rando su una bici pieghevole. Da Carpi è arrivato lo showman televisivo Paolo Belli per partecipare alla Gran Fondo, come anche  Mario Brincat, grande affezionato delle granfondo italiane e in particolare del Giro della Romagna che frequenta da oltre un decennio, giunto da Malta. A lui è andato il premio al ciclista proveniente da più lontano. C’era poi anche Marcellino Lucchi, ex pilota del motomondiale e romagnolo doc, in sella a una e-bike.

Promossa a pieni voti la nuova location del Centro Sportivo di via Madonna delle Stuoie in cui hanno trovato posto gli stand dell’area espositiva e il deposito bici. Ricchissimo come sempre

l’apprezzatissimo pasta-praty finale con pasta, piadina, salsiccia, dolci e bevande varie,  allestito all’interno della tensostruttura del Maracanà, così come anche i numerosi ristori lungo i i percorsi che hanno supportato validamente lo sforzo dei ciclisti in una giornata piacevolmente calda – a tratti pure troppo – con temperatura già oltre i 20°C alle 8 del mattino.

La giornata si è poi conclusa con le generose premiazioni finali cui hanno presenziato l’Assessore allo Sport del Comune di Lugo Fabrizio Lolli e il Consigliere Regionale dell’Emilia-Romagna Mirco Bagnari. Sommando i punteggi dei partecipanti ai percorsi cicloturistici, off road e raduno autogestito, la società vincitrice di giornata è risultata il Team Passion Bike Faentina con 148 iscritti, al secondo posto si è piazzata la SC Pedale Bianconero Lugo, seguita dall’ASCD AVIS Faenza. Tra le 389 società partecipanti, sono poi state un’alta settantina quelle che  sono andate a premio ricevendo ceramiche faentine, prosciutti, city bike, telai da mountainbike e altri premi e beni in natura e per finire, per le società non ancora premiate  sono poi stati estratti ulteriori 5 premi.

 

Foto su percorso.JPG
     

ISTRIA Granfondo banner blog
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner archivio Blog - Shimano
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *