SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
giro-di-danimarca-2-jpg

GIRO DI DANIMARCA



Matti Breschel si aggiudica la tappa regina del Giro di Danimarca 2015.

 

L’atleta della Tinkoff – Saxo, all’ottavo successo nella corsa di casa, non delude le attese imponendosi in cima allo strappo di Frederiksvaerk con una stoccata negli ultimi 200 metri. Secondo posto per Rasmus Guldhammer (Team Cult Energy) che vince la volata dei battuti davanti al sorprendente Alexander Kamp (ColoQuick). Ottima prestazione di Marco Marcato (Wanty – Groupe Gobert) che chiude in quinta posizione assieme a tutti i migliori. Giornata nera per Lars Boom (Astana) che chiude con un ritardo superiore ai 2 minuti e si trova costretto a cedere il simbolo del primato a Lars Bak (Lotto Soudal).

INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

 

Pronti, via e vanno in fuga Jimmy Engoulvent (Europcar), Mike Terpstra (Team Roompot), Patrick Clausen (Team Trefor – Blue Water), Martin Gron (Riwal Platform Cycling Team) e Christopher Williams (Team Novo Nordisk). Questi atleti restano in avanscoperta per diversi chilometri, mentre il gruppo dà sempre l’impressione di controllare agevolmente la situazione. A poco più di 30 chilometri dall’arrivo, con la fuga annullata, c’è la caduta di due dei grandi favoriti, Jakob Fuglsang (Astana) e Lars Petter Nordhaug (Team Sky) che restano tagliati fuori dalla lotta per il successo.

 

Davanti ci provano Jacques Janse Van Rensburg (MTN – Qhubeka) e Jay McCarthy (Tinkoff – Saxo), ma a meno di 20 chilometri dall’arrivo sono costretti a lasciare la scena agli scatenati Matti Breschel e Christophe Juul-Jensen (Tinkoff – Saxo) che vanno all’attacco portandosi dietro Marco Marcato (Wanty – Groupe Gobert), Lars Bak (Lotto Soudal), Rasmus Guldhammer, Troels Vinther (Team Cult Energy), Gerald Ciolek (MTN – Qhubeka), Alexander Kamp (ColoQuick) e Patrick Konrad (Bora – Argon18). Il tentativo è buono e nessuno, compreso il leader Lars Boom (Astana), ha la forza di reagire. Nonostante qualche scaramuccia, i nove arrivano ai piedi dell’ultimo strappo tutti vicini e Breschel riesce a trovare lo spunto vincente negli ultimi 200 metri.

 

fonte SpazioCiclismo

Luca Pellegrini

Immagine
     

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *