SFONDO ASSOS
lunedì , 21 Ottobre 2019
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > Tutti gli Articoli > GIRO D’ITALIA 2015
giro-ditalia-2015-15-jpg
GIRO DITALIA 2015 15

GIRO D’ITALIA 2015



Beñat Intxausti Elorriaga (Movistar Team) ha vinto l’ottava tappa del Giro d’Italia 2015, vincendo in solitaria sul traguardo di Campitello Matese. Alle sue spalle  Mikel Landa Meana (Astana Pro Team) e  Sebastien Reichenbach (IAM Cycling).

 

Al quarto posto  Fabio Aru (Astana Pro Team) che ci ha provato un paio di volte nel finale senza mai riuscire a staccare  Alberto Contador (Tinkoff – Saxo) che dimostra di essere assolutamente in grado di difendere la rosa dopo la caduta di Castiglion della Pescaia. Il Pistolero guadagna addirittura due secondi con un sprint inatteso al traguardo volante di Sora.

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
ISTRIA Granfondo banner blog
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
Banner archivio Blog - Shimano
Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG

 

Corsa durissima sin dal primo metro: il gruppo si spezza in più tronconi. La fuga non parte e la pioggia rende tutto più difficile. Finalmente sull’ascesa verso Forca d’Acero si sganciano in 12, guidati da un battagliero  Steven Kruijswijk  (Team Lotto NL – Jumbo). Tra i fuggitivi Pellizotti, Bongiorno, Niemiec – a lungo maglia rosa virtuale – Intxausti e la meteora Zakarin.

 

La gestione tattica dei fuggitivi è da ritiro del patentino:  Steven Kruijswijk  (Team Lotto NL – Jumbo),  Carlos Alberto Betancur Gomez (AG2R La Mondiale) e  Kristof Vandewalle (Trek Factory Racing) rimangono per tantissimi chilometri con una trentina di secondi. Basterebbe fermarsi e gestire lo sforzo in vista di un finale esigente.

 

A inizio salita è l’olandese a lasciare tutti lì, mentre l’Astana rumba per tentare l’accoppiata tappa-rosa. La formichina  Beñat Intxausti Elorriaga (Movistar Team) riesce a recuperare e se ne va in solitaria. L’orecchio è alla radio perché dopo la prima accelerazione di  Fabio Aru (Astana Pro Team) è  Mikel Landa Meana il pericolo numero uno per il vincitore della tappa di Ivrea 2013.

 

Ancora schermaglie negli ultimi metri di salita, ma ci vorrà ben altro. I 4 tenori rimangono insieme. Positivi anche i due Damiani, Cunego e Caruso.

 

Domani altra tappa interessante verso San Giorgio del Sannio prima della giornata di riposo.

 

 

Fonte Diretta Ciclismo

Immagine
     

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ISTRIA Granfondo banner blog
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *