SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
giro-ditalia-2015-18-jpg

GIRO D’ITALIA 2015



Prosegue in maniera frenetica il Giro d’Italia 2015, un Giro che non conosce giornate tranquille.

 

Due le notizie dalla tredicesima tappa: il successo di  Sacha Modolo (Lampre – Merida), la prima alla Corsa Rosa per lui, e la maglia rosa conquistata da  Fabio Aru (Astana Pro Team).

INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

 

Il sardo ha infatti miracolosamente evitato una caduta a 3300 metri dall’arrivo che invece ha attardato  Alberto Contador (Tinkoff – Saxo); lo spagnolo ha perso una quarantina di secondi e di conseguenza il simbolo del primato.

 

Un meteo da tregenda ha caratterizzato la seconda tappa veneta: pioggia e freddo hanno colpito i girini per tutti i 147 chilometri di corsa. Tre coraggiosi sono andati in fuga nella prima ora:  Marco Frapporti (Androni Giocattoli – Sidermec),  Jérôme Pineau (IAM Cycling) e  Rick Zabel (BMC Racing Team) si sono sciolinati 120 chilometri al comando ma senza mai impensierire il gruppo. Memori della beffa di Forlì le squadre dei velocisti hanno tenuto a tiro i fuggitivi andandoli a riprendere a 17 chilometri dall’arrivo.

 

Quando tutto sembrava apparecchiato per un tranquillo finale ecco l’ennesimo colpo di scena: a poche centinaia di metri dall’arco dei -3 che significa neutralizzazione un atleta della Southeast e uno della LottoNL si sono toccati intorno alla trentesima posizione; questo contatto ha generato un patatrac con decine di atleti terminati a terra. Soprattutto ha significato un’ingente perdita di tempo per tanti big:  Alberto Contador (Tinkoff – Saxo) è rimasto bloccato e ha concluso, con la bicicletta di Tosatto, a 40” dal leader; ancor peggio è andata a  Richie Porte (Team Sky) che ha aggiunto altri minuti al proprio ritardo dalla vetta della generale.

 

Il più bravo e scaltro è stato  Fabio Aru (Astana Pro Team) che al momento della caduta si trovava ben posizionato in testa al plotone; il sardo ha chiuso con i primi e dunque è la nuova maglia rosa del Giro d’Italia, proprio alla vigilia dell’attesissima cronometro di Valdobbiadene. Si sono salvati anche  Rigoberto Uran (Etixx – Quickstep),  Roman Kreuziger (Tinkoff – Saxo),  Jurgen Van Den Broeck (Lotto Soudal) e  Damiano Caruso (BMC Racing Team) che hanno concluso davanti.

 

Nel frattempo i velocisti si sono giocati questa terza volata del Giro 2015; Ferrari e Richeze hanno splendidamente lanciato  Sacha Modolo (Lampre – Merida) che ha resistito alla veemente rimonta di  Giacomo Nizzolo (Trek Factory Racing). Anche il terzo gradino del podio è stato occupato da un azzurro,  Elia Viviani (Team Sky).

 

 

ORDINE D’ARRIVO

               Nome    Naz.       Team     Età         Tempo

1             Sacha MODOLO               ITA         LAM       28          3:03:08

2             Giacomo NIZZOLO           ITA         TFR        26          +0

3             Elia VIVIANI        ITA         SKY        26          +0

4             Alexander PORSEV           RUS       KAT        29          +0

5             Eduard Michael GROSU  ROU      NIP        23          +0

6             Maximiliano Ariel RICHEZE           ARG       LAM       32          +0

7             Moreno HOFLAND           NED       TLJ         24          +0

8             Nicola RUFFONI               ITA         BAR       25          +0

9             Luka MEZGEC     SLO        TGA       27          +0

10          Heinrich HAUSSLER         AUS       IAM       31          +0

 

CLASSIFICA GENERALE

               Nome    Naz.       Team     Età         Tempo

1             Fabio ARU           ITA         AST        25          54:20:35

2             Alberto CONTADOR VELASCO     ESP        TCS        33          +19

3             Mikel LANDA MEANA      ESP        AST        26          +1:14

4             Roman KREUZIGER          CZE        TCS        29          +1:38

5             Dario CATALDO ITA         AST        30          +1:49

6             Rigoberto URAN URAN  COL       EQS        28          +2:02

7             Damiano CARUSO           ITA         BMC      28          +2:12

8             Andrey AMADOR BAKKAZAKOVA CRC       MOV      29          +2:21

9             Giovanni VISCONTI          ITA         MOV      32          +2:40

10          Yury TROFIMOV               RUS       KAT        31          +3:15

 

Fonte Matteo Pierucci

www.direttaciclismo.it

 

Immagine
     

INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *