SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER

GIRO D’ITALIA: A SANTA MARIA DI SALA L’ULTIMA VOLATA?


Al Giro d’Italia tornano in scena i velocisti, o quantomeno i pochi rimasti in corsa, con l’obiettivo della maglia ciclamino.

Dopo diversi giornate dedicate a montagne, salite e lotta per la classifica generale, la classica tappa da terza settimana che concede una sgambata agli uomini di alta classifica e soprattutto un’occasione agli uomini-jet che hanno deciso di rimanere in corsa.

 

MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SCOTT BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Oltre i 222 chilometri di lunghezza, la 18esima frazione da Valdaora a Santa Maria di Sala offre ben poco. Partenza caratterizzata da 30 chilometri in falsopiano, che poi si sviluppano in una lunga e dolce discesa da Cimabanche ad Ospitale di Cadore. Successivamente, il percorso tocca Longarone e Ponte nelle Alpi prima del gran premio della montagna di quarta categoria di Pieve di Alpago al chilometro 118. Sostanzialmente pianeggianti gli ultimi 100 chilometri, caratterizzati dai due traguardi volanti di Conegliano (km. 159) e Scorzè (km. 205). Anche il finale è privo di difficoltà altimetriche, con un rettilineo conclusivo di circa un chilometro e mezzo che dovrebbe offrire alle squadre dei velocisti di organizzare, per quanto possibile, la volata dei capitani di giornata.

 

Sono due i nomi attesi al risultato: Pascal Ackermann ed Arnaud Démare. Il francese della Groupama-FDJ indossa la maglia ciclamino, ma sulla carta il tedesco della Bora-hansgrohe ha dimostrato di avere qualcosa in più nelle volate tradizionali. Ben pochi gli altri velocisti rimasti, con i vari Simone Consonni (Team UAE Emirates), Manuel Belletti (Androni-Sidermec) e Davide Cimolai (Israel Cycling Academy) che potrebbero puntare al podio, pur rimanendo piuttosto staccati dai primi due atleti citati almeno per quanto visto fino ad ora. Difficile possa arrivare la fuga, con un percorso che poco si adatta ad un attacco da lontano e le squadre degli sprinter determinate a giocarsi l’ultima opportunità della corsa rosa con i propri uomini veloci.

Gianluca Santo per Inbici magazine

Shimano Banner archivio Blog
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SCOTT BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *