SFONDO ASSOS
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GRAN FONDO DAVIDE CASSANI: “BENVENUTI NELLA TERRA DEL CICLISMO”
Davide Cassani (ITA) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2018

GRAN FONDO DAVIDE CASSANI: “BENVENUTI NELLA TERRA DEL CICLISMO”

Il commissario tecnico dà appuntamento a tutti gli appassionati il prossimo 17 marzo a Faenza: “Tutti in sella per aiutare i giovani”

“Mai come quest’anno, con il passaggio del Giro a Riccione, la Romagna vivrà di ciclismo. Per questo anche la Gran Fondo di Faenza, che nel 2019 compirà 25 anni, merita un’attenzione particolare”. Parole del commissario tecnico Davide Cassani, il testimonial più appassionato della corsa manfreda in programma il prossimo 17 marzo. Una passione ispirata da ragioni affettive, ma anche dagli importanti obiettivi che la corsa racchiude: favorire e sviluppare la passione del ciclismo fra i ragazzi, in modo particolare fra i più piccoli, quelli della categoria “giovanissimi”, la base dei vivai in cui i ragazzi possono crescere e affermarsi come atleti: “Il mondo amatoriale – ripete come un mantra Cassani – deve dare un supporto concreto ai giovani ciclisti. In questo modo si offre un servizio prezioso alla comunità e si creano anche i presupposti per un ricambio generazionale nel mondo delle granfondo, visto che gran parte dei giovani ciclisti di oggi saranno gli amatori del domani”.

Il borgo medioevale di Brisighella, città di transito della Granfondo Davide Cassani

La “classicissima d’apertura”, sempre più a sostegno del ciclismo giovanile, è un evento atteso da molti cicloamatori e l’attesa è diventata sempre più forte perché la “Davide Cassani” è nata e cresciuta con una mission che non può non stare a cuore al Ct: “La pratica di uno sport come il ciclismo – ricorda Cassani – rappresenta la base di una buona educazione alla salute e alla sicurezza sulla strada. Alcune malattie, come le patologie cardiovascolari e il diabete, si prevengono con grande efficacia se i ragazzi vengono avviati alla pratica dello sport che è fatta di allenamento e fatica, ma anche di corretta alimentazione e attenzione ai sintomi che via via possono presentarsi. Lo sport, e il ciclismo in particolare, può diventare un prezioso alleato di scuola e famiglia nella crescita di un bambino”.

Anche il tema della sicurezza non è secondario: “Oggi assistiamo a un progressivo aumento dei pericoli della strada – prosegue il Ct –  l’educazione stradale che si fa nelle scuole è il primo passo per promuovere nei ragazzi un comportamento consapevolmente prudente quando si muovono sulla strada, ma acconto alla prudenza è opportuno avere anche una buona sicurezza di guida, prontezza di riflessi e attenzione ai comportamenti di chi ci sta accanto; queste capacità vengono sviluppate proprio dalla pratica di uno sport come il ciclismo”.

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

In questi anni la manifestazione è via via cresciuta e le società organizzatrici hanno rafforzato il loro vivaio. Oggi la S.C. Ceretolese di Casalecchio di Reno e la Polisportiva Zannoni di Faenza tesserano oltre cinquanta ragazzi.

a cura della redazione

 

Condividi
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

ROCCHETTA SOSPESO, LA GENERAL STORE LO DIFENDE: “HA ASSUNTO SOLO DEL FLUIMUCIL”

Pochi giorni fa avevamo riportato la notizia, comunicata da Nado Italia, della positività di Cristian …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *