SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > GRANFONDO SITÈ DA PRIA
granfondo-site-da-pria-jpg-5

GRANFONDO SITÈ DA PRIA


Parte all’inizio della prima salita il pistoiese Alfonso Falzarano lasciando tutti ad inseguire. Per lui una lunga cronometro in solitaria. Tra le donne vittoria della poliziotta pratese Claudia Gentili. 600 gli iscritti e 500 i partiti. Tra le società il Team Cinelli Santini mette la firma nell’albo d’oro.

 

 

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

5 ottobre 2014, Pietra Ligure (Sv) – E’ stata una lunga cavalcata solitaria quella messa in scena dal pistoiese Alfonso Falzarano, domenica 5 ottobre a Pietra Ligure (Sv), alla 4ª Granfondo Sitè da Pria. Una cronometro individuale che lo ha visto indiscusso “uomo solo al comando” per oltre 70 chilometri. Una fuga che gli ha permesso di cogliere la vittoria in 2ore 48’15”.

Lo stesso dicasi per la gara femminile con la poliziotta pratese Claudia Gentili, che ha preso il volo sin dalle prime battute, presentandosi all’arrivo in 3ore 11′ 47″con un margine di quasi 9 minuti sulle avversarie.

Nonostante la partenza posticipata alle ore 12.00, a causa di una concomitanza che impegnava un tratto di strada comune, la partecipazione a questa quarta edizione è stata soddisfacente.

Con 600 nomi iscritti nelle liste di partenza, sono stati ben 500 i ciclisti che domenica mattina si sono presentati nelle griglia di partenza poste sul lungo mare Bado, pronti ad affrontare il percorso unico di quasi 92 chilometri, tracciato sulle montagne a ridosso di Finale Ligure, con il colle del Melogno come Cima Coppi di giornata.

Una festa che si ripete da ormai quattro anni, con i ragazzi della LoaBikers, la società organizzatrice, che chiudono così il calendario granfondistico delle prove liguri.

 

Un parterre d’eccellenza quello che si presenta alla partenza. Con il dorsale 1 si riconosce Andrea Noè, l’ex professionista magentino ormai padrino delle manifestazioni dei LoaBikers, con il numero 2 è la torinese Olga Cappiello, vincitrice della precedente edizione, con il numero 3 il professionista ligure Nicolò Bonifazio e con il numero 4 Gloria Scarsi, la giovane campionessa italiana esordienti.

A dare il via alle ore 12.00 in punto è Dario Valeriani, il primo cittadino di Pietra Ligure.

Il gruppo muove compatto sull’Aurelia verso Spotorno e, nonostante qualche tentativo di fuga senza esito, è la prima salita verso le Manie a scatenare la bagarre.

 

A dare fuoco alle polveri è il pistoiese Alfonso Falzarno, che subito forza il ritmo. Alla sua ruota si lanciano il pistoiese Giacomo Sansoni e il milanese Paolo Castelnovo. Il passo di Falzarano è però eccessivo per i due scalatori, che sono costretti a diminuire il ritmo e lasciare andare il toscano. Qui la corsa termina la sua storia, con Castelnovo che tenta un inseguimento solitario, ma poi reputa più vantaggioso farsi raggiungere dal drappello degli inseguitori.

 

Falzarano guadagna minuti ad ogni asperità tanto da scollinare il GPM del Melogno con oltre 4 minuti e mezzo sugli inseguitori. Non gli resta che gestire la discesa e passare il traguardo a braccia alzate.

E’ la volata che determina le restanti due posizioni del podio, ben regolata dal bergamasco Luigi Tarchini e dal taiwanese Yin Chin Wang.

Tra le donne è dominio della pratese Claudia Gentili, che di fatto rende nulla la corsa femminile, dando gas sulla prima salita e gestendo in totale solitudine il margine sulle avversarie, che all’arrivo sarà di quasi dieci minuti.

Alle sue spalle giungono la torinese Olga Cappiello e, dopo qualche minuto, la compagna di squadra, la valenzana Raffaella Palombo, che chiude il podio.

Tra le società, la vittoria per numero di arrivati va la milanese Team Cinelli Santini, seguita dalla torinese Briko Squadra Corse e quindi da un’altra milanese, la BrontoloBike di Andrea Noè.

 

La bella giornata di sole si è conclusa con l’ottimo pasta party preparato dal Gruppo Alpini di Loano e con la cerimonia delle premiazioni, alla quale ha prestato il suo gradito supporto Sara Foscolo, vice sindaco di Pietra Ligure.

Il gruppo sportivo LoaBikers dà l’appuntamento al 15 marzo 2015 con la Granfondo Città di Loano.

Tutte le informazioni sulla Granfondo Sitè da Prìa sono disponibili sul sito web ufficiale  www.loabikers.com

 

CLASSIFICHE

 

MASCHILE

1. Alfonso Falzarano (Velo Club Maggi 1906 Asd); 02:48:15; 32,67 km/h

2. Luigi Tarchini (Asd Team Isolmant); 02:54:40; 31,47 km/h

3. Yin Chin Wang (Enervit Atlas Taiwan); 02:54:40; 31,47 km/h

4. Giacomo Sansoni (Asd Sansoni Team); 02:54:41; 31,47 km/h

5. Paolo Castelnovo (Asd Team Ucsa); 02:54:45; 31,45 km/h

6. Alain Seletto (Asd Velo Valsesia); 02:55:17; 31,36 km/h

7. Nicola Bennato (Team Oliveto Asd); 02:55:17; 31,36 km/h

8. Daniele Attolini (A.S.D. Sun-Team); 02:56:07; 31,21 km/h

9. Dario Santo Caruso (Asd Equipe Exploit Goomah Bike); 02:56:31; 31,14 km/h

10. Marco Canella (Team Cinelli Santini); 02:58:21; 30,82 km/h

 

FEMMINILE

1. Claudia Gentili (Ale’ Cipollini Galassia); 03:11:47; 28,66 km/h

2. Olga Cappiello (Team Cinelli Santini); 03:20:17; 27,44 km/h

3. Raffaella Palombo (Team Cinelli Santini); 03:25:17; 26,77 km/h

4. Patrizia Ippolito (Briko Squadra Corse); 03:26:39; 26,6 km/h

5. Sabrina De Marchi (Team Cinelli Santini); 03:29:39; 26,22 km/h

Classifiche complete sul sito MySDAM. www.mysdam.it

 

nella foto Il podio maschile della Granfondo  Sitè da Pria (ph Play Full Nikon)

podio-maschile
     

Condividi
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

Ti potrebbero Interessare

GIRO. CONTI: “SE NON AVRÒ UNA GIORNATA NEGATIVA TERRÒ LA ROSA ANCHE DOPO LA TAPPA DI PINEROLO”

La tappa odierna non rappresentava particolari pericoli per Valerio Conti che, dopo esser riuscito a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *