MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

IL GIRO DI SLOVENIA HA GIA’ UN PADRONE: TADEJ POGACAR

Giornalista della redazione sportiva, esperto di ciclismo professionistico ed Inviato Speciale per Inbici News24


Sullo strappo di Celje, sede di arrivo della seconda tappa, il beniamino di casa ha colto il primo successo in carriera nella corsa del suo Paese. Pogacar ha staccato tutti sulla penultima salita di giornata, giungendo con 1’22” di vantaggio sull’arrivo nei confronti di Matej Mohoric (Bahrain-Victorious) e Diego Ulissi (UAE-Emirates).

INBICI STORE BANNER NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
Shimano Banner archivio Blog

Era una delle giornate più attese dal pubblico al Tour of Slovenia e così è stato: Tadej Pogacar ha sbaragliato la totale concorrenza già al termine della seconda frazione (Zalec – Celje, 147 km), caratterizzata da tre ascese complessive: Lipa e Svetina (2° Categoria) precedono quella breve di 2 km verso Celjski Grad. Nove sono stati i corridori nella fuga di giornata, partendo 20 km dopo il via: l’italiano Alexander Konychev (Team BikeExchange), il russo Viacheslav Kuznetsov (Gazprom – Rusvelo), gli spagnoli Sergio Araiz (Kern Pharma) e Josù Etxeberrìa (Caja Rural – Seguros RGA), il belga Kenny Molly (Bingoal – Wallonie Bruxelles), i britannic Robert Scott (Canyon dhb Sungod) e Daniel Bigham (Ribble Weldtite Pro Cycling), il danese Kasper Andersen (Coloquick) ed il polacco Alan Banasczek (HRE Mazowsze Serce Polski).

La UAE ha messo subito le cose in chiaro scandendo il ritmo nel gruppo della Maglia Verde Phil Bauhaus, primo classificato nella tappa di apertura. La fuga verrà ripresa a 25 km dal traguardo e sul secondo GPM c’è la azione che deciderà la tappa, con Vegard Laengen che porta all’attacco il suo capitano Tadej Pogacar con il connazionale Jan Tratnik, ma il vincitore del Tour 2020 e della Liegi 2021 in breve tempo rimarrà da solo lasciando le briciole a tutti gli altri. Il suo vantaggio si dilaterà col passare dei chilometri ed alle sue spalle i compagni di squadra (con Diego Ulissi spesso in prima persona) a fare da stopper ad ogni assalto degli altri team.

Tadej Pogacar (SLO – UAE Team Emirates) – photo Vincent Kalut/PN/BettiniPhoto©2021

In cima al traguardo di Celje, dove lo ha atteso la fidanzata e collega Urska Zigart, Tadej Pogacar arriva con 1’22” nei confronti di Matej Mohoric, Diego Ulissi (che sfiora di un soffio la doppietta della UAE Emirates) e Matteo Sobrero (Astana – Premier Tech). Queste le sue parole a fine corsa: “E’ un percorso che già conoscevo, lo avevamo fatto due anni fa. Sulla salita ho dato tutto, prestando attenzione in discesa e infine ancora ho dato il massimo fino all’arrivo. Bisognava essere attenti su tutto il percorso, prima col sole e poi la pioggia. La tappa di sabato? Mi piace, è una classica qui al Giro di Slovenia. Sono molto contento intanto di avere vinto oggi.”

I velocisti avranno una seconda chance domani nella terza frazione, la Brezice – Krsko di 165.8 km.

A cura di Andrea Giorgini Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

Giornalista della redazione sportiva, esperto di ciclismo professionistico ed Inviato Speciale per Inbici News24

Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *