SFONDO ASSOS
sabato , 20 gennaio 2018
Basso Top
Outwet Top
Inbici Top Challenge
Assos Top
Home > Blog > Il “Telaio Ideale”
il-telaio-ideale-jpg
Il Telaio Ideale

Il “Telaio Ideale”

Spread the love

Le biciclette che escono dal Reparto Corse di Bottecchia non sono solo gli strumenti di lavoro dei professionisti o il mezzo con cui migliaia di appassionati si muovono sulle strade di tutto il mondo. Sono biciclette che “hanno un’anima” – come le definiscono i loro stessi progettisti –, sono delle “creature” che uniscono sotto questo storico nome tecnologia, design, performance ed emozioni sempre vive nel tempo.

 

Ottavio Bottecchia fu il primo italiano a vincere il Tour de France e anche il primo corridore nella storia della Grand Boucle ad avere indossato la maglia gialla dalla prima all’ultima tappa. Era il lontano 1924 e, da allora, il mondo è cambiato e così anche le biciclette… Se oggi Ottavio fosse qui non crederebbe ai suoi occhi: telai in carbonio sempre più leggeri, gruppi elettronici, ruote scorrevolissime e veloci. E’ così che i grandi marchi firmano le loro specialissime e anche Bottecchia, uno dei nomi leggendari ai quali è legata la storia del ciclismo italiano, si presenta in una veste rinnovata nello stile, nella grafica e nella tecnologia.

Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE

La EMME 695 è la naturale evoluzione della EMME 2, altra creatura del brand veneto che al fianco di corridori e team professionistici ha già fatto molto parlare di sé…

Il felice connubio tra le squadre e il “Reparto Corse” dell’azienda ha permesso di raggiungere dei traguardi importanti per quanto riguarda lo sviluppo e messa a punto di un mezzo che ha dato nel recente passato degli ottimi consensi di performance e di preferenze.

Proprio per quest’ultimo motivo condivido pienamente la filosofia che regna in Bottecchia: il cliente risulta essere il patrimonio più grande che un marchio possa avere e, la soddisfazione dello stesso, porta a costruire le basi per un rapporto lungo e duraturo nel tempo. Se poi, come nella fattispecie del telaio della EMME 695 le operazioni di fasciatura dei tubi in carbonio, di produzione ITALIANA, ad altissimo modulo e ad altissima resistenza, vengono fatte a mano (tube to tube) allora provo ancora un piacere maggiore nel pedalare su una bicicletta completamente prodotta in Italia da una ditta italiana al 100%!

I punti di giunzione, dovutamente levigati e carteggiati durante la fase di lavorazione, sono praticamente inesistenti. La struttura del telaio rinforzata nei punti critici quali la scatola del movimento, il nodo sterzo e il nodo sella, conferisce affidabilità e comodità di guida che ho potuto apprezzare chilometro dopo chilometro nel corso delle prove su strada del mio bike test.

 

In evidenza:

Il gruppo Campagnolo Athena EPS 11V è equipaggiato con la tecnologia Ride Back Home; le geometrie del cambio sono le stesse delle versioni top di gamma Super Record EPS 11V e Record EPS 10V.

Anche l’ergonomia e il design dei comandi sono gli stessi di quelli utilizzati sugli Ergopower™ dei due gruppi più prestigiosi citati in precedenza a conferma che la EMME 695 che ho testato, assicura con un prezzo più accessibile la medesima qualità meccanica ed elettronica di cambiata.

 

Da rivedere:

A mio giudizio il telaio della EMME 695 si colloca al vertici più alti della gamma corsa e quindi deve essere valorizzato con equipaggiamenti prestigiosi al top. Con tutto il rispetto per il gruppo Athena EPS di Campagnolo, preciso e molto ben lavorato ma non leggerissimo, come pure le ruote Fulcrum red Wind, penalizzano leggermente il prodotto sotto il profilo del peso. Ovviamente le proposte di Bottecchia svariano su una gamma di allestimenti che vanno dall’Ultegra al Super Record EPS per soddisfare tutte le esigenze.

 

Consigli per l’acquisto, perché comprarla?

Il carattere eccezionale di questa bici nasce dalle esperienze, test e prove del telaio EMME 2 dal quale ne mantiene le caratteristiche di rigidità, guidabilità e confort, racchiuse però in un telaio da 695 grammi con un’agilità e reattività impressionanti. La EMME 695 è capace di unire tutta l’esperienza e la tecnologia di ultima generazione con i migliori allestimenti disponibili presenti sul mercato. Quando si arriva ad apprezzare questo prodotto si entra in una dimensione dalla quale non si torna indietro.

 

Il Produttore e Distributore per l’Italia:

Bottecchia Cicli s.r.l

V.le E. Ferrari, 15/17

30014 Cavarzere (VE)

Tel. +39 0426 311724

fax: +39 0426 311710

E-mail: info@bottecchia.com

Web site: www.bottecchia.com

 

(Box a parte):

Caratteristiche Tecniche:

          Telaio: incarbonio DDA1K costruito a mano – fasciato; forcellini in carbonio intercambiabili

          Cambio: Campagnolo Athena 11V EPS Electronic

          Deragliatore: Campagnolo Athena 11V

          Guarnitura: Campagnolo Athena carbon 34×50, pedivelle 172.5 mm

          Catena: Campagnolo Athena 11V

          Ruota libera: Campagnolo Athena 11V – 12×27

          Movimento centrale: Campagnolo Athena

          Freni: Campagnolo Athena

          Forcella: Columbus in carbonio UD monoscocca – testa da 1/2 (peso 295 gr)

          Serie sterzo: integrato differenziato 1”1/8 – 1”1/2

          Attacco manubrio: Deda Zero 1

          Piega manubrio: Deda RHM 01

          Reggisella: Deda RS 01 da 31,6 mm

          Sella: Selle San Marco Concor

          Cerchi: Fulcrum Red Wind in carbonio con pista frenante in alluminio

          Coperture: Vittoria Rubino Pro 700×23

          Taglie: 44 – 48 – 51 – 54 – 57

          Colori: carbonio opaco + giallo fluo; carbonio lucido + rosso fluo (come la bici testata)

          Peso telaio: 695,00 gr (senza forcella) nella taglia M, non verniciato – grezzo

          Peso bici completa (come in foto): 8,00 kg nella taglia 48 (54 c/c) completa di pedali Look Keo

 

Tempo di consegna: 10 giorni lavorativi, salvo produzione telaio su misura.

 

Prezzo: € 6.149,00 al pubblico IVA inclusa come modello testato in fotografia.

 

 (Box a parte)

Accessori e materiali utilizzati per il test:

Gli accessori e i materiali che ho usato per il test sono:

          Casco: Carrera Radius www.carreraworld.com

          Occhiali: R&B XLITE www.carreraworld.com

          Scarpe: Lake CX 331 www.lakecycling.com

          Abbigliamento: Campagnolo EPS Sports Wear www.campagnolosportswear.com

          Strumentazione: Mio Cyclo 505 www.miotecnology.com

          Portaborraccia: Elite pvc www.elite-it.com

 

a cura di ROBERTO ZANETTI

1) Bike test.JPG
2) Bottecchia EMME 695.JPG
4) Comandi Ergopower.JPG
5) Batteria EPS.JPG
7) Trasmissione.JPG
     

Banner dentro Notizia INBICI TOP CHALLENGE

Ti potrebbero Interessare

FIANDRE 2018, VANDENHAUTE TIRA DIRITTO: LANCE CI SARÀ

Spread the loveL’invito di Lance Armstrong al Giro delle Fiandre desta più di una perplessità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *