SFONDO COSMOBIKESFONDO ASSOS Sfondo Assos
TOP Shimano
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > INBICI TOP CHALLENGE 2019: ALLA SCOPERTA DI POMARANCE, LOCALITÀ MAGICA NEL CUORE DELLA VAL DI CECINA
Green Fondo Paolo Bettini - La Geotermia

INBICI TOP CHALLENGE 2019: ALLA SCOPERTA DI POMARANCE, LOCALITÀ MAGICA NEL CUORE DELLA VAL DI CECINA

Condividi

Il prossimo mese di aprile, in questo scorcio di campagna pisana, si rinnova il rito con la Green Fondo Paolo Bettini-La Geotermia. Un’occasione imperdibile per pedalare su tracciati molto familiari ai professionisti, ma anche un meraviglioso pretesto per scoprire una terra unica

E’ una delle “scommesse vinte” dell’InBici Top Challenge che, sulla Green Fondo Paolo Bettini-La Geotermia, ci ha puntato da subito, anche quando qualcuno sosteneva che – al di là del prestigioso nome del Grillo – organizzare una gran fondo in una località inedita e particolare come Pomarance sarebbe stato un azzardo. E invece, anno dopo anno, la Gran Fondo ha acquisito credenziali ed autorevolezza, diventando una delle manifestazioni più suggestive del panorama ciclistico amatoriale.

 

Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Pomarance

 

La corsa toscana, in programma il prossimo mese di aprile, vede come sempre alla consolle organizzativa il Veloetruria di Pomarance, un sodalizio che riunisce gli amici più fedeli di Paolo Bettini, il campionissmo che – tra Atene, Salisburgo e Stoccarda – ha costruito una carriera leggendaria.

La Granfondo si snoderà sempre nella provincia di Pisa e in particolare nella valle del Diavolo dove si produce Green Energy. Molto suggestivi i percorsi che si snodano tra il muro del Cerretemberg e l’ascesa di Castelnuovo Val di Cecina. Su queste stesse erte, vale la pena ribadirlo, si sono disputate diverse tappe della Tirreno-Adriatico. Terreni, dunque, molto familiari ai professionisti, percorsi tecnicamente eccellenti, oltre che molto suggestivi sul piano paesaggistico e naturalistico.

Del resto, il messaggio della granfondo è sempre quello: grande attenzione per l’ecologia e per le energie sostenibili, una campagna per l’ambiente che il Velo Etruria continua a portare avanti con l’abituale entusiasmo.

Alla consolle dell’evento, come al solito, il presidente Maurizio Maggi, l’uomo che ha voluto fortemente questa corsa a Pomarance, affidando all’immagine di Paolo Bettini il senso di una sfida che, vent’anni dopo, può dirsi ampiamente vinta.

E il merito è anche del contesto ambientale nel quale la gara si svolge. Salire, ad esempio, verso il fortilizio di Rocca Sillana, uno degli esempi più significativi di architettura militare dell’XI sec., significa approdare su un mondo altro: una vista a perdita d’occhio che domina la Valle del Diavolo, l’Alta Val di Cecina e buona parte della Toscana, fino ai riflessi del mare. Una vallata che si sviluppa intorno a un “selvaggio polmone verde”, con le foreste delle Riserve Naturali di Berignone e Monterufoli-Caselli. Disposti sulle gradinate di un immaginario anfiteatro, Pomarance, i suoi sette borghi medievali e Larderello, capitale mondiale della Geotermia, sono unici così come caratteristico è il loro rapporto con la Terra, una terra “diabolica”, si narra, ma soprattutto fumante.

2011 – Green Fondo Paolo Bettini – La Geotermia

Un tuffo nelle acque del fiume Cecina, una passeggiata sulle “rocce verdi dei serpenti”, coi colori delle fioriture primaverili, immergersi nelle foreste, scoprire una galleria, un ponte, un fantasma di antiche miniere… sono solo alcune delle emozioni possibili nei sentieri delle Riserve Naturali dell’Alta Val di Cecina, 7000 ettari protetti che circondano Pomarance.

Chi si trova qui non può non essere coinvolto in un vortice di storie: cittadini in scena ogni mese dell’anno, il teatro dell’impossibile a luglio col Festival Volterra Teatro, il teatro di comunità in settembre con lo storico Palio delle Contrade, declinato in sfida a colpi di teatro.

La Green Fondo Paolo Bettini-La Geotermia, insomma, non è solo una splendida corsa ciclistica amatoriale, ma anche un meraviglioso pretesto per scoprire, in una stagione ideale, un altro angolo imprendibile del Belpaese. Un’Italia forse meno reclamizzata, ma che conserva intatto un fascino speciale. Da vivere sui pedali. E non solo.

Castelnuovo Val di Cecina

 

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

ALL’ASTA LE MAGLIE DEI CAMPIONI DEL GIRO DELL’APPENNINO PER GLI SFOLLATI DI PONTE MORANDI

CondividiE’ passato un mese dal crollo di Ponte Morandi, che ha portato via 43 vite …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

// Codice AG Contatore rivista