SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Verona

INBICI TOP CHALLENGE – LE CITTÀ DEL CIRCUITO 2019. VERONA, LA CITTÀ DELL’AMORE


Viaggio nei luoghi shakesperiani dove la storia antica s’intreccia con la magnificenza dei palazzi ed i locali della movida

Conosciuta nel mondo come la città di Romeo e Giulietta (protagonisti della celebre tragedia di Shakespeare), Verona ha origini molto antiche e la sua struttura urbana è un esempio di città stratificata nei secoli a seconda delle diverse dominazioni. Il suo centro storico – Patrimonio dell’Umanità Unesco – è ricco di monumenti storici. E’ un luogo di stupefacente bellezza per l’architettura di pregio dei suoi edifici, la magnificenza delle opere d’arte e gli scorci paesaggistici sul fiume Adige. La città ha numerosi monumenti risalenti alle differenti epoche: c’è la Verona romana, quella medievale, dei goti e longobardi, quella scaligera, quella veneziana, quella austriaca e infine quella contemporanea. La città può essere divisa in due parti principali: la parte romana e quella moderna, fino alla seconda metà dell’Ottocento.

La piazza più famosa di Verona, quella che dà accesso al centro storico è Piazza Bra, dove sorge l’anfiteatro romano dell’Arena, ancora oggi utilizzato per spettacoli e concerti e soprattutto per il festival della lirica in estate. Sulla piazza si affacciano diversi edifici storici, il Palazzo della Gran Guardia con i grandi portici e il Municipio. Proseguendo in direzione est si entra nel cuore del centro storico, dove si trovano vie eleganti acciottolate o lastricate in marmo e altre piazze molto belle, come Piazza delle Erbe e dei Signori. In questa zona si trova anche la celeberrima Casa di Giulietta, nel cui cortile si trova una statua dell’eroina shakesperiana e il celeberrimo balcone. La Casa è un palazzo medievale realmente appartenuto alla famiglia veronese dei Cappelletti (i Capuleti di Shalespeare), anche se ha subito molti rifacimenti nel corso dei secoli, mentre il balcone è un’invenzione moderna. La storia d’amore tra Romeo e Giulietta rimane una leggenda.

INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

La Piazza delle Erbe è circondata da bellissimi palazzi storici, come le Case dei Mazzanti, con le pareti esterne affrescate, la medievale Domus Mercatorumo Casa dei Mercanti, il barocco Palazzo Maffei, il Palazzo della Ragione, anch’esso medievale, condiviso con la vicina Piazza Signori, dove svetta l’imponente Torre dei Lamberti.

Piazza delle Erbe, lastricata in marmo bianco, è la piazza più antica di Verona, sede del foro romano. E’ una delle piazze italiane più amate dai turisti stranieri. Al centro sorge il monumento più antico di Verona, la fontana con la statua di Madonna Verona del 380 d.C.

Accanto a Piazza delle Erbe, collegata da via della Costa, si trova Piazza Signori. Qui si trovano edifici medievali e rinascimentali e al centro la statua di Dante Alighieri.

Sono tantissime le vie, i vicoli della città medievale, le piazze e piazzette da visitare, insieme ai numerosissimi monumenti. Tra gli altri ricordiamo la Cattedrale romanica di Santa Maria Matricolare, l’Abbazia di San Zeno con il bellissimo chiostro, poco fuori il centro storico; il complesso di Castelvecchio, con il castello scaligero che ospita un Museo e il ponte sull’Adige; la Porta Borsari di epoca romana. Da vedere poi i graziosi portici di via Sottoriva, vicino all’Adige.

Il centro storico di Verona ospita moltissime boutique di lusso e delle più prestigiose firme internazionali. Numerosi anche i bar, ristoranti, pizzerie, osterie, distillerie, pub e i locali notturni. Alla sera Piazza delle Erbe si svuota delle bancarelle del mercato e diventa il centro della dolce vita veronese, con i residenti che si radunano davanti ai locali per l’aperitivo a base di spritz e prosecco.

a cura della redazione

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *