SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO COSMOBIKE
SFONDO ASSOS
Sfondo Assos
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > KTM PROTEK DAMA : BRUTTO INCIDENTE PER SERENA CALVETTI
Serena Calvetti

KTM PROTEK DAMA : BRUTTO INCIDENTE PER SERENA CALVETTI

La stagione sta volgendo al termine ed una classica di fine stagione è la Gran Fondo Gimondi Bike, gara con partenza dalla bella località di Iseo, si snoda nelle colline circostanti per una lunghezza di 49,3 Km con un dislivello di 900 metri, un Cross Country su unico giro visto le caratteristiche tecniche del percorso.

I bikers KTM PROTEK DAMA erano presenti al via ed hanno movimentato la gara già dai primi chilometri con Jhonnatan Botero Villegas, che è stato nel gruppetto di testa fino a metà gara, poi un problema fisico lo ha costretto al ritiro.

 

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Bene gli altri portacolori con Domenico Valerio, migliore dei nostri, porta la sua KTM Scarp Prestige, ruote Damil Components, al traguardo in 10° posizione, seguito a breve distanza da Denis Fumarola, 13°, buona la prova di Simone Colombo, 39° e 1° M3, mentre Fabrizio Panzeri termina la sua prova in 88° posizione, 16° tra gli Under 23.

Alla Gimondi Bike non ha ores parte la nostra Campionessa Serena Calvetti vittima di un incidente il giorno prima della gara mentre stava facendo la prova del percorso.

Una moto contromano l’ha centrata, è stato necessario il ricovero in ospedale, fortunatamente ha riportato, solo, lesioni e la rottura della clavicola, che è stata operata, con esito positivo.

La rivedremo presto in sella ad una bicicletta.

 

Condividi
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

VENEZUELA: GOMEZ UROSA VINCE IL CRITERIUM DI FINE ANNO!

Il 2018 della Work Service Fausto Coppi Gazzera Videa si chiude con il sorriso e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *