SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
Mirko Tabacchi in azione a Riolo Terme

KTM PROTEK DAMA : TABACCHI METTE IN FILA TUTTA LA NAZIONALE A RIOLO TERME


Nei giorni appena trascorsi i bikers KTM PROTEK DAMA hanno preso parte alla gara della Swiss Cup a Leukerbad ed alla prova Xco a Riolo Terme, all’interno della settimana dedicata al ciclismo in tutte le sue forme denominata “Warm Up”. Partiamo dalla partecipazione a quest’ultima gara, una località nuova per la Mountain bike, su un percorso, di 20 km circa, quasi tutto al sole e con alcuni tratti tecnici, più una Gran Fondo che un Xco vero e proprio.

Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

Nella gara riservata agli Open maschili, parte subito in testa il “Capitano” Mirko Tabacchi, detta i ritmi, accelera e fa la selezione, gli resiste solo lo specialista delle Marathon, Rabensteiner.

Sul rettilineo del traguardo si presentano loro due e se la giocano in volata, Tabacchi vince per il classico colpo di reni, 10 cm che fanno la differenza. Dietro di loro tutti gli atleti della Nazionale convocati da Mirko Celestino e gli altri atleti, c’era, come si dice, il meglio della Mtb Italiana, mancava solo il Campione Italiano Kerschbaumer.

Buona la prova anche dei compagni di Team, Emanuele Huez, 12°, Andreas Vittine, 16°, Domenico Valerio, 17°, Alessio Agostinelli, 18°.

Marika Tovo sul podio a Leukerbad

Anche nella seconda gara della giornata, dedicata a Donne Open e Junior,  siamo tra i protagonisti e gli ispiratori delle fughe iniziali. Marika Tovo, prende il comando in compagnia della compagna Giada Specia e di altre due ragazze, a metà percorso Marika perde contatto dalla compagna di fuga e manterrà la seconda posizione fino al traguardo, seguita da Giada Specia, 3° e Letizia Motalli 5°.

Tra gli Junior Michael Pecis e Mattia Beretta sono gli ispiratori della fuga e del primo frazionamento del gruppo, a metà gara Michael prende il comando in solitaria, la sua esuberanza giovanile lo tradisce, affronta una curva troppo velocemente e cade, dolorante riprende la gara. Al traguardo si presenta in quarta posizione Mattia Beretta, seguito da Michael Pecis, purtroppo per un problema fisico si ritira Tommaso Pandini. Tra le Junior al femminile bene Marta Zanga che si piazza 6°.

Michael Pecis 

Sempre a Riolo Terme nella giornata di domenica si è gareggiato su un percorso diverso, sempre con le medesime difficoltà ambientali, Alessio Agostinelli, conclude in 10° posizione.

“La prima ufficiale della stagione, ero preparato e concentrato. Sono soddisfatto del risultato, visto anche gli atleti che ho battuto. E’ stata dura, temperatura molto alta, sempre esposti al sole, salite impegnative, discese tecniche ed impegnative. Come si dice “buona la prima”, ed ora speriamo di riuscire a dare continuità alle gare.” dichiara un soddisfatto Mirko Tabacchi.

Domenica in Svizzera a Leukerbad è stata la prima gara Internazionale della stagione 2020. Nella varie categorie erano presenti i migliori specialisti della Mtb mondiale.

I primi a partire sono stati gli Junior, la gara era valida come Junior Series, ovvero la Coppa del Mondo per Junior. Al via Mattia Beretta e Michael Pecis, alla sua prima esperienza Internazionale.

E’ proprio il bergamasco Pecis a portare il primo risultato importante di giornata, chiude la sua prova, in 11° posizione, primo degli Italiani e primo tra gli Junior al primo anno. Mattia Beretta ha problemi fisici, e nei primi due giri perde diverse posizioni, non si arrende e caparbiamente continua a pedalare e recuperare, chiuderà in 39° posizione.

Marika Tovo

Nella prova riservata Donne Open c’è il rientro alle gare di Marika Tovo, dopo i vari infortuni del 2019. Parte determinata ma con qualche timore, giro dopo giro prende sempre più consapevolezza e recupera posizioni. Al traguardo giunge 14°, terza tra le Under 23, la compagna di Team Giada Specia, 25°, mentre Letizia Motalli si deve fermare per un problema fisico.

Tra le Junior Donne, Marta Zanga, 28°.

La giornata di gare si conclude con gli Open Uomini. Il lecchese Juri Zanotti parte determinato e motivato, s giro dopo giro guadagna posizioni, al 5° giro è in 20^ posizione assoluta e 2° tra gli Under 23, purtroppo un problema meccanico lo costringe a scendere dalla bici e portarsi all’area tecnica a piedi, viene riparato il guasto, e riparte, perdendo molte posizioni. Alla fine chiuderà in 53^ posizione, seguito da Andreas Vittone, 56°, frenato subito in partenza da una caduta, e da Emanuele Huez, 79°.

“Oggi è stata una rinascita, dopo l’anno passato a recuperare dagli infortuni. Fisicamente mi sentivo bene ed ero pronta ad affrontare questo tipo di gare. Non nego che avevo timore di non farcela a finire la gara. Sono arrivata al traguardo piangendo di gioia, una liberazione vedere la linea di arrivo. Adesso si ricomincia. Dedico questo risultato a tutti coloro che mi hanno aiutato e sostenuto in questo periodo difficile. Grazie.” ci dice una sorridente Marika Tovo.

“Ho fatto una buona gara, non fosse stato per il problema meccanico, che ci può stare. I tempi sui giri erano buoni, mi sentivo bene. Infatti dopo lo stop ho fatto il mio miglior tempo. La condizione c’è, la voglia pure e la determinazione non manca. Sono pronto per le prossime sfide.” afferma Juri Zanotti.

“Due trasferte impegnative, i ragazzi hanno risposto bene ed i risultati sono arrivati. Spiace per alcuni incidenti di percorso che non ci hanno consentito di veder premiato lo sforzo di alcuni nostri ragazzi. Abbiamo ancora altre gare a cui partecipare. Complimenti a tutti.” queste le parole di Valentina Milesi, Consigliere del Team.

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *