Sfondo Assos SFONDO ASSOS SFONDO COSMOBIKE
giovedì , 16 agosto 2018
TOP Shimano
Assos Top
ITALIA BIKE FESTIVAL - TOP
Home > Tutti gli Articoli > LA CRONO DI CAVEDINE: UNA SPETTACOLARE CORSA CONTRO IL TEMPO, VENERDI 6 LUGLIO
foto Newspower

LA CRONO DI CAVEDINE: UNA SPETTACOLARE CORSA CONTRO IL TEMPO, VENERDI 6 LUGLIO

Condividi

Ad inaugurare il ricco carnet di appuntamenti del weekend sarà la prova a cronometro che si svolgerà su un tracciato di 24 chilometri ricavato tra gli incantevoli scenari della Valle dei Laghi

 

Una spettacolare corsa contro il tempo, uno degli appuntamenti più attesi nel fitto weekend de “La Leggendaria Charly Gaul”. La grande classica trentina si aprirà infatti, come tradizione impone, con la prova a cronometro.

Si tratta di un banco di prova importante e, proprio per questo, è lecito attendersi un qualificassimo lotto di contendenti pronti a darsi battaglia fino all’ultimo centesimo.

SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2

La prova si snoderà lungo un percorso già collaudato nelle precedenti edizioni. I cronomen sfrecceranno lungo i ventiquattro chilometri dell’anello naturale disegnato nella Valle dei Laghi con partenza e arrivo dalla località di Cavedine (dislivello di 442 metri). Un percorso suggestivo, con le Dolomiti in sottofondo, un tracciato veloce, tecnicamente poliedrico e dunque adatto a corridori completi.

I primi chilometri di gara presentano una breve salita pedalabile verso Vigo Cavedine, un tratto non particolarmente selettivo ma comunque decisivo per impostare la giusta andatura, dopodiché una veloce discesa porterà i bikers sulle sponde del Lago di Cavedine. Si proseguirà poi in pianura fino alla località Ponte Oliveti, il tratto più congeniale per i passisti veloci. Al termine del tratto pianeggiante comincerà l’impegnativa salita verso Castel Madruzzo e Lasino, ultimo ostacolo da superare prima della finish line.

L’intero itinerario è disegnato, come detto, nell’incantevole Valle dei Laghi, territorio magico a quindici minuti d’auto da Trento. Qui è l’acqua a dominare il paesaggio, con i bacini di Terlago, Santa Massenza, Toblino, Cavedine e altri invasi naturali di più piccole dimensioni.

In questa zona – che lambisce anche i piccoli borghi di Vezzano, Lasino, Calavino e Padergnone – si incontra un paesaggio particolare, in cui si mescolano vegetazione mediterranea e alpina, e convivono olivo, faggio, leccio e conifere, così come l’alloro e il muschio. Una sorta di incantevole cartolina immersa nella natura che, di solito, si percorre con le cadenze slow di una passeggiata corroborante. Un privilegio non concesso ai cronomen, chiamati a percorre quel tracciato nel più breve tempo possibile.

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

IL BIKER MANUELE BELLASIO E’ TRA LE VITTIME DEL CROLLO DI PONTE MORANDI A GENOVA

CondividiManuele Bellasio, 16 anni, una delle quattro vittime di Pinerolo morte nel crollo del ponte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *