MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
Immagini Granfondo La Leggendaria Charly Gaul credit foto newspower.it

LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL: ALLE ORIGINI DEL MITO


Dal 6 all’8 luglio in Trentino si rinnova l’appuntamento tradizionale con la Gran Fondo Uci. E tra i tornanti delle salite più insidiose rivive l’impresa che ha segnato un’epoca

 

“Dai turbinii della tempesta sbuca un uomo solo…”.

Per raccontare l’epopea leggendaria di Charly Gaul sul Monte Bondone si deve partire da lontano, arrivando a “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series” dei giorni nostri.

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

L’evento trentino quest’anno è previsto dal 6 all’8 luglio fra la cronometro di Cavedine, “La Moserissima” intitolata ad un altro mostro sacro delle due ruote legato al Trentino, Francesco Moser, chiudendo appunto con i percorsi di 141 km e 4000 metri di dislivello e di 57 km e 2000 metri di dislivello della tredicesima edizione. Il lussemburghese, come tutti i “geni” dello sport e non solo, poteva alternare prestazioni bibliche a performance non proprio ottimali: “Sky was the limit” per l’Angelo della Montagna, in alta quota fa freddo, e chi meglio di lui abituato alla “frescura” dei vicini Paesi Bassi poteva sfrecciare tra neve, ghiaccio e gelo, andando a conquistare la tappa di 242 chilometri del Giro d’Italia dell’8 giugno 1956 che ancor oggi resta una delle cronache che fanno del ciclismo uno sport di sacrificio, ma anche di stupende narrazioni. Vento gelido, pioggia ed il Costalunga, il Rolle, il Gobbera, il Brocon e il Bondone da conquistare.

Charly Gaul sfidava il freddo con le maniche corte, fuggendo dalle basse temperature, da tutto e da tutti, continuando a pedalare fino al traguardo. Più di un’ora per capire cosa fosse successo e per indossare la maglia del primato, con alle spalle corridori assiderati fermatisi tra osterie, bar, rigenerati dal calore delle coperte ed i pochi coraggiosi a presentarsi alla finish line quasi incapaci, con le mani congelate, di scendere dalla bicicletta.

Per onorare al meglio questa meravigliosa storia di sport e sudore, l’organizzazione dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale sforna prove da urlo, culminanti con la “sfida delle sfide” targata UCI Gran Fondo World Series, con la possibilità di qualificarsi alle finali dei Campionati del Mondo Amatori e Master e di ottenere punti preziosi nei circuiti Alé Challenge e InBici Top Challenge, i quali racchiudono la crème de la crème delle competizioni ciclistiche nostrane.

Gli scenari proposti sono troppo belli per non essere vissuti appieno, per giunta il programma riserva anche una visione più ampia del panorama, coinvolgendo nell’evento anche la spettacolare Valle dei Laghi che impegnerà i velocisti nella cronometro di Cavedine di venerdì 6 luglio, 24 km e 442 metri di dislivello tutti da vivere, e la ciclostorica “La Moserissima” lungo strade bianche dallo spirito “eroico” e scenografico, i protagonisti abbigliati con vestiti d’epoca e vecchie biciclette definite “cavalli d’acciaio” sulle quali gli amanti del vintage saliranno sabato 7 luglio per regalarsi una giornata d’altri tempi.

Le quote d’iscrizione fino al 30 giugno sono così suddivise: 62 euro per la cronometro di Cavedine o per “La Leggendaria Charly Gaul”, 80 euro per partecipare sia al contest contro il tempo che ai percorsi mediofondo o granfondo, e 50 euro per “La Moserissima”, senza dimenticare l’opzione soggiorno “Una vacanza leggendaria”, da considerare per affrontare più gare e per godersi un invitante “luglio trentino”.

Nella mitologia classica, l’eroe è “un semidio o uomo dotato di virtù eccezionali e autore di gesta leggendarie”, Charly Gaul ne incarna appieno lo spirito, ma per partecipare alle mirabolanti sfide dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale non bisogna necessariamente essere dei “supereroi”, basterà avere un buon allenamento nelle gambe. La crono in Valle dei Laghi è per gli specialisti del pedale che usano biciclette ad hoc, anche se qualcuno non disdegna una “classica” per affrontare al meglio l’ultima salita, “La Moserissima” è veramente per tutti, “cavalcando” in compagnia del ciclista italiano più vincente di sempre e fermandosi ai gustosi ristori presenti, tra i quali anche uno a “casa Moser”, mentre il dislivello considerevole de “La Leggendaria” richiede una buona preparazione atletica. Sfide per tutti, non resta che montare in sella.

a cura della redazione

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *