SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO ASSOS
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > LAMPRE-MERIDA
lampre-merida-12-jpg
LAMPRE MERIDA 12

LAMPRE-MERIDA


Domenica anche italiana per la LAMPRE-MERIDA, con il debutto stagionale sul suolo europeo nel Gp Costa degli Etruschi, una corsa con la quale la formazione blu-fucsia-verde ha avuto tradizionalmente un buon legame, come mostrano i successi di Petacchi nel 2010 e di Scarponi nel 2013 

 

Percorso di 190,6 km con una fuga di 6 corridori a condurre la corsa sin dai primi chilometri, arrivando a un vantaggio superiore ai 13′.

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos

 

La LAMPRE-MERIDA, al via con 6 effettivi, ha perso presto Mattia Cattaneo, caduto attorno al 5° km di gara. Il giovane italiano ha lamentato una forte contusione lombo-sacrale ed è stato trasportato per accertamenti all’ospedale di Piombino, dove è stato raggiunto dal medico di squadra Dr Ronchi. Gli esami hanno escluso fratture, confermando la forte contusione.

 

Lunga fuga di sei atleti, neutralizzata a una manciata di chilometri dal traguardo: buono il lavoro della LAMPRE-MERIDA nel rifinire l’inseguimento con l’intento di favorire lo sprint di Bonifazio (foto archivio Bettini), nonostante il ds Righi avesse a disposizione solamente 4 uomini per supportare il giovane velocista.

 

Belletti è però riuscito a impostare una volata lunga, anticipando i tempi e resistendo ai tentativi di rimonta di Bonifazio (3°) e Viganò (2°).

 

“La squadra è stata fantastica nel portarmi in volata: eravamo in pochi, anche per la sfortunata caduta di Mattia, ma abbiamo saputo muoverci benissimo – ha sottolineato Bonifazio – Prima Durasek e Mori hanno dato un contributo decisivo per chiudere sui fuggitivi, poi Conti e Niemiec mi hanno condotto bene sull’ultima salita, consentendomi di lanciarmi nello sprint a Donoratico.

Purtroppo, al momento di iniziare la mia progressione, ho dovuto rallentare per un contatto, proprio mentre Belletti allungava. La rimonta non è stata più possibile”.

 

Questo il commento del ds Righi: “Abbiamo reagito bene alla grossa perdita di Cattaneo nei primi chilometri, che ci ha costretto a correre molto coperti e a muoverci con ancora più razionalità.

I ragazzi si sono votati bene alla causa di Bonifazio, ognuno ha svolto al meglio il suo compito e anche Niccolò ha saputo tenere duro fino allo sprint.

E’ stata bravo Belletti a sfoderare una grande volata, peccato per Bonifazio, comunque autore di una gara positiva”.

 

ORDINE D’ARRIVO

1- Belletti

2- Viganò s.t.

3- Bonifazio s.t.

4- Downing s.t.

5- Colbrelli s.t.

22- Niemiec s.t., 26- Conti 11″, 70- Mori 5’02”, 76- Durasek s.t.

 

 

LAMPRE-MERIDA made its seasonal debut in Europe taking part in Gp Costa degli Etruschi. The blue-fuchsia-green team has a traditional feeling with this race, considering the victories of Petacchi in 201o and the success of Scarponi in 2013.

 

The team directed by Daniele Righi soon lost one of its best rider, Mattia Cattaneo, who got involved in a crash at the 5th km. The Italian rider suffered a back contusion and he was transported to Piombino hospital, where the medical checks did not show fractures.

 

The race was led by 6 attackers whose attempt was neutralized in the final kilometers. LAMPRE-MERIDA gave its contribution to the final part of the chase in order to allow Bonifazio (photo Bettini archive) to take part in the sprint.

The young blue-fuchsia-green fast rider could not recover the action of Belletti, who began ealry his sprint and could cross for first the finish line, preceding Viganò and Bonifazio.

 

“While I was starting to accelerate, my wheel got in contact with the bike of an opponent, so I slowed and I lost some meters from Belletti, who realized a very good sprint – Bonifazio explained – Despite I could not win, I thank my mates: we lost Cattaneo after few kilometers in the race, but we were skilfull in managing our energies during the rest of the course.

Mori and Durasek could give an important boost to the chase of the breakaway in the final part of the race and Niemiec and Conti supported me in the climb before the arrival, so I could try to be protagonist in the sprint”.

 

RACE RESULTS

1- Belletti

2- Viganò s.t.

3- Bonifazio s.t.

4- Downing s.t.

5- Colbrelli s.t.

22- Niemiec s.t., 26- Conti 11″, 70- Mori 5’02”, 76- Durasek s.t.

1
     

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

TEAM SERVETTO – PIUMATE – BELTRAMI TSA: DOMENICA SI CORRE IL TROFEO ALFREDO BINDA

Sarà una giornata di grande ciclismo sulle strade della Provincia di Varese il prossimo 24 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *