MAGNETIC DAYS SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

L’AVVENTURA DELLA EUROTARGET IN VIETNAM


A marzo, mentre la maggior parte delle atlete partecipavano alle Strade Bianche a Siena, due cicliste della Eurotarget Bianchi Vittoria prendevano un volo per il Vietnam. Arianna Fidanza e la campionessa rumena Ana Maria Covrig, entrambe portacolori del team diretto dall’ex professionista Giovanni Fidanza, hanno avuto l’opportunità, correndo in una formazione mista, di partecipare al Giro del Vietnam. Dal 8 al 16 marzo, nove tappe, un’esperienza diversa dal solito ma che ha gratificato le due atlete.

Arianna Fidanza ci racconta di come è nata l’idea di partire per questa stupenda avventura: “Sono stata contattata da Manel Lacambra il quale mi ha chiesto di partecipare alla corsa vietnamita per la squadra mista da lui diretta. Ho deciso di chiedere subito ad Ana di venire con me e sono molto contenta che abbia accettato. Il Team giapponese, nominato High Ambition 2020, era composto oltre che da noi due da una ragazza di Singapore, da una australiana e da una giapponese. Legata a questa avventura c’è però anche un progetto ambizioso per il prossimo anno, come si poteva anche intuire dal nome della squadra”.

INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

“La gara a tappe – continua Arianna parlando del Giro del Vietnam – è stata abbastanza impegnativa, soprattutto per il clima. Anche se si correva al mattino presto, faceva molto caldo. Il percorso per lo più pianeggiante era a volte articolato in circuiti cittadini. Nella quinta frazione, con i suoi 125 km la più lunga e dura, sono riuscita a tagliar il traguardo per prima. Nel finale, dopo aver affrontato alcune brevi salite, tre atlete si erano avvantaggiate e io, vedendo che il gruppo non riusciva a chiudere il gap, ho deciso ai 5 km dal traguardo di partire per tentare di raggiungere la testa della corsa. Sono riuscita nel mio intento e ho dato il mio contributo tirando il gruppetto per un po’. Abbiamo mantenuto un piccolo vantaggio e ci siamo giocate la vittoria in volata. Sapevo di dover tener d’occhio la velocista coreana, l’ho anticipata e sono riuscita a trionfare. Una vittoria che fa morale ma da questa trasferta porto a casa tanti altri bei ricordi positivi”.

Anche se distante dal livello europeo, il ciclismo asiatico pian piano sta compiendo dei passi per raggiungere un’internazionalizzazione e un livello sempre più alto. L’esperienza delle due atlete della Eurotarget è testimonianza di questa voglia di crescita anche in Oriente. Anche le parole di Ana Maria Covrig fanno da eco: “Ovviamente l’organizzazione delle squadre e delle corse sono ancora da sviluppare, ma vogliono crescere. Peccano ancora sulle tattiche ma, aprendosi ad altre realtà, miglioreranno. Sono rimasta molto colpita dal livello di alcune velociste asiatiche. L’atleta che ha primeggiato in quasi tutti gli sprint, ha anche vinto una gara di Coppa del Mondo in Cina battendo tra le tante Giorgia Bronzini e Kirsten Wild”.

 

“Sicuramente è stata un’esperienza diversa dal solito, – prosegue la campionessa rumena – prima di partire non immaginavo che l’avventura andasse così positivamente. Ci siamo trovate a correre con compagne che non conoscevamo ma abbiamo trovato subito il feeling giusto tra di noi. Il clima era molto rilassato e questo ha permesso anche di ottenere buoni risultati. Personalmente ho sofferto un colpo di calore nella seconda tappa, ma poi ho ritrovato una buona pedalata e le frazioni successive sono state utili anche per la preparazione alla nuova stagione. I primi giorni ho faticato ad ambientarmi ma poi al termine della corsa io e Arianna ci siamo confrontate e abbiamo deciso che, se anche il prossimo anno ci proponessero di ripetere l’esperienza, sicuramente accetteremo”.

 

A cura di Davide Pegurri per InBici Magazine

Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *