SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
le-samyn-2015-video-1-1-jpg
LE SAMYN 2015 VIDEO 1 1

LE SAMYN 2015 ( VIDEO )



La Etixx-QuickStep corre ancora una volta da padrona, ma, priva di Mark Cavendish, fatica a finalizzare.

 

Questa volta il ruolo di guastafeste è toccato a Kris Boeckmans che ha letteralmente bruciato Gianni Meersman sul traguardo di Dour, (Belgio) sede d’arrivo de Le Samyn 2015. Christophe Laporte (Cofidis) festeggia un buon piazzamento sul terzo gradino del podio. Successo anche per gli organizzatori, il nuovo tracciato ha regalato una gara altamente spettacolare che ha permesso agli atleti di esprimersi al 100%.

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS

 

Contrariamente a quanto accade di solito, oggi ci vogliono un po’ più di chilometri per veder nascere la fuga che contraddistinguerà la giornata. All’attacco si porta un interessante terzetto composto da: Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Gatis Smukulis (Katusha) e Ludwig De Winter (Wallonie-Bruxelles). Una volta raccolto il benestare del gruppo principale, i coraggiosi di giornata non faticano ad accumulare un buon margine di vantaggio che tocca ben presto i 7’30” a 110 chilometri dalla conclusione. Entrati negli ultimi 100 chilometri, la Trek Factory Racing e la Etixx-QuickStep iniziano il loro deciso inseguimento che costringe successivamente Thomas De Gent a provare l’avventura in solitiaria.

 

Il forte belga della Lotto stacca i compagni d’azione a 60 chilometri dalla conclusione, ma il suo tentativo non ha fortuna venendo ripreso a 20 chilometri dalla conclusione quando si portano al contrattacco sette elementi, questa la composizione: Jan Barta (Bora), Adrien Petit (Cofidis), Alexis Gougeard (Ag2r La Mondiale), Boris Dron (Wanty-Groupe Gobert), Jimmy Engoulvent (Europcar), Sergey Lagutin (Katusha) e Tosh Van der Sande (Lotto Soudal), che seglie un atteggiamento passivo, prima di forare. Ai meno 12, con il gruppo ormai alle calcagna, Adrien Petit prova l’avventura in solitaria, ma il suo tentativo non durerà più di 2 chilometri. Le squadre più attrezzate sembrano far fatica ad organizzarsi quando permettono a diversi atleti di provare l’allungo, ma ai -5 la Etixx prende in mano la corsa in vista del tratto in pavé della Rue de Bellevue. Sul ciottolato Stijn Vandenbergh forza l’andatura permettendo ad otto uomini di prendere quel margine che basta per giocarsi la vittoria. Il team di Patrick Lefevere prova a lanciare Gianni Meersman, ma Kris Boeckmans lo anticipa impedendogli di levare le braccia al cielo.

 

Da segnalare la caduta di Matteo Pelucchi (IAM), avvenuta a circa 50 chilometri dalla conclusione e che lo ha costretto ad un ritiro anticipato, e la foratura di Kristian Sbaragli (MTN-Qhubeka) a 43 chilometri dall’arrivo.

 

 

VIDEO

 

Fonte spaziociclismo.it

BRd
     

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *