SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > L’EROICA 2015
leroica-2015-1-jpg

L’EROICA 2015


L’Eroica 2015, a dieci giorni dal via la quota di seimila partecipanti si avvicina rapidamente.

 

 

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

Scorrere l’elenco degli iscritti è come pedalare in giro per il mondo. Anche con l’aiuto di Google e Wikipedia

Scorrere l’elenco degli iscritti a L’Eroica è come compiere un piccolo giro del mondo tra lingue, culture, religioni e costumi molto diversi fra loro. E’ anche un modo per riscoprire la geografia, la storia dei popoli e dei Paesi che, se molto piccoli, si conoscono pochissimo.

Quest’anno pedaleranno sulle Strade Bianche de L’Eroica ciclisti da 66 Paesi al mondo, alcuni grandissimi, altri piccolissimi al punto da costringerti a cercarne la collocazione su Google o a mettere l’indice sulla mappa appesa alla parete dello studio. E’ il caso, ad esempio di Palau, piccolissimo Paese della Micronesia a circa 500 km ad est delle Filippine, tra i più giovani e più piccoli Paesi al mondo con i suoi 21000 abitanti. Molta curiosità la suscita anche Antigua e Barbuda, stato caraibico appartenente al Commonwelth e governato dal Regno Unito, che fu raggiunto da Cristoforo Colombo nel 1493.  A L’Eroica ci sarà anche un ciclista dall’isola di Aruba, vicina alle coste del Venezuela, ma amministrato dal’Olanda. Le isole di Guernsey e Jersey sono nella Manica, a poche miglia dalla costa francese ma la loro storia le lega al Regno Unito. Ciascuna isola sarà rappresentata a Gaiole in Chianti da un ciclista. Georgia del Sud e Isole Sandwich del Sud, sono in Atlantico e nel 1982 furono al centro della disputa fra Argentina e Regno Unito. Sono isole conosciute per essere lo Stato con meno abitati al mondo; solo trenta. Uno con la loro nazionalità pedalerà sul percorso di 135 km. A Macao si parla portoghese ma il governo dipende ora dalla Cina, di cui è una propaggine. Anche questo piccolo Paese sarà rappresentato domenica 4 ottobre.

Insieme ai ciclisti di questi piccoli o piccolissimi Paesi, nei quali vanno di diritto anche Andorra, Liechtenstein, Isole Cayman, San Marino, Nuova Caledonia, Swaziland ci sono tutti i Paesi più grandi al mondo.

 

L’elenco completo comprende: Afghanistan, Albania, Algeria, Andorra, Angola, Antigua&Barbuda, Aruba, Australia, Austria, Azerbajian, Belgio, Brasile, Canada, Cile, Cina, Croazia, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Eritrea, Estonia, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Grecia, Guernsey, Irlanda, Isole Cayman, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Messico, Moldavia, Monaco, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Pakistan, Palau, Polonia, Portogallo, Qatar, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Somalia, Spagna, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Swaziland, Tunisia, Turchia, USA.

Il Paese con più partecipanti è ovviamente l’Italia con circa 3500 iscritti, seguono la Germania (oltre 500), la Gran Bretagna con oltre 400 iscritti, poi la Svizzera, la Francia e l’Austria. Scorrendo la colonna delle date di nascita si scopre che i più giovani partecipanti hanno 14 anni; sono i tedeschi Diana Ruebekeil e Jan-Ole Stucke e Matteo Moroni, di Greve in Chianti. Sono tre, invece, tra i “sempre giovani”, ultra ottantaquattrenni: lo statunitense George Pohl e gli italiani Mario Leoni, bergamasco e Americo Severini, dalle Marche.

Altra osservazione: è stata abbondantemente superata la soglia del 10 per cento di presenza femminile.

L’ultimo dato interessante è costituito dalla distribuzione sui quattro diversi percorsi: oltre quattromila ciclisti parteciperanno a L’Eroica sui percorsi medi (75 e 135 chilometri) e ben oltre mille saranno i ciclisti che pedaleranno sul percorso più impegnativo di 209 chilometri. Gli altri vivranno L’Eroica pedalando sul percorso più breve, ma ugualmente stimolante e suggestivo, di 46 chilometri.

In questi giorni si va componendo anche l’elenco delle tantissime glorie del ciclismo al via. Fra tutti spicca il nome di Felice Gimondi a cinquant’anni esatti dalla sua straordinaria impresa al Tour de France. Aveva 23 anni e conquistava la corsa più importante al mondo; sarà bellissimo vederlo al via con la sua bellissima maglia gialla.

 

 

L’EROICA, UNA POESIA SCRITTA CON LA BICICLETTA

Dal 1997 L’Eroica è un esempio di valorizzazione del patrimonio ambientale, di stile di vita sostenibile, di ciclismo pulito. Un mondo dove ognuno fa l’eroico a modo suo; l’importante è dimostrare che ci si può sacrificare col sorriso per una passione sana. (Giancarlo Brocci)

 

 

 

L’Eroica 2015: fast approaching 6,000 participants this year

 

 Browsing the list of participants is like taking a bike ride around the world

Browsing the list of participants for L’Eroica is like taking a mini-tour around the world, through a huge variety of languages, cultures, religions and customs. It is also a way to rediscover the geography and history of peoples and countries that we don’t know very well. 

 

This year at L’Eroica, cyclists from 66 different countries will descend on the White Roads of the Siena province. Some countries are large, others are tiny, so tiny as to oblige you to look them up on Google or on the world map that’s hanging in your office. Such is the case of Palau, for example, a tiny country in Micronesia, situated about 500 km east of the Philippines, it is one of the youngest and smallest countries in the world, with its 21,000 inhabitants. Another curious one is Antigua & Barbuda, a Caribbean state that belongs to the Commonwealth and is governed by the United Kingdom; it was discovered by Christopher Columbus in 1493. This year L’Eroica will welcome a cyclist from the island of Aruba which is near the coast of Venezuela, but is administered by the Netherlands. The islands of Guernsey and Jersey are located in the English Channel, a few miles from the French coast but their history links them to the U.K. Each of these islands will be represented in Gaiole in Chianti by one cyclist. South Georgia and the South Sandwich Islands are situated in the Atlantic and were at the centre of the dispute between Argentina and the U.K. in 1982. These islands are famous for being the State with the least number of inhabitants in the world: just thirty. One of them will cycle the 135 km route. In Macao they speak Portuguese but the government is now a special administrative region of China. This little country will also be represented on Sunday 4 October.

 

Along with the cyclists of these small and tiny countries, and the others that are perfectly entitled to be included in this category, such as Andorra, Liechtenstein, Cayman Islands, San Marino, New Caledonia, Swaziland, there are all of the largest countries in the world. This is the complete list: Afghanistan, Albania, Algeria, Andorra, Angola, Antigua&Barbuda, Aruba, Australia, Austria, Azerbajian, Belgium, Brazil, Canada, Cayman Islands, Chile, China, Croatia, Czech Republic, Denmark, Eritrea, Estonia, France, Georgia, Germany, Greece, Guernsey, Ireland, Italy, Japan, Latvia, Liechtenstein, Luxembourg, Malta, Mexico, Moldavia, Monaco, Netherlands, New Caledonia, New Zealand, Pakistan, Palau, Poland, Portugal, Qatar, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovakia, Slovenia, Somalia, South Africa, Spain, Swaziland, Sweden, Switzerland, Tunisia, Turkey, United Arab Emirates, UK, USA.

The country with most participants is, of course, Italy, with about 3,500 entrants. Italy is followed by Germany (over 500), the UK with over 400 entrants, then Switzerland, France and Austria. A glance at the dates of birth tells us that the youngest riders are just 14 years old; they are German participants Diana Ruebekeil and Jan-Ole Stucke, and Matteo Moroni, from Greve in Chianti. In the “forever young” category, there are three 84-year old riders: American George Pohl and Italians Mario Leoni from Bergamo and Americo Severini from Marche.

Another observation: women have far exceeded 10% of the overall participation.

Finally, a word about the distribution of cyclists among the four different routes: over 4,000 cyclists have chosen the medium routes (75 and 135 km), while well over a thousand will take on the toughest route of 209 km. The others will experience L’Eroica pedalling along the shortest 46 km route which is no less stimulating nor appealing.

The list of participants from cycling’s glorious past is also being put together at the moment. First among them is Felice Gimondi exactly fifty years after his extraordinary victory at the Tour de France. He was 23 years old when he triumphed in the most important race in the world; it will be a pleasure to see him at the starting line, wearing his fantastic yellow jersey.

 

 

L’EROICA, POETRY ON A BICYCLE

Since 1997 L’Eroica has been a lesson in how to enhance our environmental heritage, enjoy a sustainable lifestyle and practice clean cycling. This is a world where everyone is a hero in his own way: where the important thing is to show that sacrifice with a smile is possible, if you have a true and healthy passion. (Giancarlo Brocci)

 

1-L'Eroica 2013 - foto Andrea Bruschettini (584).JPG
Eroica297.JPG
   

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER

Ti potrebbero Interessare

L’EDITORIALE : È PRIMAVERA… TESTA BASSA E PEDALARE!

Quando viene maggio, qualcosa di ineluttabile, per la puntualità e l’urgenza mi riporta sulla via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *