LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > L’EVENTO
levento-jpg
LEVENTO

L’EVENTO


Sci di fondo, bicicletta e podistica. Grazie all’infaticabile opera di Angelo Corradini e Gloria Trettel, la Marcialonga cresce e si consolida, spigolando tra tradizione e futuro

 

Parafrasando dal ciclismo, è la Classicissima dello Sci Fondo, la perla italiana della disciplina. Sopra di lei solo la mitica Vasaloppett, in Svezia. Ma come lei, anche la Marcialonga è Leggenda vivente, evento mistico come le Valli che ne sono teatro: 70 km di fatica tra boschi incantati e sentieri da fiaba.

ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos

Marcialonga è sport, cultura, fascino e fatica. Marcialonga è il frutto della passione del gruppo Marcialonga, presieduto da Angelo Corradini e capitanato da Gloria Trettel (general manager). Senza dimenticare gli oltre mille volontari che ogni anno si prodigano per metterla in scena.

Col vernissagè milanese di inizio dicembre, nelle sale di QC Terme Milano, il conto alla rovescia può dirsi partito ufficialmente: meno di due mesi alla 44ª Marcialonga di Fiemme e di Fassa, primo dei 3 appuntamenti stagionali per il gruppo. Si comincia dunque nell’ultimo week end di gennaio, dal 27 al 29. L’appuntamento di domenica 29, la Marcialonga vera e propria, sarà il clou di una 3 giorni che includerà una versione Baby (per la fascia 0-6 anni) e che vedrà, sempre nel pomeriggio di venerdì, l’apertura ufficiale di ‘SciVolando con stile’. Cronache, mode, imprese e sogni raccontati dalle voci e dalle immagini dei protagonisti dello sci, esperti di cultura, sport e costume. Un evento di cultura e sport promosso dai Comitati delle 2 storiche gare di sci del Trentino: la 3Tre di Madonna di Campiglio e ovviamente la Marcialonga.

 

una immagine della Marcialonga Cycling Craft edizione 2016

 

Sabato 28 spazio agli eventi collaterali (Story, Stars, Young), il via della 44ª Marcialonga di Fiemme e di Fassa sarà dato alle 7.50 di domenica 29 (prima le donne, gli uomini alle 8). Angelo Corradini, presidente del Comitato Organizzatore comincia da un ricordo personale e rassicura quindi sull’eventuale mancanza di neve, che non sarebbe un inedito: “Ho gareggiato nel fondo – dice – anche se con pessimi risultati. Però ero iscritto alla 1ª edizione della Marcialonga, nel 1971. Purtroppo mi trovavo in Svizzera per degli esami scolastici e arrivai tardi, le 9 del mattino. Tutti già partiti. Un peccato. L’eventuale mancanza di neve non ci preoccupa e non sarà un problema. In questo Marcialonga ha fatto la storia, già nel 1974 abbiamo dovuto fare di necessità virtù. Anche l’anno scorso mancava la neve ma siamo riusciti a garantire il percorso. Sappiamo fare di necessità virtù. Peraltro, dopo il freddo di metà novembre, abbiamo già una discreta riserva di neve. Dal 12 dicembre la distribuiamo e già dal 15 si potrà sciare. Ci tengo a sottolineare che avremo la copertura televisiva di Raisport e l’evento andrà in diretta in almeno 12 nazioni. Abbiamo già chiuso con le 3 reti nazionali scandinave: Svezia, Norvegia e Finlandia. Al via ci saranno 10 senatori, gente che ha gareggiato in tutte le precedenti 43 edizioni. Daremo loro la giusta rilevanza, anche nei giorni che precedono la gara”. 

Da gennaio a giugno, dal fondo al ciclismo. Il secondo impegno del gruppo, da venerdì 4 a domenica 6 giugno, è l’ 11ª Marcialonga Cycling Craft. Arricchita dalla grande novità della gara a scatto fisso, venerdì 4, suo palcoscenico Predazzo. La manifestazione di domenica 6, Gran Fondo e Medio Fondo sui 135 e 85 km, farà parte di numerosi circuiti. Sarà prova della nostra Inbici Top Challenge, dell’Internazionale Gran Fondo World Tour, dello Zero Wind Show. Per il 2° anno anche del campionato Nazionale ACSI granfondo/mediofondo. Monte San Pietro è Lavazè le due ascese del percorso breve, nel lungo anche San Pellegrino e Valles, prima del ritorno a Predazzo.

 

La partenza della Marcialonga di Fiemme e Fassa 2016

 

Un grande evento che racchiude tante eccellenze, come spiega anche Emiliano Borgna, Responsabile Nazionale Acsi Ciclismo: “Il ciclismo è il traino ACSI, con circa 1800 società del settore affiliate. Siamo soddisfatti del debutto di un anno fa, è stata la prima Marcialonga con egida ACSI ed è un onore per l’Ente poter lavorare per una manifestazione che abbia i massimi standard qualitativi e di sicurezza. Organizzare il ciclismo è complicato, il problema sono i ciclisti: chiunque, con il dorsale in schiena, vuole un minimo competere. Qualcuno però perde la bussola e mette a rischio gli altri. Il nostro compito è fare in modo che domenica 6 giugno tutti si divertano, gareggiando ma in sicurezza. E garantisco, per averlo visto, che il percorso è bellissimo, mi ha fatto scoprire magnifici posti che, lo ammetto, non conoscevo”.

Dopo il fondo e il ciclismo, la corsa a piedi. Ultimo appuntamento del gruppo Marcialonga, in data 3 settembre, la 15ª Marcialonga Running Coop, vera linea di congiunzione tra la due valli trentine. Partenza del centro di Moena, tracciato di 26 km che passa poi per i centri fiemmesi di Predazzo, Ziano, Panchinà, Lago di Tesero e Masi di Cavalese, prima dell’arrivo in via Bronzetti, nel cuore di Cavalese. A fare il punto dell’evento e del lavoro complessivo che il gruppo ha già cominciato a svolgere, una signora: la general manager Gloria Trettel.

 

“Prima cosa ringrazio tutti i nostri volontari. La maggior parte sono maschi e non è così facile tenerli a bada. Ma cerco di comprenderli e soprattutto mi fido di loro. Anche questa 15ª edizione, come tutte le altre, è dedicata in primis alla massa, alla gente di tutte le età, a tutte le persone che amano lo sport. Poi ci sono naturalmente anche gli agonisti. Il nostro impegno è prenderci cura di tutti. Pensare ai più bravi ma ancor più, se possibile, alle migliaia che stanno nella ‘pancia’ del gruppo. Coinvolgeremo anche i bambini, avremo almeno 50 senatori in gara e li valorizzeremo. Anche dei VIP, Davide Cassani (Ct Italia ciclismo) ha promesso che farà sia la ciclistica che la podistica. Stiamo anche valutando, già per settembre 2017, di approntare 3 diverse distanze. Forse 8,10 e 26 km. Sicuramente le adotteremo in futuro, già dal 2018. Abbiamo stabilito un limite di 7mila iscritti ma credo che lo supereremo. Sarà uno stress-test ulteriore, ma ci siamo abituati e siamo pronti. Vogliamo dare il massimo a livello di disciplina sportiva, sicurezza e territorio. Offriremo competizione, divertimento, salute e soddisfazione a tutti i partecipanti dei nostri eventi”.

Questo dunque il 2017 del Gruppo Marcialonga. 27-29 gennaio: 44ª Marcialonga Val di Fiemme Val di Fassa (sci di fondo). 4-6 giugno: 11ª Marcialonga Cycling Craft (ciclismo). 3 giugno: 15ª Marcialonga Running Coop (podismo).

 

nella foto di testa, 

Ivana Vaccari intervista  Angelo Corradini presidente Marcialonga, durante la conferenza stampa svoltasi a dicembre.

credit foto Newspower.it

 

a cura di Fabio Panchetti Copyright © Inbici Magazine

1 Partenza
2 Vaccari Corradini
Cini Minuzzo Gruppo
 

Condividi
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

L’EDITORIALE : È PRIMAVERA… TESTA BASSA E PEDALARE!

Quando viene maggio, qualcosa di ineluttabile, per la puntualità e l’urgenza mi riporta sulla via …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *