SFONDO ASSOS
ITALIAN GRAVEL TROPHY BANNER TOP
BANNER CICLOPROMO LILBADDY BANNER TOP

MAXXIS RAMBLER, IN UNA GOMMA TUTTO LO SPIRITO DEL GRAVEL


La scelta di una copertura “gravel” è una questione di fondo: sì, perché se ogni copertura contribuisce a definire le prestazioni e lo stile di guida su tutte le tipologie di bicicletta, nel caso della specialità a metà strada tra la bici da corsa e la mtb, tra il ciclocross e il cicloturismo, lo pneumatico dovrebbe essere valido non solo e non tanto a livello tecnico, ma anche per quel che riguarda le sue capacità di adattarsi a diversi fondi e diverse destinazioni d’uso.

CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
SCOTT BANNER NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
Shimano Banner archivio Blog
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE

Questo, almeno, se il gravel biking lo si intende nella sua vera essenza di specialità trasversale, che passa indifferentemente dall’asfalto al fuoristrada, dalle uscite brevi agli avventurosi giri “epici”, quelli che non si sa quando finiscono e su quali terreni andranno a portare le tue gomme.

Appunto: la versatilità è il punto di forza di Rambler nella sezione 38C che abbiamo provato a lungo come potete vedere nel nostro video. Rambler nella sezione da 38C è stata tra le principali novità della collezione Maxxis per il 2021, il marchio taiwanese che in Italia è distribuito dalla Ciclo Promo Components, che in catalogo ha ben trentuno modelli di pneumatico (considerando solo quelli importati in Italia… ) e che solo per citarne alcuni equipaggia i team professionistici della strada Israel-Start Up Nation e della mtb Lotto-Lee Cougan.

Come potete vedere nel video Rambler è una copertura che si adatta indifferentemente ai terreni asfaltati e a quelli in fuoristrada tipici del gravel. Il segreto della sua polivalenza è prima di tutto nella sezione 38C, né troppo minimale da soffrire terreni impervi, né troppo generosa per penalizzare in termini di peso, reattività e di scorrevolezza. La scorrevolezza, appunto: il grande plus di questa copertura che è in vendita al prezzo di 44,90 euro è una resistenza al rotolamento minima all’interno del genere gravel. Il merito è della sua mescola a doppia densità e soprattutto della tassellatura “ragionata”, che alterna i tasselli piccoli e fitti distribuiti sulla banda centrale a quelli più radi (ma sempre poco pronunciati) disposti sulle due spalle con uno schema direzionale rispetto all’angolo di incidenza al suolo che la copertura si troverà ad assumere “in piega”.

Tutto questo è poi abbinato a un design della carcassa che disegna un profilo rotondo lungo tutto l’arco di circonferenza della carcassa, elemento, questo, che permette di guadagnare non solo in scorrevolezza, ma anche e soprattutto in capacità della copertura di “digerire” bene le contropendenze o i canali che si possono talvolta incontrare sui percorsi gravel, ovvero tutte situazioni che altrimenti potrebbero mettere in crisi aderenza e grip sul terreno.

Maxxis Rambelr 38C è anche una copertura molto leggera, solo 380 i grammi da noi rilevati, merito della sua morbida carcassa da 120 Tpi e della sua tassellatura che appunto non è troppo pronunciata.

Rambler, inoltre, è provvisto di una doppia protezione contro forature e tagli: sui fianchi troviamo la protezione Exo, materiale estremamente resistente ai tagli e alle abrasioni; si tratta di un tessuto con trama molto fitta, leggero e altamente flessibile, che non incide sul comportamento della copertura. Inoltre, su tutto l’arco di circonferenza dello pneumatico è impiegata la protezione SilkShield, che da tallone a tallone offre un ulteriore presidio in più.

La copertura, infine, è una tubeless ready, e questo è indubbiamente un ulteriore plus in una disciplina dove la capacità di giostrare la pressione degli pneumatici propria del sistema senza camera d’aria è giocoforza per adattarsi a una grande moltitudine di terreni e per ottenere il massimo in ogni uscita in cui ci si cimenta.

Punti deboli? Più che di punti deboli bisognerebbe parlare di terreni non adatti a una tassellatura del genere, perché evidentemente con un battistrada scolpito in questa maniera è impensabile aspettarsi prestazioni, grip e tenuta anche sui terreni in fuoristrada fangosi o “molli”. Ma precisiamo che per questo utilizzo la gamma gravel di Maxxis propone la più “cattiva” Ravager, una “40C” per chi il gravel o interpreta in modo più “hard”, più fuoristradistico.

Infine, oltre a questa da 38C, Rambler è disponibile anche nella sezione da 700x40C, e dal prossimo anno sarà distribuito anche nel diametro 650B, per ruote da “27,5” pollici (e con sezione 47C).

Ulteriori informazioni: Ciclo Promo Components, Maxxis

a cura di Maurizio Coccia ©Riproduzione Riservata-Copyright© InBici Magazine

SCOTT BANNER NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
UCI GRAN FONDO WORLD SERIES BANNER BLOG
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
CLIF BAR BELTRAMI - BLOG
CICLOPROMO ELEVEN -  BANNER  BLOG POSIZIONE 1

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *