SFONDO ASSOS SFONDO COSMOBIKESfondo Assos
TOP Shimano
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > MENTE IN SELLA. ALLENA LA TUA TESTA

MENTE IN SELLA. ALLENA LA TUA TESTA

Condividi

L’intelligenza Emotiva può essere il “valore aggiunto” ma anche una pesantissima “zavorra” per la prestazione di un atleta. Ecco come gestire le emozioni ed imparare ad allenare la propria mente

“Il respiro è il ponte tra la vita e la consapevolezza, perché collega il corpo alla mente” (Tich Nhat Hanh)

Cosa c’entra l’INTELLIGENZA EMOTIVA con lo sport? Innanzitutto, è bene precisare che cosa si intende, con esattezza, per “INTELLIGENZA EMOTIVA”.

Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2

 

La psicologia applicata allo sport definisce così la capacità dell’atleta di RICONOSCERE, UTILIZZARE e GESTIRE con consapevolezza le proprie emozioni.

La frustrazione per un mancato obiettivo, ad esempio, lo scoraggiamento per risultati al di sotto delle aspettative o la demotivazione e la scarsa autoefficacia che possono conseguire a prestazioni poco soddisfacenti: si tratta di emozioni che, se non gestite adeguatamente, sottraggono all’atleta energia vitale.

Le emozioni “negative” e spiacevoli, infatti, possono “annebbiare” la vista, indebolire corpo e mente ostacolando in questo modo la piena espressione delle potenzialità dell’atleta; ecco perché è tanto importante imparare a gestirle. Da qui la necessità dell’atleta di sviluppare la propria intelligenza emotiva.

Nello specifico, l’intelligenza emotiva è UN’ABILITÀ MENTALE che consente all’atleta di:

–  monitorare e gestire le proprie emozioni facendo sì che non diventino uno sgradevole imprevisto bensì un’illuminante FONTE DI INFORMAZIONE;

– AUTO-MOTIVARSI. Infatti, soltanto conoscendo l’origine delle proprie emozioni l’atleta diviene consapevole di  quale “tasto” toccare per stimolare la propria MOTIVAZIONE.

– Raggiungere lo stato di ATTIVAZIONE OTTIMALE. Imparando ad ASCOLTARSI il corridore comprende qual è il suo stato emotivo che favorisce un livello di ATTIVAZIONE ottimale in vista delle sfide più importanti.

– Sviluppare soddisfacenti RELAZIONI CON GLI ALTRI. Comprendere i meccanismi attraverso cui si manifestano le emozioni proprie e altrui è infatti un’abilità FONDAMENTALE all’interno dei team-squadra in quanto FAVORISCE un clima sereno e relazioni chiare ed armoniche sia tra lo staff che fra i compagni.

– Comprendere i SEGNALI DEL PROPRIO CORPO. Esso infatti subisce CONTINUAMENTE l’influenza delle emozioni che, per loro natura, hanno una componente fisiologica, il che può ostacolare il recupero, la motivazione, l’allenamento e tutte le componenti fondamentali nella preparazione di un atleta.

L’INTELLIGENZA EMOTIVA SI PUÒ ALLENARE? Certo che sì! Sviluppare l’intelligenza emotiva È POSSIBILE. Il Mental training, fra gli altri obiettivi, si pone quello di aiutare l’atleta a SVILUPPARE l’intelligenza emotiva: un’abilità che tutti gli atleti possiedono, anche se non tutti la allenano.

Abbinando alla preparazione fisica un programma di Mental training l’atleta potrà sviluppare la capacità di districarsi fra le tante emozioni che spesso lo “ASSALGONO” o lo CONFONDONO nei momenti clou della vita, degli allenamenti e delle competizioni.

E allora cosa aspetti? CONOSCI TE STESSO E DIVENTA IL SEGRETO DEL TUO SUCCESSO.

Se vuoi saperne di più sui miei percorsi di Mental training o per chiedere una consulenza, contattami all’indirizzo mail info@claudiamaffi.it (www.claudiamaffi.it).

A cura della dott.ssa Claudia Maffi psicologa dello sport – Copyright © INBICI MAGAZINE

 

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

STOP A SCHIZZI E FANGO CON “FAN-GO” !

CondividiSelle SMP è un’azienda dinamica e moderna, costantemente attenta alle tendenze del mercato in continua …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

// Codice AG Contatore rivista