SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
michele-bartoli-1-jpg
MICHELE BARTOLI 1

MICHELE BARTOLI



L’ex corridore Michele Bartoli ha espresso, ai microfoni della trasmissione di Elleradio “Ultimo Chilometro”, un parere su quanto è avvenuto a Richie Porte, penalizzato di due minuti in classifica generale al Giro d’Italia:

 

“Ho due linee di pensiero: sottolineo l’errore madornale che ha fatto la Sky perché già da bambini ci dicevano che dovevamo difendere la leadership della classifica generale, quindi negli ultimi chilometri di corsa un corridore doveva stare vicino al proprio capitano. Il problema è di organizzazione della squadra. Sulla punizione sono un po’ di più sull’emozionale: è vero che i giudici hanno seguito il regolamento ma il regolamento deve essere cambiato, non vedo perché nello sport non si possa aiutare il prossimo. Anche io sono stato testimone oculare di un aiuto simile: al Fiandre che ho vinto, Baldato, che è arrivato secondo, ha ricevuto una bicicletta da un altro direttore sportivo, infatti nelle foto dell’epoca si vede chiaramente che la bici non è la sua perché era di un altro marchio. Nessuno è stato però multato: capisco che essere multati per demeriti sportivi, come accade a chi si attacca alle moto in salita per rientrare, però per un incidente meccanico mi sembra una cosa azzardata. Poi per carità, le regole sono fatte per essere rispettate”.

KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

 

“Sinceramente il fatto di far dormire Porte in un motorhome tutto per lui mi sembra non rispettoso verso i compagni di squadra – prosegue Bartoli -, mi sembra una moda azzardata, perché gli altri corridori del team non sono capitani ma fanno gli stessi sacrifici di Porte. Fossi stato ancora un atleta mi sarei sentito in difficoltà a lasciare i miei compagni di squadra per andare a dormire in un motorhome”.

 

Infine, un pensiero sulla vittoria di Diego Ulissi a Fiuggi: “Seguendo Diego so quanto ha sofferto di questa brutta avventura che gli è capitata: tornare alla vittoria dopo un anno è stata una liberazione. Iniziava ad essere un po’ impaziente, invece adesso ha ritrovato anche la fiducia in sè stesso. La vittoria è arrivata al momenti giusto”.

 

fonte Carlo Gugliotta

Immagine
     

Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *