SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER TOP NERO
Home > Tutti gli Articoli > MOLESTIE A GIOVANE CICLISTA: DIRIGENTE MARCHIGIANO RADIATO DALLA FEDERCICLISMO

MOLESTIE A GIOVANE CICLISTA: DIRIGENTE MARCHIGIANO RADIATO DALLA FEDERCICLISMO


La Federciclismo ha squalificato a vita un tecnico federale per molestie ad una giovane ciclista.

 

Dopo due anni di indagini e testimonianze, il Tribunale federale della Fci ha dunque ritenuto fondate le accuse a carico del dirigente marchigiano, radiandolo dalla Federazione. Si tratta del primo caso accertato di molestie nello sport delle due ruote.

Le poche righe del comunicato della prima sezione del Tribunale federale della Federciclismo, presieduto dall’avvocato Salvatore Minardi, non lasciano adito a dubbi: “Nella riunione collegiale del 16 gennaio presso la sede federale della Fci Stadio Olimpico a Roma, il Tribunale federale commina al tesserato G.R. la sanzione della radiazione con decorrenza dalla data odierna”.

DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG

Ma dietro la parola radiazione si nasconde il primo caso accertato di molestie a una giovane ciclista, “a conclusione di un paio d’anni di indagini, supportate dalle testimonianze anche dei genitori”, spiega Renato Di Rocco, presidente della Federciclismo.

 

Condividi
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

Ti potrebbero Interessare

OGGI A CESENATICO GIANFRANCO JOSTI RACCONTA PANTANI

  Sarà Gianfranco Josti, il decano dei giornalisti italiani di ciclismo, il prossimo ospite di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *