SFONDO ASSOS
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER
nettarine-jpg
NETTARINE

NETTARINE



E’ il romagnolo Luca Pacioni (Team Colpack) a vincere la prima tappa del Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp sul traguardo di Imola e a vestire la maglia verde Alegra di leader della classifica.

 

1° tappa – venerdì 23 maggio 2014

Lugo – Imola km 150,9

INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

Gran premio Consorzio Agrario dell’Emilia – Trofeo Città di Imola-Nuovo Circondario Imolese

 

Imola. E’ il 20enne Luca Pacioni il primo leader del 19° Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp. Il romagnolo del Team Colpack, nato il 13 agosto 1993, ha vinto allo sprint la prima tappa della corsa a tappe per Under 23, precedendo sul traguardo di Imola Andrea Toniatti (Zalf Euromobil Desirée Fior) e Alberto Tocchella (Gavardo Tecmor).

Per Pacioni, romagnolo di Gatteo (Fc), è il primo successo stagionale dopo quattro piazzamenti sul podio.

 

LA CRONACA – Incolonnamento alle 13.40 al Consorzio agrario di Lugo, partenza ufficiale alle 14 per i 184 corridori al via del 19° Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp.

La prima frazione della corsa a tappe romagnola, denominata Gran premio Consorzio Agrario dell’Emilia – Trofeo Città di Imola-Nuovo Circondario Imolese, prevede 120 chilometri pianeggianti, prima di andare ad affrontare per due volte lo storico circuito dei Tre Monti (dove nel 1968 Vittorio Adorni vinse il Mondiale professionisti); il secondo Gpm è a 11 km dal traguardo di Piazza Matteotti a Imola.

La fuga che caratterizza la tappa parte al km 14: si avvantaggiano Luca Muffolini (Gavardo Tecmor) e Davide Belluschi (Team Named Ferroli), raggiunti al comando da Matteo Pozzoli (Team Named Ferroli), Juan Ignatio Curuchet (Mg Kvis Wilier Trevigiani) e Matteo Natali (Mastromarco).

Al traguardo volante di Cervia (km 50) transitano nell’ordine Muffolini, Pozzoli e Curuchet.

Le prime due ore volano a oltre 43 km/h di media.

Il quintetto arriva ad avere un vantaggio massimo di 3’22” a Granarolo (km 102). I fuggitivi si presentano all’inizio del primo dei due giri del circuito dei Tre Monti con poco più di un minuto di vantaggio; Natali si avvantaggia sui 4 compagni di avventura, che vengono raggiunti dalla testa del gruppo (composto da una trentina di corridori), e transita per primo al 1° Gpm (km 127).

Nel corso del secondo giro del circuito dei Tre Monti, ancora un drappello di una trentina di corridori al comando della corsa; al 2° Gpm (posto a 11 km dall’arrivo) cerca di avvantaggiarsi Marco Tizza (M.I. Impianti), ma la situazione non cambia e al comando rimane un gruppo di una trentina di unità.

Si scende verso il centro di Imola con gli uomini della Zalf Euromobil Désirée Fior a trainare il gruppo verso la volata di Piazza Matteotti, ma il romagnolo Luca Pacioni (Team Colpack) piazza la sua zampata allo sprint superando Andrea Toniatti (Zalf Euromobil Dèsirée Fior) e Alberto Tocchella (Gavardo Tecmor) e vestendo la prima maglia verde Alegra di leader della classifica generale.

 

 

 

Ordine d’arrivo:

  1. Luca Pacioni (Team Colpack) 150,9 km in 3h36’16” media 41,865 km/h
  2. Andrea Toniatti (Zalf Euromobil Desirée Fior)
  3. Alberto Tocchella (Gavardo Tecmor)
  4. Iuri Filosi (Team Colpack)
  5. Matvey Nikitin (Team Named Ferroli)
  6. Marco Corrà (Mastromarco)
  7. Manuel Senni (Team Colpack)
  8. Marco Chianese (Team Pala Fenice)
  9. Gianni Moscon (Zalf Euromobil Desirée Fior)
  10. 10.              Francesco Rosa (Team Colpack)

 

Classifica Generale UFFICIOSA:

  1. Luca Pacioni (Team Colpack)
  2. Andrea Toniatti (Zalf Euromobil Desirée Fior) a 4”
  3. Alberto Tocchella (Gavardo Tecmor) a 6”

 

 

 

 

LE MAGLIE

–                 maglia verde Alegra (classifica generale): Luca Pacioni (Team Colpack)

–                 maglia gialla Agrintesa (classifica a punti): Luca Pacioni (Team Colpack) – La indossa Andrea Toniatti (Zalf Euromobil Désirée Fior)

–                 maglia azzurra Caviro (classifica Gran premio della Montagna): Marco Tizza (M.I. Impianti)

–                 maglia bianca Valfrutta Fresco (classifica dei giovani): Giuseppe Sannino (Team Pala Fenice)

 

 

Domani, sabato 24 maggio 2014 – 2° tappa: Cotignola (Ra) – Palazzuolo sul Senio (Fi) 147,5 km

Si parte dal Consorzio agrario a Cotignola alle 13.15, via ufficiale alle 13.30.

Dopo la prima parte di frazione nella bassa romagnola, si entra nel vivo della corsa con la scalata verso il Passo Sambuca (1080 metri s.l.m) e Prato all’Albero (1036 metr s.l.m.) a poco più di 30 km dall’arrivo. Ma non è finita: mancano sette chilometri di salita verso il Passo Carnevale (718 metri s.l.m.), terzo GPM di giornata, posto a 5 km dall’arrivo (previsto tra le 16.55 e le 17.15).

 

Domenica 25 maggio 2014 – 3° tappa: Sassoleone (Bo) – Faenza (Ra) 147 km

Terza e ultima frazione dedicata – almeno sulla carta – ai velocisti rimasti in gara.

Via ufficioso da Sassoleone alle 13.50, partenza ufficiale alle ore 14.

I due GPM (Coralli) sono posti a più di 60 km dal traguardo, posto come tradizione in via Galileo Galilei a Faenza davanti allo stabilimento Agrintesa (previsto tra le 17.20 e le 17.40).

 

Per maggiori informazioni sulla corsa, sui percorsi e sui corridori iscritti, visitare il sito www.ascdiromagna.it/2014/2014_lacorsa.

 

 

 

fonte Massimo Marani

Ufficio Stampa Giro Pesca e Nettarina di Romagna Igp

www.ascdiromagna.it

tappa (4)
tappa (6)
tappa (7)
tappa (10)

Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *