SFONDO COSMOBIKE
Sfondo Assos
SFONDO ASSOS
TOP Shimano
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > NIPPO VINI FANTINI: 7 GLI #ORANGEBLUE PER LA PRIMA ADRIATICA IONICA RACE

NIPPO VINI FANTINI: 7 GLI #ORANGEBLUE PER LA PRIMA ADRIATICA IONICA RACE

Prima edizione della nuova corsa del calendario italiano disegnata e ideata da Moreno Argentin.

 

7 gli #OrangeBlue al via per onorare al meglio il debutto di questa corsa a tappe. Damiano Cunego, alla sua penultima gara, il leader insieme a Ivan Santaromita. Filippo Zaccanti il giovane scalatore, Marco Canola per gli arrivi veloci, insieme a Nicola Bagioli e Marco Tizza. Damiano Cima uomo squadra.

Adriatica Ionica Race.

BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

La NIPPO Vini Fantini Europa Ovini torna a correre sulle strade italiane dopo i prestigiosi appuntamenti in Svizzera e Slovenia. Dal 20 al 24 giugno 7 #OrangeBlue saranno al via della prima edizione dell’Adriatica Ionica Race, la nuova corsa a tappe italiana ideata e “disegnata” da Moreno Argentin con la ASD Sport Union. Per onorare la prima edizione una formazione importante è stata selezionata da Mario Manzoni, con Damiano Cunego che correrà la sua penultima gara della carriera, prima del campionato italiano su strada del prossimo 30 giugno.

 

LA FORMAZIONE

Il Direttore Sportivo Mario Manzoni ha selezionato attentamente i 7 corridori, basandosi sulle caratteristiche della gara e sopratutto sullo stato di forma degli atleti dimostrato nelle recenti competizioni in Svizzera e Slovenia. Il percorso esigente vedrà tre scalatori #OrangeBlue curare la classifica generale. Si tratta di Damiano Cunego, alla sua penultima gara in carriera ma motivato a ben figurare, di Ivan Santaromita che al Tour de Suisse ha dimostrato un’ottima condizione su percorsi molto impegnativi e del giovane Filippo Zaccanti che al Tour de Suisse ha indossato per tre tappe la maglia di miglior scalatore alla sua prima gara World Tour della carriera. Il capitano degli #OrangeBlue Marco Canola potrà essere prezioso nelle tappe più veloci, come la quarta, con lui Marco Tizza e Nicola Bagioli. Completa il roster il giovane uomo squadra Damiano Cima, importante gregario, ma anche prezioso uomo per la crono.

Mario Manzoni motiva così le sue scelte: “Si tratta di una gara dalla duplice valenza per noi, molto importante onorare una nuova corsa italiana e importante anche per la Ciclismo Cup. Abbiamo scelto un Roster equilibrato, con capitani per le tappe in salita, uomini per gli arrivi misti e la crono-squadre. Damiano Cunego sarà al suo penultimo atto e ci tiene a dare il suo contributo al team, tutti i suoi compagni arrivano dal Tour of Slovenia o dal Tour of Switzerland e sono stati i più brillanti e in forma del nostro team. Per gli arrivi in salita Ivan Santaromita e Filippo Zaccanti saranno con Cunego i nostri leader, mentre Canola, insieme a Bagioli, Tizza e Cima hanno dimostrato di avere una buona condizione in Slovenia e saranno importanti nelle tappe meno impegnative e nella cronometro.”

La formazione completa: Damiano Cunego, Marco Canola, Ivan Santaromita, Nicola Bagioli, Filippo Zaccanti, Marco Tizza, Damiano Cima.

DS: Mario Manzoni, Shinichi Fukushima.

 

LA GARA

Alla sua prima edizione si colloca formalmente nella categoria 2.1. ma il livello dei partenti è molto buono. 5 le formazioni World Tour al via, numerosi i team Professional. 5 le tappe, prevalentemente per scalatori, con un arrivo possibile per le ruote veloci e una cronometro a squadre determinante per la classifica generale quanto le montagne.

La gara sarà trasmessa su Facebook da PMG Sport e condivisa sui canali ufficiali del team NIPPO Vini Fantini Europa Ovini.

Condividi
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

10 DOMANDE A… SONNY COLBRELLI: “SOGNANDO LE FIANDRE”

Il portacolori della Bahrain Merida ripercorre il suo 2018 tra successi e rimpianti: “Quest’anno ho …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *