SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > “ONE TV so many emotions” ch.112 DTT
one-tv-so-many-emotions-ch-112-dtt-jpg-2
“ONE TV so many emotions” ch.112 DTT

“ONE TV so many emotions” ch.112 DTT


Rimettendo piede all’interno del velodromo di Busto Garolfomi sono subito tornate alla mente decine d’immagini che oramai appartengono ad un passato remoto fatto di bici con lo scatto fisso (come dimenticare la mia indimenticabile De Rosa nera in alluminio), di caschetti di gomma e ruote con tubolari.

 

L’officina del vecchio velodromo è sempre la stessa, le bici sono ancora appese sugli stessi ganci del 1974 quando vinsi il primo alloro della mia vita che ai tempi mi sembrava di valore inestimabile: “Campione Provinciale Milanese d’Individuale a Punti”; anche se visto con gli occhi di adesso non mi sembra un podio poi cosi prestigioso.

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos

 

In questo magazzino affascinante e pieno di storia mi aspetta il direttore della pista e mitico preparatore Fabio Vedana, un coach internazionale con l’hobby del ciclismo che ora prepara la Nazionale Svizzera di Triathlon e collabora con gruppi come quelli ospitati oggi.

 

I ragazzi che si faranno “testare” in questa occasione sono del PRO TRAIN, il gruppo preparato da Edith Niederfriniger, la campionessa di Merano con una storia infinita fatta di podi e successi; cito a memoria, vincitrice assoluta di due Iroman e sul podio altre dieci volte in gare sulla stessa distanza, che ricordo è 3800 metri di nuoto, 180km di bici senza scia ed infine 42,195 km di corsa.

 

Fabio e i suoi assistenti cominciano a far girare sull’anello veloce i ragazzi sulle loro bici da “crono”, superleggere, con ruote lenticolari e telai con design avveniristici, io ne approfitto per rapire Edith e mi faccio raccontare dalla sua voce con imprinting altoatesino la storia di una ragazza che amava il nuoto e che poi si è convertita alla triplice disciplina.

 

I test sul lattato continuano incessanti ed ecco apparire Matteo Bortesi della Garmin, anche lui ha un test per Edith, avanza con un elegante cofanetto che contiene qualcosa di molto più prezioso di una collana per la nostra Edith: i nuovissimi sensori di potenza a pedale “Vector”.

 

Due “gioiellini” di tecnologia che in pochi minuti sono montati sulla sua bella bici e così anche Edith comincia ad inanellare giri su giri con gli occhi sul display attenti nella lettura di dati che fanno parte del moderno modo di allenarsi; il cardiofrequenzimetro non basta più, oggi ci si allena con la misurazione della potenza.

 

C’è tempo per le nostre telecamere anche di realizzare un tutorial in cui Matteo c’illustra tutto quello che avremmo voluto sapere ma non avremmo mai osato chiedere da un trasduttore di potenza come questo.

 

La mattinata volge al termine, è una bella giornata ventilata di sole e abbiamo tutto il materiale necessario per confezionare la puntata 37 di Extreme People; mi viene il titolo “Vita e miracoli di Edith Niederfriniger” ma l’altoatesina mi dice subito che di miracoli non ne ha mai fatti, ma sarà vero?

 

Tutto su questa giornata in pista è visibile su ONE TV canale 112 digitale terrestre e su YouTube, cercate la puntata di “EXTREME PEOPLE N. 37”.

       

 

Fonte Ricky Mezzera  Copyright © INBICI Magazine

Foto di Ricky Mezzera

 

Edith 2.JPG
Edith e Matteo Bortesi.JPG
   

Condividi
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

DOPING, CICLOAMATORE SQUALIFICATO PER DUE ANNI

Riportiamo la comunicazione apparsa ieri sul sito di Nado Italia. La Prima Sezione del Tribunale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *