SFONDO COSMOBIKESfondo Assos SFONDO ASSOS
TOP Shimano
Assos Top
Home > Tutti gli Articoli > ORTLER BIKE MARATHON: RAGNOLI E SÜSS DOMANO LA REGINA DELLA MTB

ORTLER BIKE MARATHON: RAGNOLI E SÜSS DOMANO LA REGINA DELLA MTB

Condividi

Oggi 4.a Ortler Bike Marathon a Glorenza (BZ) – ancora vittorie per Ragnoli e Süss. Il campione italiano Juri Ragnoli s’impone sull’altro bresciano Daniele Mensi, 3° Huber. Al femminile l’ex campionessa del mondo Esther Süss davanti a Robisch e Schneider. Campioni “classic” l’altoatesino Klaus Fontana e la svizzera Michèle Wittlin

 

 

Il campione italiano Juri Ragnoli e l’ex campionessa del mondo Esther Süss “domano” una delle gare su ruote artigliate più belle e suggestive d’Italia, ripetendo il successo della scorsa annata. Come sedersi a teatro, godersi l’opera, ed uscire tra gli applausi.

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

Questa è la quarta edizione della Ortler Bike Marathon di oggi a Glorenza (BZ). In Val Venosta i superbikers hanno combattuto lungo i percorsi marathon di 86 km e 2620 metri di dislivello e classic di 51 km e 1600 metri di dislivello, sfidandosi fra i boschi, i laghi e le meravigliose attrazioni che solo questa terra è in grado di regalare, come l’Abbazia di Monte Maria, il maniero di Castel Coira ed il campanile sommerso del Lago di Resia. I numerosi spettatori si sono così potuti godere una giornata rilassante baciata da uno splendido sole, ormai il marchio di fabbrica della Ortler Bike Marathon, ed un finale al cardiopalma che ha premiato, sul rinnovato scenario d’arrivo della manifestazione, il campione italiano Juri Ragnoli (3h34’43’’), capace di bruciare proprio sulla linea del traguardo l’altro superlativo bresciano, ma vicentino d’adozione, Daniele Mensi (3h34’50’’). “Eravamo un gruppone di dieci-dodici prima dell’ultima salita – ha affermato “a caldo” Ragnoli, – la gara quest’anno era molto veloce, tecnicamente facile e c’è stata molta tattica, nonostante il dislivello e lo spazio per fare selezione. Io e Daniele siamo stati velocissimi, staccandoci dal resto del gruppo e sfilando veloci fino al traguardo di comune accordo. È andata benissimo e vincere in volata è sempre bello. La passione per la mountain bike è nata appena salito in bicicletta, dietro casa mia ci sono dei monti fantastici e per me è lo sport più bello del mondo”. Ragnoli non ha voluto la foto di rito in “solitaria” con la bici alzata, chiedendo espressamente di essere immortalato – riconoscendogli la bravura – anche con l’amico Mensi. Terzo lo svizzero dall’importante palmarès internazionale Urs Huber (3h37’04’’).

Al femminile Esther Süss (4h17’44’’) si ripete dopo il successo dello scorso anno, senza lasciar scampo a Rebecca Robisch (4h27’52’’) e Janine Schneider (4h35’26’’). Soddisfatta l’ex campionessa del mondo: “Questa mattina lo start è stato parecchio veloce, sono andata forte sulle salite dando il mio meglio. Mi sono divertita e il percorso è davvero bellissimo”.

Per quanto riguarda la contesa classic, “gloria” per l’idolo di casa Klaus Fontana (2h01’10’’), 45 anni ma è come se la sua età biologica ne calcolasse venti in meno, bravo a mettersi alle spalle un biker del calibro dell’altro altoatesino Johannes Schweiggl (2h02’50’’), il quale a fine gara rende merito (come sempre gli capita, va detto) all’avversario. Fontana non potrebbe essere più soddisfatto: “È andata bene, eravamo in tanti all’inizio, ma ho provato a dare il massimo sulla salita lunga verso l’arrivo, controllando poi fino alla fine. Mi sentivo il più forte in salita e vedevo solo quella possibilità. Il tempo di allenarsi è quello che è, quindi ho deciso di optare per il classic”. Terzo sul traguardo il veneziano Tiziano Carraro (2h03’01’’), partito da Venezia alle due di notte per arrivare tre ore più tardi in Val Venosta, davvero quando la passione non ha confini. Quarto l’altoatesino Michael Wohlgemuth e quinto il trentino Marco Rosati, complimenti anche a loro. Fra le donne applausi per la svizzera Michèle Wittlin (2:23:18): “era la prima volta per me qui a Glorenza, volevo fare il percorso marathon, ma la mia squadra ha optato per il classic. Sono stata sempre davanti ma alla fine la seconda non mi è finita dietro di molto, percorso spettacolare e ben segnalato”, davanti all’altoatesina Eva Maria Gatscher (2:23:43) e all’altra atleta elvetica Tanja Blickenstorfer (2:33:12), gli svizzeri sono giunti in massa nella “bomboniera dell’Alto Adige”, davvero ad un passo dal loro confine.

Ottimo bilancio per il responsabile del comitato organizzatore Gerald Burger, tuttavia in agrodolce… “Ottima quarta edizione, oltre 1300 partecipanti, una giornata splendida, cosa volere di più. Quest’anno c’era veramente un tempo ideale per pedalare, alla mattina fresco e nelle ore successive un caldo sole. Tanti anche gli spettatori e il nuovo arrivo su prato ha permesso di rendere la manifestazione più spettacolare. Nessun incidente lungo il percorso, ed ora pensiamo già alla quinta edizione, che probabilmente sarà senza di me. Io ci sarò molto meno, dovremo cercare un nuovo responsabile del comitato organizzatore. Lo troveremo sicuramente, anche perché una gara così bella come la Ortler in Italia non c’è”.

Info: www.ortler-bikemarathon.it

 

Marathon Maschile

1 Ragnoli Juri G.S. Scott Racing Team 03:34:43; 2 Mensi Daniele Soudal Leecougan Mtb Racing 03:34:50; 3 Huber Urs Team Bulls 03:37:04; 4 Stiebjahn Simon Team Bulls 03:37:27; 5 Longa Mattia Cannondale Rh Racing 03:37:30; 6 Ronchi Luca Soudal Leecougan Mtb Racing 03:38:25; 7 Hochenwarter Uwe Wilier Force 7c 03:38:36; 8 Sarai Pietro G.S. Scott Racing Team 03:40:45; 9 Stutzmann Marc Thömus Racing Team 03:40:46; 10 Antonello Giacomo Pavanello Racing Team 03:41:05

 

Marathon Femminile

1 Süss Esther Team Bikerich/Rc Gränichen 04:17:44; 2 Robisch Rebecca Wilier/Force Germany 04:27:52; 3 Schneider Janine Cube Bikes 04:35:26; 4 Hug Cornelia  Rc Steffisburg 04:38:57; 5 Steger Elisabeth Die-Trainingsbegleitung.Com 04:40:48; 6 Ming Andrea Veloatelier 04:42:17; 7 Weiß Veronika Edelsten Mtb Ladies 04:42:40; 8 Hühnlein Birgitt Rsc Auto Brosch Kempten 04:48:12; 9 Tamburini Cristiana Silmax Racing Team 04:54:56; 10 Griner Annette Team Texpa Simplon 05:02:14

 

Classic Maschile

1 Fontana Klaus Torpado Südtirol Mtb 02:01:10; 2 Schweiggl Johannes Cannondale Rh Racing  02:02:50; 3 Carraro Tiziano A.S.D. G.S. Porto Viro 02:03:01; 4 Wohlgemuth Michael Wilier Force 7c 02:03:12; 5 Rosati Marco Team Todesco 02:04:37; 6 Mägdefessel Sven Wilier/Force Germany 02:04:44; 7 Tabarelli Leonardo Team Focus Selle Italia 02:05:55; 8 Barandun Fadri Rmv Chur 02:07:05; 9 Wohlfarter Kurt Sunshine Racers Asv Nals 02:07:24; 10 Zürcher Patrick Triteam Steffisburg 02:08:02

 

Classic Femminile

1 Wittlin Michèle Bike Club Olten 02:23:18; 2 Gatscher Eva Maria Elit For Fun Cycling Team 02:23:43; 3 Blickenstorfer Tanja Zweiradsport Staub Hirzel 02:33:12; 4 Lehmann Alexandra Tri Team Steffisburg 02:33:59; 5 Strimer Letizia Nationalpark Bike-Marathon Team 02:36:35; 6 Tanner Susanne Bikecenter Stans 02:38:48; 7 Nischler Ulrike Olmbiker 02:39:37; 8 Möderl Denise Craft And Friends 02:42:02; 9 Ellecosta Nadine Cannondale Rh Racing 02:43:59; 10 Strimer Tinetta Nationalpark Bike-Marathon Team 02:46:43

 

BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

TOUR OF GUANGXI : LA PRIMA È DI GROENEWEGEN

CondividiSi parte nel segno di Dylan Groenewegen al Tour of Guangxi 2018. Il velocista della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

// Codice AG Contatore rivista