GSG.COM  SKIN BANNER
CICLOPROMO TOPEAK - BANNER TOP SETTEMBRE
DIPA BANNER TOP
Paris Roubaix 2021 -118th Edition - Denain - Roubaix 257,7 km - 03/10/2021 - Sonny Colbrelli (ITA - Bahrain Victorious) - photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021.

PARIGI ROUBAIX 2021 : IMPRESA DI SONNY COLBRELLI, È LUI IL RE DELL’INFERNO DEL NORD


È l’anno dell’Italia ed una ciliegina sulla torta più grande di questa non poteva esserci.

Sonny Colbrelli, dopo aver vinto il titolo tricolore e quello europeo, va a prendersi il successo più grande della carriera, entrando nella storia del ciclismo. Il corridore della Bahrain-Victorious al termine di una giornata stupenda, ricca di emozioni e con uno scenario da leggenda (atleti ricoperti dal fango al traguardo), ha conquistato la Parigi-Roubaix 2021.

SHIMANO 105 BANNER BLOG AGOSTO
REVELETOR ALTO  BANNER NEWS 5
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SCOTT BANNER NEWS
CICLOPROMO OTTOBRE TOPEAK- BANNER SOPRA TOP NEWS
SHIMANO Vento KinetiCore BANNER BLOG OTTOBRE
BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY


L’Inferno del Nord, nel vero senso del termine, visto il maltempo che l’ha reso ancor più duro, rimandando gli occhi ad immagine viste decenni e decenni fa. Una gara che era attesa ormai da due anni, rimandata più volte a causa della pandemia, che tutti volevano vincere, ma che è andata ad un fenomeno, diventato eccezionale in questa stagione. 

Paris Roubaix 2021 -118th Edition – Denain – Roubaix 257,7 km – 03/10/2021 – Sonny Colbrelli (ITA – Bahrain Victorious) – Mathieu Van Der Poel (NED – Alpecin-Fenix) – Florian Vermeersch (BEL – Lotto Soudal) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021.

Partenza sotto una pioggia battente che non ha lasciato una minima tregua ai corridori. Scatti e controscatti sin dal via, ma il plotone è rimasto compatto per lunghi tratti, vista l’andatura altissima. Di forza è andata via la fuga di giornata, con una trentina di corridori all’attacco: Harry Sweeny, Tosh Van Der Sande (Lotto-Soudal), Davide Ballerini, Tim Declercq (Deceuninck-Quick-Step), Edaordo Affini, Timo Roosen, Nathan Van Hoordonck (Jumbo-Visma), Jasper Philipsen (Alpecin-Fenix), Toms Skujins (Trek-Segafredo), Fred Wright (Bahrain-Victorious), Greg Van Avermaet (AG2R Citroen Team), Ștefan Bissigger (EF Education Nippo), Andre Cảrvalho (Cofidis Team), Stake Laengen (UAE Team Emirates), Owain Doull, Gianni Moscon, Luke Rowe (Inoes-Grenadiers), Florian Maitre ( Team Total Energies), Luke Durbridge, Robert Stannard (Bike-Exchange), Evaldas Šiškevičius (Delko), Nils Eekhoff (Team DSM), Max Walscheid (Team Qhubeka-NextHash), Imanol Erviti, Matteo Jorgenson (Movistar Team) e Luca Mozzato (B&B Hotels p/b KTM).

Paris Roubaix 2021 -118th Edition – Denain – Roubaix 257,7 km – 03/10/2021 – Wout Van Aert (BEL – Jumbo – Visma) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021.

A mano a mano, con l’ingresso nei settori di pavé, viste le varie disavventure (tra cadute e forature, che in una corsa del genere sono all’ordine del giorno), il tentativo dei trenta è andato ad assottigliarsi, con Vermeersch, Rowe, Eekhoff e Walscheid che in un primo momento hanno guadagnato un leggero margine sui rivali. Nel frattempo si è accesa praticamente subito la corsa nel gruppo dei migliori: protagonisti Wout van Aert, Mathieu van der Poel e Sonny Colbrelli, che con varie accelerazioni si sono presi subito la responsabilità di cambiare il ritmo.

Paris Roubaix 2021 -118th Edition – Denain – Roubaix 257,7 km – 03/10/2021 – Gianni Moscon (ITA – Ineos Grenadiers) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021.

A circa 70 chilometri dall’arrivo si è delineata ancora di più la situazione. Davanti son rimasti un impressionante Gianni Moscon assieme a Van der Sande, Van Asbroeck, Philipsen, Bissegger e Walscheid, con il trentino che è rimasto a lungo in testa alla corsa, staccando tutti i rivali di prepotenza. Da dietro Colbrelli ha anticipato al meglio i tempi con Boivin, un’accelerazione mostruosa di van der Poel ha consentito l’olandese di riportarsi sul campione d’Europa e sul campione canadese, mentre ha dovuto pagare dazio van Aert.

Moscon a 50 chilometri dall’arrivo ha salutato la compagnia e si è involato in solitaria all’attacco, mentre da dietro il terzetto formato da Colbrelli, van der Poel e Boivin è andato a raccogliere i pezzi dei reduci della fuga del mattino. Il trentino al comando ha gestito sempre più di un minuto di margine, prima di incappare in una sfortuna tremenda: nel giro di pochi minuti prima una foratura, poi una caduta in un tratto in pavé a distruggere tutto il vantaggio accumulato.

Paris Roubaix 2021 -118th Edition – Denain – Roubaix 257,7 km – 03/10/2021 – Mathieu Van Der Poel (NED – Alpecin-Fenix) – photo Luca Bettini/BettiniPhoto©2021.

Sul Carrefour de l’Arbre il cedimento definitivo di Moscon, saltato da un Colbrelli scatenato che si è trascinato dietro van der Poel e un incredibile Vermeersch, che con una corsa molto silenziosa è riuscito a rimanere con i migliori. I tre sono andati a giocarsi il successo nel Velodromo in uno sprint ristretto: Veermersch ha provato ad anticipare, ma un maestoso Colbrelli con uno sprint lunghissimo ha bruciato entrambi gli avversari esplodendo in un pianto liberatorio. Secondo Veermersch, poi van der Poel e un eccezionale, ma sfortunato, Moscon.

Italia protagonista, che torna a vincere una Monumento a più di due anni dal trionfo di Alberto Bettiol al Fiandre, ma che soprattutto torna sul gradino più alto del podio alla Roubaix a 22 anni dal successo di Andrea Tafi nel 1999. 

a cura del nostro partner OA Sport – www.oasport.it Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata


BETTINI PHOTO BANNER NEWS SPRINT AGENCY
SCOTT BANNER NEWS
MAGNETICDAYS IL MASSIMO DELLA TECNOLOGIA BANNER NEWS
SHIMANO 105 BANNER BLOG AGOSTO
ACSI BANNER BLOG+ DENTRO NOTIZIE
SHIMANO Vento KinetiCore BANNER BLOG OTTOBRE
REVELETOR ALTO  BANNER NEWS 5
CICLOPROMO OTTOBRE TOPEAK- BANNER SOPRA TOP NEWS
KTM XSTRADA MASTER BANNER NEWS 6

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.