SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER

PARTITE LE STRADE BIANCHE WOMEN ELITE


La gara femminile, partita alle 9.17, vede al via Van Vleuten, Van der Breggen, Longo Borghini, Niewiadoma, Bastianelli, Van Dijk e Vos. Le conferenze stampa dei vincitori si terranno mezz’ora dopo la fine delle rispettive corse e saranno disponibili a questo link. Da quest’anno disponibile anche il live della corsa femminile sul sito www.strade-bianche.it/live/

Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

Strade Bianche Women Elite Eolo, prima prova del calendario UCI Women’s WorldTour, giunta alla sua 7a edizione e organizzata da RCS Sport è partita oggi da Siena alle ore 9:17 forte di 135 atlete.

LIVE
Segui la Strade Bianche Women Elite Eolo live sul sito www.strade-bianche.it/live/

Tra le atlete impegnate, le pretendenti più accreditate ci sono la vincitrice delle ultime due edizioni Annemiek Van Vleuten (Movistar Team), la campionessa del mondo su strada Anna Van Der Breggen (SD Worx) e l’azzurra Elisa Longo Borghini (Trek-Segafredo Women). Tra le altre contendenti per la vittoria anche Katarzyna Niewiadoma (Canyon Sram Racing), Marta Bastianelli (Alé Btc Ljubljana), Ellen Van Dijk (Trek-Segafredo Women), Marianne Vos (Team Jumbo-Visma Women), Cecilie Uttrup Ludwig (FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope) ed Elisa Balsamo (Valcar – Travel & Service).

Annemiek Van Vleuten (Movistar Team), vincitrice delle ultime due edizioni, cerca il tris per la storia: sarebbe la prima donna a riuscire nell’impresa.

DESCRIZIONE DEI PERCORSI
Percorso molto mosso e ondulato sia sul piano planimetrico che altimetrico, privo di lunghe salite, ma costellato di strappi più o meno ripidi specie su sterrato. Sono presenti poco più di 30 km di strade sterrate divise in 8 settori (tutti comuni alla corsa professionisti) con fondo ben tenuto, ben battuto, privo di incursioni erbose e con scarso brecciolino sulla superficie.
Partenza da Siena, primi chilometri ondulati su asfalto per raggiungere, al km 18, il 1° settore sterrato (2.1 km) perfettamente rettilineo sempre in leggerissima discesa.
Pochi chilometri separano dal 2° settore (5.8 km), prima vera asperità della corsa con un breve tratto in leggera discesa e un lungo tratto in salita, a volte con pendenze attorno e oltre il 10%.
Si raggiunge quindi Radi dove si incontra il 3° settore (4.4 km, si tratta della seconda parte del primo sterrato del percorso delle origini) e subito dopo il 4° settore “La Piana” (5.5 km, l’ex-secondo settore del percorso in origine, presente sin dalla prima edizione) altimetricamente meno impegnativo che porta a Buonconvento.
A Monteroni d’Arbia inizia il 5° settore sterrato di San Martino in Grania (9.5 km) in mezzo alle crete senesi. Un settore sterrato lungo e con un susseguirsi di leggeri saliscendi nella prima parte per concludersi con una scalata a curvoni che immette nuovamente nell’asfalto. Segue un tratto asfaltato con poche difficoltà fino alla immissione nel percorso classico maschile con il medesimo impegnativo finale.


Dopo Castelnuovo Berardenga si incontra un brevissimo sterrato di 300 m in piano prima di affrontare, dopo Monteaperti, il 6° settore di soli 800 m, ma con uno strappo sterrato con pendenze a doppia cifra. Si ritrova poi l’asfalto a Vico d’Arbia e si supera, sempre su asfalto, Pieve a Bozzone. Si affronta quindi il 7° e penultimo settore (2.4 km) sulla strada in salita di Colle Pinzuto (pendenze fino al 15%). Pochi chilometri dopo è posto l’8° e ultimo tratto sterrato (1.1 km) con una sequenza di discesa secca seguita da una ripida risalita (pendenza max 18%) che si conclude alle Tolfe. Al termine restano poco più di 12 km all’arrivo a Siena nel Campo. 


Ultimi km
Gli ultimi km si snodano per la prima parte all’esterno dell’abitato di Siena su strade larghe e lunghi rettifili collegati tra loro da ampie curve, prima in discesa e poi in leggera salita fino ai 2 km dall’arrivo dove viene imboccata la via Esterna di Fontebranda con pendenze fino al 9%. A 900 m dall’arrivo si supera la Porta di Fontebranda e inizia la pavimentazione lastricata. La pendenza supera il 10% fino a raggiungere attorno ai 500 m dall’arrivo, in via Santa Caterina, punte del 16%. Segue una svolta decisa a destra nella via delle Terme e l’immissione in via Banchi di Sotto. Dai 300 m la strada è sempre in leggera discesa. Ai 150 m svolta a destra in via Rinaldini. Ai 70 m si entra nel Campo, ultimi 30 in discesa al 7%, traguardo pianeggiante.

Copyright © Inbici Magazine ©Riproduzione Riservata



KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *