SFONDO ASSOS SFONDO COSMOBIKESfondo Assos
TOP Shimano
Assos Top
Home > Top News > PINOT VINCE ANCHE IL LOMBARDIA
Il Lombardia 2018 - 112th Edition - Bergamo - Como 241 km - 13/10/2018 - Thibaut Pinot (FRA - Groupama - FDJ) - photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2018

PINOT VINCE ANCHE IL LOMBARDIA

Condividi

Thibaut Pinot, francese della Groupama FDJ, conquista in la 112^ edizione della Classica delle foglie morte.

Il francese giunge tutto solo al traguardo di Como, dopo aver staccato uno ad uno i diretti avversi. Ultimo a cedere un ritrovato Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) giunto sul secondo gradino del podio. Terzo Dylan Teuns (Bmc) che vince la volata del gruppetto. Deludente la prova del campione del mondo Alejandro Valverde, favorito alla vigilia, solo undicesimo a più di un minuto dal vincitore. Buona invece la prova di Domenico Pozzovivo, secondo miglior italiano, che taglia il traguardo in ottava posizione. Thibaut Pinot succede così nell’albo d’oro proprio a Vincenzo Nibali.

 

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP

 

LA CORSA – Partenza da Bergamo, la città dei mille, e arrivo sul lungolago di Como. La corsa è stata caratterizzata nelle prime battute da una fuga composta da 8 corridori: Davide Ballerini (Androni Sidermec), Umberto Orsini e Alessandro Tonelli (Bardiani CSF), Florian Sénéchal (Quick Step Floors), Franck Bonnamour (Fortuneo Samsic), Jonathan Restrepo (Katusha Alpecin), Michael Storer (Sunweb) e Marco Marcato (UAE Team Emirates). A 50 km dal traguardo viene annullato il tentativo dei battistrada. L’obiettivo di giornata, pienamente riuscito, era isolare Valverde, grande favorito alla vigilia. Sul muro di Sormano allungo di Primoz Roglic, seguito a ruota da Vincenzo Nibali e Thibaut Pinot. In discesa rientra Egan Bernal. I quattro però si sgretolano pesto sotto l’impulso di uno scatenato Pinot. Prima Roglic, poi Bernal perdono contatto e infine al terzo scatto il francese della Groupama FDJ riesce a staccare anche lo Squalo della Bahrain Merida e si invola tutto da solo verso il traguardo di Como. Inutile la rincorsa negli ultimi km da parte di Vincenzo Nibali che comunque si rende protagonista di un’ottima prova.

IL VINCITORE – Pinot, dopo aver conquistato Giovedì la Milano Torino, palesando uno strepitoso stato di forma, centra il bis alla Classica più importante di fine stagione. Enorme gioia per il successo appena ottenuto: “Vincere il Lombardia è il massimo. Questo Lombardia mi è piaciuto molto per il percorso. Non ho avuto paura di attaccare da lontano perché avevo voglia di farlo. Quando ho visto che Nibali era con me ho capito che poteva essere l’azione giusta. Vincenzo mi affiancava, inizialmente pensavo stesse bluffando, ma alla fine ho capito che era a tutta, ho attaccato e mi è andata bene. Non so se ora, dopo questo successo, sono un corridore da classiche. In questo finale di stagione, mi sento sempre meglio anche perché questo periodo è iniziato con la corsa al Giro dell’Emilia e ho trovato una forma eccellente”. In conclusione una provocazione sul suo ruolo al mondiale: “Sta davvero bene al mondiale ma ero pienamente d’accordo con la tattica della nazionale francese. Diciamo che quella prova iridata mi ha dato anche la forza per affrontare con la grinta giusta le gare di fine stagione”.

 

Ordine d’arrivo

1 Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) 5:53:22
2 Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) +0:32
3 Dylan Teuns (BMC Racing) +0:43
4 Rigoberto Uran (Education First-Drapac) +0:43
5 Tim Wellens (Lotto Soudal) +0:43
6 Ion Izagirre (Bahrain Merida) +0:43
7 Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +0:43
8 Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) +0:43
9 Daniel Martin (UAE Emirates) +0:48
10 George Bennett (LottNL-Jumbo) +1:22

 

A cura di Davide Pegurri per iNBiCi magazine

 

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

TREK-SEGAFREDO, STEVEN DE JONGH TROVATO SENZA CONOSCENZA A BORDO STRADA

CondividiSecondo quanto riportano i media spagnoli, Steven de Jongh, direttore sportivo della Trek Segafredo che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

// Codice AG Contatore rivista