SFONDO ASSOS Sfondo Assos SFONDO COSMOBIKE
Assos Top
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > ‘PIÙ IMPORTANTE LA NOVE COLLI DI MIO FIGLIO’
piu-importante-la-nove-colli-di-mio-figlio-jpg
PIÙ IMPORTANTE LA NOVE COLLI DI MIO FIGLIO

‘PIÙ IMPORTANTE LA NOVE COLLI DI MIO FIGLIO’

Condividi

CESENATICO – “Per far posto alla Gran Fondo Cesenatico ha detto no alla tappa del Giro d’Italia in onore di Marco…”.

 

 

SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

Lo scorso 9 maggio è partito il serpentone rosa del Giro d’Italia e proprio da Cesenatico arriva la prima polemica. Mittente, neanche a dirlo, Tonina Pantani che, sulle pagine di Facebook, esterna rabbia e dispia- cere, soffiando sul braciere delle polemiche. “Che strano, dedicano le tappe al Giro d’Italia a Marco e noi non siamo neppure invitati dalla Gazzetta dello Sport – si legge nel post – Non saremo presenti in nessuna tappa, per noi fa troppo male essere lì dove iniziò a morire mio figlio”. Uno sfogo che arriva direttamente dalla madre del Pirata, che accoglie quasi con fastidio la decisione della Rcs di ricordare Pantani nel decennale della tragica scomparsa. Al Pirata è dedicata l’ottava tappa (da Foligno a Montecopiolo in programma proprio oggi) che passa per quel Cippo di Carpegna dove il romagnolo era solito allenarsi, e la 14esima (da Agliè a Oropa in calendario sabato 24 maggio) con arrivo sulla salita di Plan di Montecampione che gli sarà intitolata. Ma il film dei ricordi lo vede protagonista anche in occasione dell’arrivo a Oropa, dove il Pirata nel ‘99 fu costretto a fermarsi perchè gli saltò la catena della bicicletta, per poi tornare sugli avversari e vincere la tappa.

 

Insomma il Giro d’Italia che ricorda il campione che nel 1998 vinse il Giro d’Italia e il Tour de France, non piace a mamma Tonina che, sulla sua pagina facebook, riapre antichi dissapori con l’organizzazione del Giro d’Italia, con la quale mamma Tonina non è mai stata tenera. Ma la signora Belletti non risparmia attacchi neppure alla sua città: “E’ più perdonabile Cesenatico che non ha voluto la tappa in città per ricordare Marco nel decennale della sua scomparsa, tanto non serve più… Ma la Nove Colli, quella sì che serve. Quante ne bisogna passare in questo mondo di finti amici”.

 

Fonte romagnanoi.it

2
     

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Ti potrebbero Interessare

PHILIPPE GILBERT: “NON E’ IL MOMENTO DI SMETTERE, MI DIVERTO ANCORA TANTO AD ANDARE IN BICI”

CondividiPhilippe Gilbert non ha intenzione di smettere. Dopo la brutta caduta al Tour de France …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *