SFONDO ASSOS
mercoledì , 16 Ottobre 2019
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
Home > Tutti gli Articoli > PROCESSO ARMSTRONG
processo-armstrong-1-jpg

PROCESSO ARMSTRONG



“Il mio ex Ds. Johan Bruyneel ha partecipato e assistito alle pratiche di assunzione di EPO da parte mia ed era perfettamente al corrente delle pratiche in corso”.

 

Con questa frase Lance Armstrong è tornato a parlare di doping.

BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ISTRIA Granfondo banner blog
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
Banner archivio Blog - Shimano
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Questa volta però, il texano lo ha fatto davanti ad un giudice, in un processo nel quale una società di assicurazione pretende da lui la restituzione dei premi versati per i successi ottenuti nei Tour de France dal 1999 al 2001.

 

Nella deposizione, resa pubblica oggi da USA Today, Lance Armstrong ha spiegato che il Ds della US Postal ed alcuni medici, tra i quali Michele Ferrari, erano i suoi fornitori di prodotti dopanti. Mentre l’ex massaggiatrice del team Emma O’Reilly e i meccanici, Julien De Vriese e Philippe Maire, erano incaricati di fargli avere i prodotti incriminati alle corse.

 

Fonte  ciclismonelcuore.com

lance
     

INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
Banner dentro Notizia Assos
Banner archivio Blog - Shimano
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ISTRIA Granfondo banner blog
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *