Sfondo Assos SFONDO COSMOBIKESFONDO ASSOS
Assos Top
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > PROSECCO CYCLING
prosecco-cycling-19-jpg
PROSECCO CYCLING 19

PROSECCO CYCLING

Condividi

L’ex campione di rally, ora affermato imprenditore, parteciperà all’evento di Valdobbiadene con una bicicletta a pedalata assistita. Intanto, a poco più di due settimane dal 4 ottobre, le iscrizioni hanno superato quota 1.500, con 26 nazioni rappresentate

 

Sempre più internazionale. E sempre più “green”. Da quest’anno, è possibile partecipare alla Prosecco Cycling pedalando su una bici elettrica. Una scelta innovativa, che apre l’evento anche agli atleti meno allenati, ma soprattutto vuole dimostrare che esiste la via per un diverso approccio turistico al territorio.

BANNER Dentro Notizie SMP
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

 

Se la classica bicicletta non è per tutti, soprattutto su un percorso di 98,8 km con 1.550 metri di dislivello, una due ruote a pedalata assistita rappresenta un’ottima alternativa per andare alla scoperta delle colline del Prosecco nel contesto di un evento dal sapore internazionale.

 

Tra coloro che hanno scelto di partecipare alla Prosecco Cycling con una bicicletta elettrica, c’è anche Tony Fassina. L’ex campione italiano ed europeo di rally a cavallo tra gli anni ’70 e ’80 (chi non ricorda la mitica Lancia Stratos con cui vinse a Sanremo nel 1979?), poi diventato imprenditore di successo nel mondo dell’auto, ha una grande passione per la bicicletta.

 

Da sempre, la famiglia di Tony è vicina alla Prosecco Cycling, tanto che da alcuni anni l’evento è abbinato a Infiniti, marchio automobilistico d’alta gamma di cui il Gruppo Fassina è importatore in Italia. Ado e Alessandro, i due figli di Tony, a loro volta grandi sportivi, saranno al via anche quest’anno della Prosecco Cycling. E al loro fianco, per la prima volta, avranno papà Tony, pronto ad aggiungersi al folto gruppo di imprenditori e manager con la passione per la bicicletta che alla Prosecco Cycling non mancano mai.

 

 

Tony Fassina

 

A poco più di due settimane dal 4 ottobre, l’evento di Valdobbiadene ha intanto superato i 1.500 iscritti. Le nazioni rappresentate al via sono, al momento, ben 26. Non mancheranno partecipanti da Stati Uniti e Canada, dall’Oriente e dal Nord Europa. La Prosecco Cycling che, per dire, ha sostituito al classico Pasta Party, un vero e proprio pranzo alla Trattoria Crai “Piaceri Italiani” ospitata dal giardino di Villa dei Cedri, è una grande occasione di promozione delle eccellenze enogastronomiche italiane: il Prosecco, ma non solo. E il Made in Italy è un brand che attira sempre.

 

“Crescono gli iscritti, crescono gli stranieri. E, cosa che mi piace sottolineare ancora di più, cresce la presenza dei cicloturisti, che ad oggi rappresentano circa il 40% del totale degli iscritti”, spiega Massimo Stefani, l’ideatore della Prosecco Cycling. “E’ la riprova che la filosofia che ci contraddistingue, più turismo e meno agonismo, ha fatto breccia nei cuore degli appassionati, in Italia e all’estero”.

 

Oggi si viene alla Prosecco Cycling non per pedalare veloce, ma per pedalare bene. Assaporando ogni momento di una fine settimana che si annuncia indimenticabile. E in cui il cronometro, una volta tanto, ha un ruolo secondario.

 

In allegato: foto dell’ex campione di rally, Tony Fassina, ora imprenditore di successo, pronto a partecipare alla Prosecco Cycling con una bici elettrica

Mauro Ferraro press officer Prosecco Cycling – C +39 338 2103931

              

 

Immagine
Tony Fassina.JPG
   

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2

Ti potrebbero Interessare

AL VIA LA 6 GIORNI DI GAND: VIVIANI C’È!

CondividiIn pista Viviani e Keisse, tanta la concorrenza Dopo le due medaglie conquistate ai Campionati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *