LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO ASSOS
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
INBICI STORE BANNER TOP NERO
INBICI STORE BANNER TOP
Home > Tutti gli Articoli > RALLY DI ROMAGNA MTB 2014
rally-di-romagna-mtb-2014-jpg
RALLY DI ROMAGNA MTB 2014

RALLY DI ROMAGNA MTB 2014



E’ partita alla grande la 5ª edizione della kermesse riolese. Dopo tre tappe, in testa il portacolori della Bicisintra Bici Aventura. Grande folla nel bike village

 

 

INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG

E’ partita mercoledì scorso a Riolo Terme, con il prologo serale, la 5ª edizione del Rally di Romagna Mtb, la rassegna ciclistica che, fino a domenica prossima, trasformerà la località termale nella capitale italiana della mountain bike.

Malgrado il tempo incerto, con temperature comunque ideali per gli atleti, Riolo Terme è stata letteralmente presa d’assalto da centinaia di appassionati, attirati anche dalla ricca area expò, incastonata nel cuore del paese, con il meglio delle aziende ciclistiche nazionali ed un’area dedicata ai sapori tipici e alle eccellenze gastronomiche di questa terra.

 

Come detto, le schermaglie sono iniziate mercoledì sera, con il crono-prologo serale di 2,6 chilometri. Ad aggiudicarsi la frazione è stato l’idolo di casa del Romagna Bike Grandi Eventi Cristian Foschi, che ha preceduto Ricardo Vicente (Bicisintra Bici Aventura) e Cristoph Seeber (Amateursporterein Team Green Valley). Nella top ten anche Pierpaolo Agnoletti della Ascd Valle del Conca.

Ma il circuito vero e proprio è partito il 22 maggio con una tappa di 81 chilometri e duemila metri di dislivello disegnata nella Val di Nitria, con un tracciato che ha ripercorso la linea Gotica con la sua “cima Coppi” collocata sul monte Cece. Una frazione scorrevole, non particolarmente selettiva, disegnata anche all’interno della Vena del Gesso, una delle formazioni geologiche più importanti e caratteristiche dell’intero Appennino emiliano-romagnolo. Ad aggiudicarsi la seconda tappa è stato Ricardo Vicente, che ha bissato la promettente performance del giorno prima tagliando il traguardo col tempo di 3.11.46, di un soffio davanti al belga della Bikepalast Mario Farberbock e al portacolori della Crazy Bike di Camerano Giorgio Rossini. Ai piedi del podio Daniel Jung (Amateursporterein Latsch Raiffeisen), Andreas Schenk (Amateursporterein Team Green Valley) e Vanni Balboni (Asd Green Devils). Appena fuori dalla top ten Agnoletti e Fabio Montanari (Team Ciclope Torpado).

 

 

E veniamo alla tappa di oggi, la più lunga del circuito, anche se – per ragioni di sicurezza – il tracciato è stato leggermente accorciato. Ebbene, ancora una volta si è imposto Ricardo Vicente, che ha nuovamente condiviso il podio con Mario Farberbock e Giorgio Rossini.

 

Domani, sabato 24 maggio, il Rally di Romagna prevede una tappa di 75 chilometri con 2600 metri di dislivello attraverso il Sentiero dei Partigiani (epicentro dei conflitti bellici della Resistenza), Fognano, Brisighella e il sentiero del Lamone nel parco della Vena del Gesso.

Il gran finale è in programma, invece, il 25 maggio con la Gran Fondo di 48 chilometri, che lambirà l’anello del Monte Mauro (la cima più alta del Parco) e la sua canonica del X secolo recentemente restaurata, passando ancora dentro la Cava del Gesso di Monte Tondo. Ad oggi gli iscritti hanno superato quota mille, un risultato formidabile, visto che si tratta della prima edizione.

 

www.rallydiromagnamtb.it

 MG 0404
 MG 0406
 P1M0103
 P1M0112

Condividi
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

Ti potrebbero Interessare

COMMENTOUR – LA CRONO DI PAU SARA’ L’AUTOSTRADA DI GERAINT THOMAS?

Un minuto e dodici secondi separano Julian Alaphilippe da Geraint Thomas. Il britannico può provare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *