SFONDO BANNER CHARLY GAUL
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO ASSOS
TOP Shimano
romandia-12-jpg
ROMANDIA 12

ROMANDIA



Ilnur Zakarin (Team Katusha) ha vinto la seconda tappa del Giro di Romandia 2016, battendo in uno sprint ristretto  Nairo Quintana (Movistar Team).

 

Più staccato un drappellino la cui volata per il terzo posto è stata vinta da  Rui Alberto Faria Costa (Lampre – Merida). Il colombiano si consola comunque con la maglia gialla di nuovo leader della classifica generale.

Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

 

I fuggitivi della prima ora sono Egor Slin (Katusha), Daryl Impey (Orica GreenEDGE), Fumiyuki Beppu (Trek – Segafredo), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Marcel Wyss (IAM Cycling) e Jaco Venter (Dimension Data). Il loro vantaggio viene eroso inesorabilmente dall’azione del Team Sky che li riporto a un tiro di schioppo. All’attacco della penultima salita, quella che porta verso Les Champs brivido per  Chris Froome (Team Sky) che buca e perde diversi secondi dal gruppo maglia gialla alla cui testa si portano i compagni di  Thibaut Pinot (FDJ). Il ritmo è importante, ma permette al duo Cannondale,  Joseph Lloyd Dombrowski –  Pierre Rolland di involarsi fino a riprendere i tre reduci della fuga, Egor Slin, Daryl Impey e Marcel Wyss. Froome con uno sforzo deciso rientra sul gruppo a tre chilometri dallo scollinamento, ma il fuori giri si fa sentire e il britannico perde nuovamente le ruote del gruppo insieme a Bardet. Ai piedi della salita finale prende in mano la situazione la Katusha mentre il kenyano bianco alza definitivamente bandiera bianca.

 

L’ascesa verso Morgins è lunga 7,3 chilometri con una pendenza media del 7,1% e con punte al 9%: i big della classifica si marcano ma ai meno 6  Nairo Quintana (Movistar Team) accelera in modo deciso, lasciando tutti sui pedali. L’unico a reagire con fermezza è  Ilnur Zakarin (Team Katusha) che sul passo si riporta sul colombiano, mentre dietro è  Thibaut Pinot (FDJ) il più deciso a limitare i danni con il compagno  Sebastien Reichenbach.

 

Al Gpm, ai meno 2, il vantaggio è di circa 20 secondi su un drappello con la maglia gialla, Pinot, Reichenbach, Rui Costa, Majka, Frank e Uran a cui si aggiungono nel tratto in falso piano anche  Davide Formolo (Cannondale Pro Cycling Team) e Mollema. Davanti volata un po’ sporca con  Ilnur Zakarin (Team Katusha) che beffa  Nairo Quintana (Movistar Team) che si deve accontentare della maglia gialla di leader. Domani cronometro con nuovo uno scontro fra i big.

 

fonte direttaciclismo.it (Cristiano Pieraccini)

 

 

57407
     

Condividi
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

Ti potrebbero Interessare

GIRO D’ITALIA UNDER 23: DOMINIO GRAN BRETAGNA, OGGI LO SPRINT VINCENTE È DI MATTHEW WALLS

La Gran Bretagna continua a dominare il Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel. Tre tappe …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *