SFONDO ASSOS
MAGNETC DAYS 2 TOP BANNER
san-sebastian-4-jpg

SAN SEBASTIAN



Saranno 14 gli italiani al via della Clasica San Sebastian 2017

 

Un numero leggermente inferiore rispetto a quello di dodici mesi fa, quando gli italiani in gara erano 18, complice anche la concomitanza in questo 2017 con il Giro di Polonia. Dei quattordici corridori in gara comunque alcuni avranno la possibilità di correre da capitani e provare a centrare un buon risultato, mentre altri partiranno come alternative ai leader designati o con un ruolo in loro supporto. Con questo articolo proviamo ad analizzare le possibilità di ciascuno degli italiani al via.

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
INBICI STORE BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

 

I CAPITANI

Fra i vari corridori italiani due partono sulla carta con il ruolo di capitano, Enrico Gasparotto (Bahrain – Merida) e Diego Ulissi (UAE Team Emirates). Il primo sarà l’uomo di punta della Bahrain – Merida anche se l’incognita è legata alla sua condizione, non correndo da un mese. Il friulano comunque proverà a lasciare il segno su un percorso molto adatto alle sue caratteristiche. Percorso ideale anche per Diego Ulissi che arriva alla corsa basca dopo il Tour de France. Il toscano si piazzò al decimo posto nell’edizione del 2012 della Klasikoa e l’obiettivo sarebbe quello di migliorare quel risultato, anche se l’incognita è legata alla presenza di Louis Meintjes, con Ulissi che potrebbe esser costretto a sacrificarsi per il sudafricano in corsa.

Ci sono alcuni corridori poi che in molte squadre potrebbero fare il capitano, ma si ritrovano dei compagni di squadra più accreditati. È questo per esempio il caso di Gianluca Brambilla (QuickStep – Floors) o di Gianni Moscon (Sky), senza però dimenticare Alberto Bettiol (Cannondale – Drapac), che forse è quello con maggiore libertà soprattutto in caso di arrivo allo sprint di un gruppetto ristretto, e Fabio Felline (Trek – Segafredo). Proprio quest’ultimo sulla carta sarebbe molto adatto al percorso di domani, ma la presenza di Jarlinson Pantano e soprattutto del vincitore uscente Bauke Mollema, oltre all’incertezza sulla condizione visto il ritiro al Tour, potrebbe limitare le chance del piemontese.

 

GLI ALTRI

Tutti gli altri italiani al via invece avranno un ruolo al supporto dei rispettivi capitani. È questo il caso di Eugenio Alafaci (Trek – Segafredo), al rientro in corsa dopo due mesi, Paolo Tiralongo (Astana), alla sua nona e ultima partecipazione nella classica basca, Alessandro De Marchi (BMC), Davide Cimolai (FDJ), Simone Petilli (UAE Team Emirates), Manuel Quinziato (BMC), Matteo Bono (UAE Team Emirates) ed Edward Ravasi (UAE Team Emirates) che dovranno lavorare per i loro capitani o magari alcuni avere la possibilità di entrare nelle fughe di giornata.

 

GLI ITALIANI AL VIA

 

Astana
Paolo TIRALONGO

 

Bahrain – Merida
Enrico GASPAROTTO

 

BMC
Alessandro DE MARCHI

Manuel QUINZIATO

 

Cannondale – Drapac
Alberto BETTIOL

 

FDJ
Davide CIMOLAI

 

QuickStep – Floors
Gianluca BRAMBILLA

 

Sky
Gianni MOSCON

 

Trek – Segafredo
Eugenio ALAFACI

Fabio FELLINE

 

UAE Team Emirates
Matteo BONO

Simone PETILLI
Edward RAVASI
Diego ULISSI

 

Fonte SpazioCiclismo – Riccardo Zucchi

Immagine
     

SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS BIANCO
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *