GSG.COM  SKIN BANNER
MAGNETIC DAYS 1 TOP BANNER

SGALLA SULLA MORTE DELLA GIOVANE SILVIA PICCINI: “IL PERICOLO SULLE STRADE SI COMBATTE IN 4 MOSSE”


Nella carovana rosa del Giro d’Italia non poteva mancare il prefetto Roberto Sgalla, membro della direzione Rcs e grande esperto di sicurezza.

Con lui abbiamo parlato della tragedia di Silvia Piccini, la giovane ciclista friulana travolta da un’auto mentre stava allenandosi sulla sua bicicletta: “Oltre trecento ciclisti morti ogni anno in Italia sono numeri semplicemente inaccettabili – spiega Sgalla -. Per fortuna, in questo momento, l’informazione sta facendo la sua parte e, rispetto al passato, si parla molto di più di incidenti stradali, di utenza debole e di politiche sulla sicurezza.

Shimano Banner archivio Blog
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS
INBICI STORE BANNER NEWS
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS

E questo è un fattore molto importante per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a certi temi. Le campagne informative, però, non bastano; bisogna anche agire su quattro direttrici: il primo aspetto è quello normativo. Le statistiche ci dicono che la maggior parte degli incidenti stradali sono provocati dalla distrazione. Troppe volte, quando stiamo guidando, ci facciamo distrarre dal cellulare e non ci accorgiamo dell’utenza debole che ci sta attorno. E’ dunque fondamentale aumentare i controlli ed inasprire le sanzioni per chi si macchia di comportamenti così pericolosi e dissennati. Secondo aspetto: prevedere, in caso di sorpasso, la norma del metro e mezzo di distanza tra vetture e biciclette in modo da scongiurare manovre troppo pericolose.

Terzo punto, introduciamo l’obbligo del casco per tutti i ciclisti, anche per chi utilizza la bicicletta solo per andare al lavoro. Il casco è un dispositivo salvavita che, in molte dinamiche incidentali, traccia la differenza tra la vita e la morte. Ce lo consigliano gli stessi professionisti, molti dei quali ancora vivi proprio grazie al casco. Al quarto punto, infine, ci sono le infrastrutture: le piste ciclabili, troppo spesso, sono pezzi di strade delimitate da strisce bianche. Le ciclabili devono invece essere fatte nel modo giusto e perfettamente raccordate tra loro”.

“Se vogliamo davvero incentivare l’uso della bicicletta – è l’appello di Sgalla – dobbiamo renderla sicura. Se invece continueranno le tragedie, come quella di Silvia Piccini, allora fra qualche anno la gente abbandonerà la smart-mobility e tornerà a privilegiare i mezzi a motori”.

a cura di Tina Ruggeri Copyright© InBici Magazine ©Riproduzione Riservata

INBICI STORE BANNER NEWS
Shimano Banner archivio Blog
SHIPTOCYCLE  BANNER NEWS
KTM AERO BANNER SOTTO TOP NEWS

InBici Store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *