SFONDO COSMOBIKESfondo Assos SFONDO ASSOS
Assos Top
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > TITAN DESERT 2015 – TAPPA 4
titan-desert-2015-tappa-4-jpg
TITAN DESERT 2015 TAPPA 4

TITAN DESERT 2015 – TAPPA 4

Condividi

Erg Znaigui (30-04-2015). Una fuga subito all’inizio della tappa di oggi ha deciso la 4° tappa della Titan Desert by Garmin. Subito dopo la partenza Juan Pedro Trujillo (Primaflor-Orbea) e Oriol Colomé (Esteve) hanno gareggiato insieme per  aggiudicarsi il podio.

 

Alla fine, il biker catalano nello sprint finale è stato più veloce  e vince la gara in 3 ore e 39 minuti.

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

 

Con oggi metà percorso della TItan è trascorso e la carovana si è direta verso la località di Merzouga. Nella tappa di oggi (da Lamdouare a Erg Znaigui) si è tenuta la seconda parte della tappa Marathon, nella quale i biker hanno dovuto combattere contro forti venti e un terreno molto sabbioso, costringendo non poche volte i biker di spingere la lorro duerote. Dopo appena 7 km i due grandi di oggi, Colomé e Trujillo, hanno distaccato di due minuti il gruppo di inseguitori e al 3° punto di controllo hanno ulteriormente incrementato il loro vantaggio di 4 minuti. Dopodiche, seguendo un percoso alternativo, parallelo a quello ufficiale segnato dagli organizzatori, i due biker giunsero al 4°check point con addiritura 11 minuti di vantaggio sugli altri biker. Entrambi sapevano che solo lo sprint finale decideva la vittoria di tappa, e, infine, è Colomé oggi più in forma che taglia per primo il traguardo; un percorso molto polveroso per via di un forte vento che ha causato molti problemi a tutti i titani là fuori oggi.

 

“Eravamo un po´ disorientati all’inizio e quindi abbiamo deciso di gareggiare insieme per poi giocarcela in volata. È stata dura, abbiamo pedalato molto bene insieme, soprattutto nel tratto finale con il forte vento, alla fine ce l’abbiamo fatta”, racconta Colomé.

 

 

 

Ancora una volta, i distacchi rimangono gli stessi. Il pilota portoghese, José Silva detiene ancora la maglia rossa indossata fin dal primo giorno, anche se il colombiano, Diego Tamayo è solo a un secondo dietro di lui e non vede l´ora di prendersi il primo posto. Oggi giungono all´arrivo con nove minuti di ritardo su Colomé, con lo stesso tempo di Ibon Zugasti che ora si è posizionato al 3° posto in classifica generale. Anna Ramírez (Primaflor-Orbea) oggi vince la terza della delle quattro tappe nella categoria femminile.

 

Óscar Pereiro, che oggi ha subito una sfortunata foratura, si è visto retrocedere dal gruppo principale e sicuramente anche dalla classifica generale. Questo, e tanto altro può succedere ogni giorno alla Titan Desert: forature, rotture, prolemi di navigazione, problemi fisici, cadute, ecc.  E ‘stata una tappa della Titan molto dura e questo  oggi potrebbe essere facilmente visibile nei volti dei biker.

 

Fin´ora ci sono ancora 550 titani in gara che combattono giorno dopo giorno per poter essere “finisher”. Domani la battaglia ricomincia, sarà la tappa più difficile e spettacolare: sará la tappa “Garmin” che significa niente segnaletica e ii biker dipendono dal loro GPS per riuscire a trovare i punti di controllo obligatori. Domani, i primi 3 di tappa riceveranno rispettivamente un bonus di 90, 60 e 30 secondi. La penultima tappa nel deserto sarà senza dubbio determinante per stabilire il vincitore finale della decima edizione.

IMG 5614.JPG
TitanDesert etapa4
   

BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos

Ti potrebbero Interessare

AL VIA LA 6 GIORNI DI GAND: VIVIANI C’È!

CondividiIn pista Viviani e Keisse, tanta la concorrenza Dopo le due medaglie conquistate ai Campionati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *