SFONDO ASSOS
domenica , 20 Ottobre 2019
INBICI TOP CHALLENGE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER BIANCO TOP
Home > Tutti gli Articoli > TOUR DE FRANCE 2015
tour-de-france-2015-19-jpg
TOUR DE FRANCE 2015 19

TOUR DE FRANCE 2015



Vittoria di Stephen Cummings nella quattordicesima tappa del Tour de France 2015.

 

Il britannico rientra proprio sotto il cartello dell’ultimo chilometro su Thibaut Pinot (FDJ) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale) per poi scattare e staccare i due francesi, regalando così il primo storico successo nella Grande Boucle per la MTN – Qhubeka. Dietro fra i big della classifica generale il più attivo è Nairo Quintana (Movistar) con il solo Chris Froome (Sky) che riesce alla fine a resistere. Il colombiano comunque riesce a recuperare una posizione in classifica generale superando Tejay van Garderen (BMC).

Banner dentro Notizia Assos
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner archivio Blog - Shimano
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
ISTRIA Granfondo banner blog

 

Fin dalla partenza della tappa si sapeva come oggi potesse arrivare al traguardo la fuga e proprio per questo motivo le prime fasi della corsa sono veramente caotiche. A rendere tutto più difficile una caduta dopo pochi chilometri che vede coinvolti Steve Morabito (FDJ), costretto al ritiro per via della frattura della clavicola, Thibaut Pinot (FDJ), Stijn Devolder (Trek), Robert Gesink (Lotto NL – Jumbo), Svein Tuft (Orica GreenEDGE) e Imanol Erviti (Movistar) e che prova inizialmente la divisione del gruppo in tre tronconi con Albeto Contador (Tinkoff – Saxo) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale) che rimangono attardati, riuscendo comunque a rientrare dopo poco chilometri. La fuga di giornata parte quindi solo dopo una ventina di chilometri con Peter Sagan (Tinkoff – Saxo) che dà il via ad un’azione di 20 corridori con, oltre allo slovacco, Andriy Grivko (Astana), Matthieu Ladagnous (FDJ), Ruben Plaza (Lampre-Merida), Rigoberto Uran (Etixx-QuickStep), Bob Jungels (Trek) e Jarlinson Pantano (IAM), Jan Bakelants, Romain Bardet (Ag2r La Mondiale), Nicolas Castroviejo (Movistar), Cyril Gautier (Europcar), Michal Golas (Etixx-QuickStep), Steve Cummings (MTN-Qhubeka), Greg Van Avermaet (BMC Racing), Simon Yates (Orica GreenEDGE), Jeremy Roy e Thibaut Pinot (FDJ), Koen De Kort (Giant-Alpecin), Kristijan Koren (Cannondale-Garmin), Pierre-Luc Perichon (Bretagne-Séché).

 

Dietro nel gruppo prova inizialmente a ricucire la IAM che poi però si sposta lasciando il via libero ai fuggitivi, sui quali si prova a riportare senza successo Luis Angel Maté (Cofidis) che dopo qualche chilometro all’inseguimento decide di rialzarsi  farsi riassorbire dal gruppo. I battistrada arrivano così all’inizio della Côte de Sauveterre, a 40 chilometri dal traguardo, con un vantaggio di 6 minuti. Subito dopo il GPM, nel quale il gruppo non aumenta il proprio ritmo, davanti Golas prova a rompere gli indugi scattando e andando via in solitaria. Il polacco transita al cartello che indica 15 chilometri alla conclusione con una ventina di secondi di vantaggio sul resto degli attaccanti e proprio in quel momento prova ad uscire Koren che si riesce dopo qualche chilometri a riportarsi su Golas, mentre dietro nel gruppo allunga Nicolas Edet (Cofidis).

 

I due battistrada imboccano così la Côte de la Croix Neuve con un vantaggio di 11 secondi, ma da dietro il primo a muoversi è Bardet che si riporta e stacca prima Koren e poi Golas. Il francese però rallenta il ritmo così che da dietro rientrano diversi corridori fra i quali Gautier che prova a muoversi in contropiede. Bardet però reagisce subito con un secondo scatto più deciso con il solo Adam Yates che riesce a portarsi inizialmente su di lui. Il britannico però soffre il terzo scatto di Bardet che allunga in solitaria mentre da dietro su Yates rientrano Pinot e Uran. Nel gruppo intanto il primo a provare qualche azione è Nairo Quintana (Movistar) che allunga ad inizio della salita con il soli Vincenzo Nibali (Astana) che riesce inzialmente a rispondere, mentre Chris Froome (Sky) dietro prova a ricucire insieme a Tejay Van Garderen (BMC), eAlejandro Valverde (Movistar) e Alberto Contador (Tinkoff – Saxo).

Si arriva così al GPM con Pinot che riesce a rientrare su Bardet con Cummings che salendo del suo passo scollina a pochi secondi dai due francesi proprio nel momento in cui Quintana allunga su Nibali, con il siciliano che viene superato anche da Froome e Contador. Cummings intanto davanti riesce a riportarsi sul duo in testa proprio sotto lo striscione dell’ultimo chilometro e sfrutando la velocità più alta riesce a guadagnare qualche metro che riesce a conservare fino al traguardo dove ottiene la vittoria. Fra i big invece Froome riesce a rientrare su Quintana andando poi addirittura a sprintare e guadagnare un secondo sul colombiano con Valverde poco dietro.

 

In classifica generale Quintana guadagna una posizione scavalcando Van Garderen al secondo posto, così come Contador su Geraint Thomas (Sky) e Vincenzo Nibali su Tony Gallopin (Lotto Soudal).

 

Fonte Spaziociclismo

Riccardo Zucchi

20150604
     

INBICI TOP CHALLENGE 2020 BLOG + NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner archivio Blog - Shimano
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ISTRIA Granfondo banner blog
BANNER PISSEI BLOG + DENTRO NOTIZIE SETTEMBRE
Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *