SFONDO COSMOBIKE
SFONDO GIRO DI SARDEGNA 2
Sfondo Assos
SFONDO ASSOS
SFONDO GIRO DI SARDEGNA
TOP Shimano
Home > gn > TOUR DE FRANCE – CORT NIELSEN: ‘’LA VITTORIA AL TOUR ERA UNO DEI MIEI SOGNI PIÙ GRANDI’’
Tour de France 2018 - 105th Edition - 15th stage Millau - Carcassonne 181 km - 22/07/2018 - Magnus Cort Nielsen (DEN - Astana Pro Team) - photo Tim van Wichelen/CV/BettiniPhoto©2018

TOUR DE FRANCE – CORT NIELSEN: ‘’LA VITTORIA AL TOUR ERA UNO DEI MIEI SOGNI PIÙ GRANDI’’

Due vittorie in fila e tanto entusiasmo.

L’Astana ha chiuso nel migliore dei modi la seconda settimana del Tour de France, con il successo di ieri di Omar Fraile e il primo posto odierno di Magnus Cort Nielsen, che si è imposto a Carcassonne al termine di una lunga fuga. Come riportato da CyclingPro/Spaziociclismo, il corridore danese ha commentato così dopo l’arrivo: ‘’È fantastico. Era uno dei miei sogni più grandi quando ho iniziato a correre in bicicletta. Questo è il mio primo Tour e sono davvero felice di vincere una tappa qui. Ringrazio molto il mio team per avermi dato la chance di correre questo Tour. Un ringraziamento speciale a Michael Valgren, che oggi ha fatto un lavoro assolutamente incredibile, fornendomi un aiuto prezioso. Tutto è stato semplicemente perfetto oggi e il nostro direttore sportivo Lars Michaelsen ha creduto molto in me oggi. Alcuni giorni fa avevamo già parlato di questa tappa e detto che mi calzava a pennello. Quindi oggi sono andato in fuga con Michael e alla fine tutto ha funzionato perfettamente. Sono molto felice”.

 

BANNER Dentro Notizie SMP
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos

A seguire, ha parlato anche del clima in squadra, sicuramente euforico dopo il secondo timbro in due giorni: ‘’Ieri eravamo tutti felici per la vittoria di Omar, e questo mi ha dato fiducia sul fatto che tutto è possibile per me in questo Tour. Nel finale ho provato a restare molto concentrato sui miei rivali, perché sapevo che qualcuno avrebbe potuto attaccare. Ero piuttosto sicuro del mio sprint, ma c’era sempre il rischio che qualcuno provasse a fare qualcosa prima dell’arrivo. Quindi sono stato in grado di rispondere a tutti gli attacchi e di arrivare allo sprint”.

 

a cura di Gianluca Santo –iNBiCi magazine

Condividi
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
Banner dentro Notizia Assos
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

VENEZUELA: GOMEZ UROSA VINCE IL CRITERIUM DI FINE ANNO!

Il 2018 della Work Service Fausto Coppi Gazzera Videa si chiude con il sorriso e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *