SFONDO ASSOS
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > TOUR DOWN UNDER 2015
tour-down-under-2015-jpg
TOUR DOWN UNDER 2015

TOUR DOWN UNDER 2015


Alcuni in Argentina, altri in Australia. Qualcuno al San Luis, altri al Tour Down Under, classificato come corsa World Tour: un primo banco di prova, nella terra dei canguri, in vista della primavera, delle classiche, dei grandi giri, di tutto ciò che, nonostante riforme e controriforme, continuerà a costituire la vera ossatura del ciclismo.

 

Cinque intense giornate dalle parti di Adelaide e, come si diceva, una start list di livello: non c’è Simon Gerrans, vincitore un anno fa, ma la sua Orica-GreenEdge punta su Luke Durbridge, uno dei simboli della nuova generazione del pedale australiano. I grandi nomi, però, sono altri: Cadel Evans (Bmc), all’ultimo grande palcoscenico internazionale; Luis León Sánchez e Lars Boom (Astana), Ryder Hesjedal (Team Cannondale-Garmin), Richie Porte (Sky), Michael Rogers (Tinkoff-Saxo).

INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
Banner dentro Notizia Assos
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

 

Nutrita e qualificata la presenza italiana, con molti atleti in grado di competer per successi parziali o addirittura per la classifica finale. Nelle volate, attenzione a Giacomo Nizzolo (Trek) che verrà lanciato da Marco Coledan, nel suo nuovo ruolo di apripista, e da Eugenio Alafaci; tra gli sprinter non ci si può dimenticare della coppia blufucsia costituita da Niccolò Bonifazio e Roberto Ferrari, affiancati in Lampre-Merida da Davide Cimolai, Matteo Bono e Manuele Mori. Domenico Pozzovivo (Ag2r) potrà curare la classifica, al pari del giovane Davide Villella (Cannondale-Garmin): proprio nella formazione erede della storica Liquigas troviamo un Moreno Moser chiaramente in cerca di riscatto dopo un’annata molto negativa. Giampaolo Caruso sarà probabilmente la punta di diamante della Katusha, così come Eros Capecchi in Movistar, mentre Manuele Boaro e Salvatore Puccio avranno compiti di fatica alla Tinkoff e alla Sky; infine, Dario Cataldo e Davide Malacarne potrebbero andare a cercar gloria nel nome dell’Astana.

 

Nella foto Giacomo Nizzolo

foto: trekfactoryracing.com

 

fonte www.olimpiazzurra.com

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

giacomo-nizzolo
     

Condividi
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG

Ti potrebbero Interessare

GIRO. DEMARE: “OGGI ACKERMANN É STATO UN PO’ ARROGANTE. SONO RIMASTO CONCENTRATO FINO ALL’ARRIVO”

Con una volata strepitosa Arnaud Demare si aggiudica la decima tappa. Il velocista francese, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *