SFONDO ASSOS
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
TOP Shimano
trentino-1-jpg
TRENTINO 1

TRENTINO



Successo di  Mikel Landa (Team Sky) nella seconda tappa del Giro del Trentino.

 

Il basco si è imposto in vetta alla salita di Anras concludendo in solitaria. Alle spalle dello spagnolo ha concluso  Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo) che ha preceduto  Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini).

VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
Banner dentro Notizia Assos
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE

 

La partenza quest’oggi era fissata ad Arco, in provincia di Trento. Il via è stato dato molto presto, alle ore 8.50, e questo ha costretto i corridori a una levataccia. La bagarre si è accesa intorno al chilometro 10, quando un drappello di 6 uomini ha tentato l’allungo. Questa fuga è stata subito neutralizzata, mentre ha avuto più fortuna il tentativo seguente portato da 7 uomini. I coraggiosi che se ne sono andati sono  Alexander Foliforov (Gazprom-Rusvelo),  Giacomo Berlato (Nippo – Vini Fantini),  José Joao Pimenta Costa Mendes (Bora-Argon 18),  Cristian Rodriguez Martin (Southeast – Venezuela),  Nicola Gaffurini (Norda-MG.Kvis Vega),  Sebastian Schonberger (Tirol) e il brasiliano Cardoso.

 

Questi uomini sono andati di comune accordo fino al confine fra i Italia e Austria. A quel punto Berlato ha cercato di andarsene in solitaria, senza però riuscirci. Anche Mendes ha tentato di restare al comando da solo, ma il gruppo tirato da Sky e Astana ha avuto la meglio andando a riacciuffarli quando mancavano 10 chilometri all’arrivo.

 

Ai -4, appena iniziata la salita verso Anras, il Team Sky ha aumentato il ritmo lanciando subito all’attacco un proprio uomo. Immediatamente la Astana ha risposto, e la lotta fra i due squadroni ha sgretolato il plotone. Alla fine sono riusciti ad andarsene in 3:  Gianni Moscon e  Mikel Landa del Team Sky e  Jakob Fuglsang  della Astana. In seguito vari atleti si sono riportati alla ruota dei grandi, fino a che Landa non ha dato il colpo decisivo.

 

Gli unici due a inseguire il basco sono stati  Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo),  Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) e  Samuel Spokes (Drapac Professional Cycling), ma contro l’incedere di Landa non c’è stato nulla da fare. Il russo della Gazprom è stato però abile a gestire lo sforzo, e sulla rampa conclusiva è andato a soli 4” dal riacciuffare Landa. Sorprendente terza piazza per  Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini), mentre il giovanissimo  Giulio Ciccone (Bardiani – CSF) si è fermato ai piedi del podio. Prova incolore per  Vincenzo Nibali che ha lasciato il palcoscenico a Fuglsang sfilandosi sulle prime rampe dell’ascesa.

 

Matteo Pierucci

direttaciclismo.it

Immagine
     

Condividi
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
PISSEI BANNER BLOG+ NOTIZIE
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS
Banner dentro Notizia Assos
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
DANILO DI LUCA BANNER BLOG

Ti potrebbero Interessare

GIRO D’ITALIA UNDER 23: DOMINIO GRAN BRETAGNA, OGGI LO SPRINT VINCENTE È DI MATTHEW WALLS

La Gran Bretagna continua a dominare il Giro d’Italia Giovani Under 23 Enel. Tre tappe …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *