SFONDO ASSOS Sfondo Assos SFONDO COSMOBIKE
Assos Top
TOP Shimano
Home > Tutti gli Articoli > TROFEO ALFREDO BINDA
trofeo-alfredo-binda-1-jpg

TROFEO ALFREDO BINDA

Condividi

Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans Cycling Team) ha vinto a Cittiglio (VA) il 17° trofeo Alfredo Binda, seconda prova di Coppa del Mondo, disputato oggi con partenza da Laveno Mombello e arrivo a Cittiglio dopo 123 chilometri di gara tiratissima.

 

La vincitrice della Coppa del Mondo 2014 e vice campionessa olimpica ha regolato in volata la campionessa del mondo Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv) al debutto stagionale. Sul terzo gradino del podio è salita Anna Van der Breggen (Rabo Liv).

Banner dentro Notizia Assos
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
BANNER Dentro Notizie SMP

Gara molto combattuta, come sempre qui a Cittiglio. Dopo una fuga iniziale di Katrin Garfoot (Orica) la corsa si è accesa dopo 90 chilometri dalla partenza. All’attacco sono andate: Joelle Numainville (Bigla Cycling Team), Elisabeth Williams (Orica) e Linda Indergand (Svizzera). Riprese dal gruppo è stata la volta di Lucina Brand (Rabo Liv) a tentare la fuga. Sul penultimo passaggio per Orino sono scattate in sei: Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv), Anna Van Der Breggen (Rabo Liv), Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans), Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda), Alena Amialiusik (Velocio Sram), Jolanda Neff (Svizzera) che hanno imposto subito un distacco di 35” sul gruppo più consistente. La fuga si è rivelata quella buona; infatti le sei fuggitrici non sono state più riprese. L’epilogo è avvenuto in volata con il successo di Elizabeth Armitstead che, con la vittoria di Cittiglio, ha conquistato la leadership di Coppa del Mondo 2015: “Siamo stanchissimi ma molto felici dell’andamento di questa giornata – ha raccontato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion; abbiamo dato un segnale importante al movimento femminile italiano con due gare di altissimo livello agonistico. Ringrazio tutti i miei collaboratori, tantissimi, che hanno lavorato benissimo al successo dell’evento”.

Ovviamente Elizabeth Armitstead si è dichiarata molto felice: “Sono molto contenta del risultato. Oggi mi sentivo molto bene. L’ultimo giro è stato molto combattuto”.

La campionessa del mondo Pauline Ferrand Prevot, battuta in volata, non si è detta molto dispiaciuta: “Ho una buona condizione già da questa prima gara  e sono contenta del secondo posto. Per raggiungere il top di forma devo gareggiare ancora molto. Il mio obiettivo stagionale è la conferma del titolo ai campionati del mondo”

 

17° trofeo Alfredo Binda – Coppa del Mondo del mondo donne

Ordine d’arrivo: 1. Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans) km 123,70 in 3h8’13” media km/h 39,433; 2. Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv); 3. Anna Van Der Breggen (Rabo Liv); 4. Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda); 5. Alena Amaliusik (Velocio Sram); 6. Jolanda Neff (Svizzera) a 3”; 7. Annemiek Van Vleuten (Bigla Pro Cycling) a 1’31”; 8. Eleonora Van Dijk (Boels Dolmans); 9. Elena Cecchini (Lotto); 10. Ashleigh Moolmam Pasio (Bigla Pro Cycling)

 

 

VIDEO VOLATA FINALE

Alfredo Binda Trophy: English cyclist Elizabeth Armitstead triumphs in Cittiglio

 

Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans Cycling Team) won the 17th Alfredo Binda Trophy, the second trial of the Women’s World Cup in Cittiglio (Varese) today. The race started in Laveno Mombello and finished in Cittiglio after 123 fast kilometres. The winner of the World Cup 2014 who came second in the Olympics bet World Champion, Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv) at her season debut. Third place on the podium was filled by Anna Van der Breggen (Rabo Liv).

 

The race was a tough one, as always here in Cittiglio. After an initial break by Katrin Garfoot (Orica), the race really got going 90 km from the start, with an attack by: Joelle Numainville (Bigla Cycling Team), Elisabeth Williams (Orica) and Linda Indergand (Switzerland). The group caught up with them again and then Lucina Brand (Rabo Liv) attempted to break away. On the second last circuit heading for Orino, six riders broke away: Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv), Anna Van Der Breggen (Rabo Liv), Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans), Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda), Alena Amialiusik (Velocio Sram) and Jolanda Neff (Switzerland), opening up a gap of 35” on the main group. It turned out to be the move of the day; in fact the six were not caught again. The final sprint decided the race with the victory of Elizabeth Armitstead who, thanks to the win in Cittiglio, is now leader of the World Cup 2015: “We are very tired but very happy with how the day went – commented Mario Minervino, president of Cycling Sport Promotion, this was an important day for female cycling in Italy, with two top level races. I would like to thank all of my many collaborators, who worked so hard to ensure the success of the event”.

Obviously Elizabeth Armitstead was very happy: “I am very happy with the result. Today I was in good form. The last lap was very tough though.”

World champion, Pauline Ferrand Prevot, who was beaten in the final sprint, was not too disappointed: “I’m in good shape already at this first race of the season and I’m happy with second place. To get back into top form, I have to race a lot more. My goal for the season is to keep my World Championship title”.

 

17th Alfredo Binda Trophy – Women’s World Cup

Final classification: 1. Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans) km 123,70 in 3h8’13” avg km/h 39,433; 2. Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv); 3. Anna Van Der Breggen (Rabo Liv); 4. Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda); 5. Alena Amaliusik (Velocio Sram); 6. Jolanda Neff (Switzerland) after 3”; 7. Annemiek Van Vleuten (Bigla Pro Cycling) after 1’31”; 8. Eleonora Van Dijk (Boels Dolmans); 9. Elena Cecchini (Lotto); 10. Ashleigh Moolmam Pasio (Bigla Pro Cycling)

 

foto Ossola

CDM.JPG
     

Banner dentro Notizia Assos
BANNER Dentro Notizie SMP
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SVIZZERA DENTRO NOTIZIA 2
SVIZZERA DENTRO NOTIZIE

Ti potrebbero Interessare

PHILIPPE GILBERT: “NON E’ IL MOMENTO DI SMETTERE, MI DIVERTO ANCORA TANTO AD ANDARE IN BICI”

CondividiPhilippe Gilbert non ha intenzione di smettere. Dopo la brutta caduta al Tour de France …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *