LA MOSERISSIMA BANNER SFONDO
SFONDO BANNER CHARLY GAUL
SFONDO ASSOS
INBICI STORE BANNER TOP
INBICI STORE BANNER TOP NERO
Home > Tutti gli Articoli > VAN DER POEL : FROOME “ANDREBBE SOSPESO”

VAN DER POEL : FROOME “ANDREBBE SOSPESO”


Mathieu van der Poel  critica l’UCI per il caso Froome.

Mentre molti dei colleghi del Keniano Bianco si sono sin dall’inizio dimostrati prudenti nel giudicare la sua positività al salbutamolo, il dominatore della stagione di ciclocross non usa mezze parole. “Per me andrebbe sospeso“, il ciclista olandese spiega durante il programma televisivo EenVandaag ritenendo sostanzialmente il ciclismo “uno sport per persone sane”.

 

“Forse sono un po’ ottuso”, ammette al riguardo, ma ritiene abbastanza incomprensibile ai suoi occhi, quasi stupida, la scusa usata dal corridore della Sky, che ha giustificato il risultato anomalo con le cure a cui si è sottoposto per l’asma. “Le persone che hanno l’asma forse lo capiranno – dettaglia – Ma io penso che il ciclismo e lo sport in generale siano per persone sane. Anche questo aspetto andrebbe sottolineato e promosso”.

DANILO DI LUCA BANNER BLOG
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
Banner dentro Notizia Assos
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

 

Il campione europeo di ciclocross, che la passata stagione aveva reso pubblici i suoi dati e i suoi file medici, nella speranza di dimostrare la sua trasparenza, dando così un esempio ai colleghi, ritiene comunque che anche l’UCI sia responsabile per quanto successo. “Se autorizzi l’utilizzo di sostanze fino ad un certo limite, allora sai che ci sono persone che lo prenderanno – commenta – Persone che vogliono imbrogliare ci sono ovunque. Ed è colpa dell’UCI”.

 

In definitiva, “Froome andrebbe sospeso”, perché le regole son le regole. “Per me è un test positivo, anche quando prendi una multa con la macchina non ci sono eccezioni”, aggiunge durante il servizio, realizzato proprio mentre è in auto. Ne va anche della credibilità del ciclismo, secondo Van Der Poel, intaccata troppo spesso da casi limite come questo. “Dobbiamo essere aperti al riguardo – conclude – La cosa migliore è parlarne, anche se quelli che sono stati beccati hanno sempre detto di non doparsi. Per quanto mi riguarda ora non serve dirlo, le persone non ci credono neanche più… A volte lo trovo anche sospetto…”

Condividi
INBICI TOP CHALLENGE - DENTRO NOTIZIE
SELLE SMP BLOG + DENTRO NOTIZIE
DANILO DI LUCA BANNER BLOG
PISSEI BANNER BLOG + DENTRO NOTIZIE 12 LUGLIO
Banner dentro Notizia Assos
ASSOS 2019 ARCHIVIO BLOG
VILLAGGIOSANFRANCESCO BANNER BLOG
INKOSPOR BLOG NEWS BANNER
BIVILLAGE BANNER BLOG+ DENTRO NEWS

Ti potrebbero Interessare

IL CASCO-LEGO: UN’IDEA PER I BAMBINI?

Il Lego Helmet è stato ideato da Simon Higby e Clara Prior, due studenti nordeuropei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *